Giroud: “Mi ricorda il Belgio nel 2018”

Giroud: “Mi ricorda il Belgio nel 2018”

Finora solo due paesi sono riusciti ad estendere il loro titolo mondiale: l’Italia nel 1934 e il Brasile nel 1962. Tuttavia, la Francia ha ancora una possibilità di entrare in questa lista, poiché il campione del mondo 2018 è riuscito a raggiungere l’ultima piazza sabato sera. Qatar con le forbici. . Hanno stabilito un accordo con l’Inghilterra in un thriller, il che significa che mercoledì li attende una semifinale contro il Marocco.


Nell’ultimo quarto d’ora è ancora brivido per i Blues, ma sono usciti dalla paura perché Harry Kane ha sbagliato un rigore all’84’. Di conseguenza, Olivier Giroud è stato finalmente autorizzato a qualificarsi come vincitore della partita. Il capocannoniere di tutti i tempi della Francia ha finalmente guidato la sua squadra alla vittoria con il suo quarto gol del torneo.

Dopo la partita, Giroud ha pensato ai Red Devils. “È fantastico. Dopo essere passati in vantaggio, ci siamo difesi alla grande. Mi ha ricordato la partita contro il Belgio nel 2018”, ha detto. TF1. “Purtroppo poi abbiamo regalato un rigore. Verso la fine della partita abbiamo avuto qualche occasione in più. Sapevo che ce ne sarebbero state altre e Grizi (Griezmann, ndr) ha fatto un bel cross sulla mia porta. È stata davvero una bella partita Conosciamo il potenziale di questa giovane generazione inglese, ma mentalmente abbiamo vinto la partita.

ECCITANTE
Quattro anni fa, la Francia si qualificò per la finale dopo una partita contro i Red Devils che sarebbe potuta andare in entrambi i modi. I francesi sono poi passati in vantaggio dopo un gol di Umtiti e poi sono retrocessi per mantenere il vantaggio. Ancora una volta, hanno lasciato l’iniziativa agli inglesi e si spera che questa mossa sia andata bene.

READ  Coprifuoco, il voto è stato rinviato all'agenda di Meloni- Corriere.it

Raddoppia le vincite della tua prima scommessa sui Mondiali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *