Finché siamo in salute [blog]

Finché siamo in salute [blog]

Finché siamo in salute [blog]

Uno dei vantaggi di viaggiare in lungo e in largo è che scopri che ovunque le persone sono molto simili.

Mia madre alzava gli occhi al cielo quando lo sentiva e diceva: “Allora è meglio che tu resti a casa”. Ma quello che vedi sempre intorno a te, spesso non te ne accorgi più.

È solo quando incontri lo stesso fenomeno dall’altra parte del mondo che ne sarai colpito di nuovo.

A Taipei abbiamo visitato il complesso del tempio Baoan: una serie di templi grandi e piccoli attorno a un cortile. All’ingresso ci sono diverse bancarelle dove è possibile acquistare cose da offrire: bastoncini di incenso, frutta e fiori. I tetti sono fatti di tegole di pietra lucida e dipinta e ci sono draghi colorati sul crinale. Le pareti sono dipinte con scene tratte da storie a noi sconosciute. Non crediamo ai nostri occhi: che strano mondo!

Diverse persone pregano nel tempio più visitato.

Si piegano più volte. Mettono la loro offerta davanti all’immagine della divinità. Dicono una preghiera senza suono, che dura per minuti. Puoi dire che ci mettono il cuore.

La statua in questo tempio è quella di Baosheng Dadi, il dio taoista della medicina. Intorno all’anno 1000 fu un medico di grande successo, che aiutò molte persone a riprendersi. E non ha limitato la sua conoscenza agli umani: secondo le storie, ha guarito un drago con colliri e ha preso un oggetto appuntito dalla gola di una tigre. La sua fama era così grande che dopo la sua morte fu portato nel mondo degli dei.

Ora le persone lo pregano per guarire se stesse o una persona cara.

Con la stessa miscela di speranza, disperazione e fiducia che ritroviamo anche a Lourdes, a Scherpenheuvel o nel libro delle intenzioni di tante chiese.

‘Aiutami, perché sono senza speranza! Aiutateci, perché non sappiamo se possiamo andare avanti così. Allontanaci da noi questo dolore, perché ci uccide. Non deluderci quando la vita è così dura. Resta con noi e guariscici da questa disgrazia.

READ  Avremo un'eclissi solare totale. Qui è dove sarà visibile e la durata

Non so perché la gente sia venuta qui per sacrificarsi e pregare. Ma non sarebbe stato molto diverso da quello che provano le persone di tutto il mondo: preoccuparsi per un figlio o un nipote che non si sente bene, preoccuparsi per la malattia continua di un partner, o di un parente, o sperare in buona salute per una persona amata uno. se.

Lì, nel Santuario di Baosheng Dadi, ho pregato il nostro Dio, che è ovunque. Mi sono unita alla gente con i loro cesti di fiori e frutta e ho messo le mie speranze e le mie preoccupazioni nelle mani del nostro Dio. Perché le persone sono uguali ovunque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *