GameStop Saga (episodio 4), i pesciolini ricominciano a mordere gli squali. Wall Street sente il colpo

Ancora un altro giorno di passione (e incredulità) a Wall Street. Titoli coinvolti nella speculazione (GameStop, Blackberry, Blockbuster, Amc i principali) hanno ricominciato ad aumentare notevolmente dopo il I violente gocce di ieri. Una situazione che mette a rischio la resilienza dei fondi speculativi che invece si sono concentrati sulla caduta di questi stessi titoli. Al momento, le perdite per i ribassisti sono stimate intorno a $ 20 miliardi.

Le azioni sono tornate in pista dopo la piattaforma di trading online Robin Hood ,da dove provengono molti acquisti, rimossi i limiti sulle operazioni che ha introdotto ieri, scatenando ondate di proteste tra gli utenti che hanno portato anche al lancio di una class action. La piattaforma è riuscita a riprendersi un miliardo di dollari, per rispondere alle richieste delle autorità di regolamentazione che ne hanno fatto richiesta più garanzie. Nel frattempo, i dolori del Sfondo di Melvin, chiunque abbia mai pagato il prezzo più alto per questa situazione. Melvin ha deciso oggi di chiudere anche molte delle sue speculazioni al ribasso nei mercati europei, in particolare nell’azienda farmaceutica Evotec e il produttore della batteria Varta, a cui il legioni di piccoli commercianti.

La battaglia è all’origine dei declini che accusano Indici di Wall Street. I fondi in genere investono sia in azioni di grandi società che scommettono sul loro rialzo sia in azioni più piccole che scommettono sui lati negativi. Se queste scorte aumentano, sono costrette a vendere le altre azioni per coprire le perdite quindi pesano su tutta la lista. Le autorità sono alla ricerca di un fenomeno che possa scuotere profondamente i mercati per molto tempo. La SEC, che monitora i mercati americani, ha ricordato che stava osservando l’evoluzione della situazione.

Breve riassunto degli episodi precedenti – Molti piccoli commercianti sono riusciti a raggiungere un accordo attraverso i social media come reddit o TikTok per coordinare i loro acquisti di inventario. I titoli scelti sono quelli di aziende orientate verso un declino che sembra inesorabile, come la catena di noleggio e vendita di videogiochi GameStop, l’equivalente dei DVD Blockbuster o il produttore del telefono cellulare Mora. Perché? Perché c’è una grande speculazione al ribasso su questi titoli da parte di grandi fondi. Scommetti sul fatto che il prezzo di queste azioni andrà necessariamente giù, giù, giù. I dettagli più tecnici puoi leggerli chi e chi. I “piccoli”, invece, cominciarono a fare esattamente L’opposto, ovvero acquistare le stesse azioni aumentando il suo prezzo. Per coloro che hanno speculato su questo meccanismo al ribasso è infernale, se si prolunga costringe lo speculatore a mettersi al riparo acquistando gli stessi titoli e finendo per farlo il gioco dei suoi avversari. La pressione dei piccoli commercianti è stata così grande che alcuni gli hedge fund sono stati costretti a gettare la spugna, e subire perdite miliardarie. La battaglia è combattuta con armi nominate “Opzioni”, prodotti finanziari che amplificano la potenza di fuoco (e i rischi) di chi investe. Per questo motivo, in questi giorni, i titoli interessati sono stati protagonisti di movimenti al rialzo o al ribasso. 30-40% -50% in pochi minuti.

READ  ci siamo segnati! A proposito di Osimhen ... "

Gli acquisti da parte di piccoli commercianti sono facilitati da una serie di fattori. Pieno di liquidità, utilizzo dei social network, distribuzione sì smartphone e app che ti permettono di investire direttamente dai cellulari e dall’utilizzo delle piattaforme commercio online che non addebitano commissioni. Soprattutto “Robin Hood”, che in questi anni ha raccolto milioni di utenti. Tuttavia, la piattaforma annovera tra i suoi clienti alcuni dei principali protagonisti dei fondi di speculazione big bottom, in particolare la Cittadella del Colosso. Ieri la piattaforma ha deciso di limitare fortemente le operazioni su titoli come GameStop. Era possibile solo vendere le azioni e non si potevano più utilizzare le opzioni. In particolare, i commercianti sono stati disarmati. Il mare profondo emise un sospiro di sollievo. I piccoli commercianti sono impazziti furiose proteste sociali il cui ruggito ha raggiunto il Congresso Molti politici che si sono schierati al fianco di piccoli commercianti come potete vedere ad esempio in questo tweet da Alexandra Ocasio Cortez

La piattaforma ha ripristinato completamente le operazioni oggi, i trader si sono riorganizzati sfruttando anche altri canali. Le incursioni quindi ripresero. GameStop e gli altri hanno ricominciato a salire. L’intera storia è, senza dubbio, affascinante e, a volte, esilarante. Riportiamo, ad esempio, il tweet di Gattino ruggente, il gatto ruggente, il nome di battaglia dietro il quale si sarebbe nascosto il 34enne consulente finanziario Keith patrick gill chi guida gli assalti e chi qui ride degli hedge fund. Grazie agli scambi di titoli di GameStop, Gill ha finora accumulato un profitto di $ 30 milioni.

Le letture sociologiche, alcune piuttosto ardite, del fenomeno ora abbondano. L’editoriale di oggi del Consiglio di amministrazione Financial Times È intitolato “L’ondata populista che scuote il finanza”. Il fondatore del fondo Pimco Bill Gross a sua volta parla di a “Rivoluzione populista” e ha espresso preoccupazione per la portata del fenomeno. Poi c’è chi viene a celebrare un riequilibrio della ricchezza tra le generazioni. I piccoli commercianti sono per lo più “Millennials”, cioè trent’anni, una generazione massacrata dalla precarietà del lavoro. Gli hedge fund attaccati amministrano principalmente il denaro dei ricchi che non sono più giovanissimi.

READ  prima del ritiro dall'Afghanistan entro il 31 agosto - Corriere.it

Suggerimenti esagerati? Probabilmente sì, ma di tanto in tanto. “Questo non è un fenomeno nuovo, ha spiegato al sito Quartz, James angel, esperto di mercato e docente alla Georgetown University. “Abbiamo già conosciuto periodi di intensa euforia e speculazione, è come se ogni generazione venisse a scoprire i mercati azionari”. Lo pensa anche lui Giuseppe Sersale, partner di Anthilia sgr, al Fattoquotidiano.it dice: “L’abbiamo visto accadere in passato, l’elemento di novità è tecnologico, il modo in cui vengono condotte le operazioni. “Secondo Sersale, questo fenomeno non si esaurirà in breve tempo e inciderà sulle strategie con cui hanno operato finora gli hedge fund”. EST ‘ difficile da contenere un fenomeno del genere anche se è probabile che i regolatori cominceranno a muoversi con più incisività ”, spiega Sersale che tuttavia non considera un effetto sistemico plausibile, come teme un osservatore. “In alcuni settori ci sono indubbiamente le condizioni bolla speculativa che questo fenomeno si rafforza, ma non penso a un’epidemia imminente. Le cose cambieranno davvero quando l’inflazione aumenterà e la Federal Reserve inizierà a inasprire la politica monetaria. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *