Gli esperti accolgono con favore la lettera al parlamento sulla politica dell’acqua e del suolo: “trend break”

Gli esperti accolgono con favore la lettera al parlamento sulla politica dell’acqua e del suolo: “trend break”

Il “governo dell’acqua e del suolo” è chiamato lettera che il ministro Mark Harbers e il segretario di Stato Heijnen (Infrastrutture e gestione idrica, VVD e CDA) hanno inviato venerdì pomeriggio alla Camera dei rappresentanti. Questo è il nuovo motto per tutto ciò che riguarda la pianificazione dello spazio. Perché stiamo raggiungendo sempre più i limiti del sistema idrico e del suolo, scrivono, in parte a causa del cambiamento climatico. I Paesi Bassi devono prepararsi a un innalzamento del livello del mare ea precipitazioni più estreme.

33 “scelte di strutturazione” sono discusse in 32 pagine. Dall’arresto degli alloggi nei polder profondi alla gestione attenta dell’estrazione della sabbia. L’acqua deve avere spazio e la regione dell’IJsselmeer svolge un ruolo importante in questo.

Gli esperti accolgono con favore la lettera. “È un testo meraviglioso”, afferma Gualbert Oude Essink, idrogeologo ed esperto di acque sotterranee presso l’istituto di conoscenza Deltares e l’Università di Utrecht. “Il lungo elenco mostra che si tratta di un approccio integrato, in cui acqua e suolo ricevono l’attenzione che meritano. Tante cose sono collegate. Il governo sta facendo scelte reali, crede. “Prendi la salinizzazione. L’obiettivo non è più quello di impedirlo sempre e ovunque.

“La lettera segna un’interruzione di tendenza”, afferma Harold van Waveren, consulente strategico per la gestione del rischio di inondazioni presso Rijkswaterstaat. “Duemila anni fa, anche l’acqua e il suolo guidavano. Quando arrivò l’acqua, la gente si ritirò sui tumuli. Negli ultimi mille anni abbiamo piegato la terra e l’acqua alla nostra volontà. Vivo ai piedi dello Zuiderzee. Non dovremo più vivere sui tumuli, ma la vista dell’acqua cambierà ancora.

Le 33 scelte non sono completamente nuove. Le stesse misure si ripetono in vari programmi sull’acqua. “L’inversione di tendenza è già iniziata”, afferma Van Waveren. Nel 2007 è iniziato il programma “Room for the River” con l’allargamento e l’approfondimento delle pianure alluvionali e la ricollocazione degli argini fluviali per prevenire le inondazioni. “È un passo logico successivo.”

READ  Forte aumento degli aerei in atterraggio in rotta, preoccupa Utrecht e Gelderland

Leggi anche: I Paesi Bassi dovrebbero abbandonare l’ovest nell’acqua? Gestori dell’acqua: “Abbiamo paura inutilmente”

Regione dell’IJsselmeer

Molte scelte nella lettera sono in qualche modo legate alla regione dell’IJsselmeer. Nei periodi di siccità deve essere possibile attingere da esso, in caso di eccesso l’acqua deve essere immagazzinata lì. L’acqua del mare sbatte direttamente alle porte dell’Afsluitdijk.

Una maggiore flessibilità nel livello dell’acqua aiuta in tutto questo. I gestori dell’acqua potranno variare il livello estivo di cinquanta centimetri, che attualmente è ancora di venti centimetri. Quando è prevista una siccità, il livello dell’acqua potrebbe essere impostato un po’ più alto in anticipo e potrebbe essere inferiore a quello odierno se rimane asciutto per lungo tempo. Per l’inverno è possibile far salire il livello dell’acqua con il livello del mare, fino a trenta centimetri più in alto.

“È necessario lasciare che l’acqua salga con il livello del mare, perché lo scarico nel mare di Wadden diventa più difficile a livello del mare più alto”, spiega Van Waveren. “L’Afsluitdijk è attualmente in fase di ristrutturazione e riceverà più capacità di scarico e pompe per gestirlo meglio. Non mi aspetto che prima del 2050 sarà necessario alzare il livello.

“Trenta centimetri sono abbastanza grandi”, dice Van Waveren. Il livello è ora volutamente mantenuto un po’ più basso in inverno che in estate, poiché i temporali sono più frequenti durante i mesi invernali e questo può essere pericoloso per le zone circostanti. “Se in inverno alzi il livello dell’acqua, devi alzare anche gli argini. Si tratta di misure di vasta portata e costose.

“Non credo che in estate dobbiamo usare spesso i cinquanta centimetri di spazio per la testa”, afferma Van Waveren. “Un calo del livello dell’acqua non ha conseguenze così significative come un aumento in inverno. Anche se lo dico con molta attenzione, perché l’IJsselmeer ha molte funzioni, non solo per l’approvvigionamento idrico, ma anche per la navigazione, la ricreazione e la natura.

READ  I dipendenti di Etos ottengono un aumento di stipendio del 10% | Economia

Leggi anche: “Groningen ha pagato milioni in eccesso per Double Dike, forse aiuti di Stato illegali”

Uccelli e navigazione

Prima dell’entrata in vigore dell’ordinanza sul livello dell’acqua 2018, quando in estate diventava possibile un’oscillazione di venti centimetri, le conseguenze per tutte queste funzioni venivano esaminate e, se necessario, compensate. “Ad esempio, sono stati creati ulteriori rifugi per gli uccelli. Per la navigazione, potrebbe essere necessario approfondire i canali a un livello dell’acqua inferiore. Forse sono necessarie ulteriori stazioni di pompaggio per portare correttamente l’acqua nell’entroterra. Se le grandi fluttuazioni diventano strutturali, dobbiamo rivedere tutte queste funzioni. »

L’acqua dell’IJsselmeer è anche molto importante per la metà superiore dei Paesi Bassi per evitare la salinizzazione. “Viene utilizzato in modo intensivo per il risciacquo, per l’irrigazione delle colture e per mantenere in ordine i terreni di torba”, spiega Oude Essink di Deltares. “I Bassi Paesi Bassi sono salati. La cosa brutta dell’acqua salata è che una piccola quantità può rendere troppo salata una grande quantità di acqua dolce. È meglio risciacquare con acqua il più fredda possibile, ogni milligrammo di sale in meno aiuta. Un livello così alto è davvero utile per prevenire l’afflusso di acqua salata dal mare di Wadden.

La salinizzazione non deve più essere sempre prevenuta

Gualberto Vecchio Essink idrogeologo

Oude Essink è ottimista sul fatto che la lettera indichi che la salinizzazione non può sempre essere fermata ovunque a lungo termine. “Ad esempio, consente un risciacquo più intelligente”, afferma. “Ora i polder sono genericamente lavati. Ma se lo fai in un numero limitato di fossi da cui l’acqua viene effettivamente prelevata, dove il bisogno degli agricoltori è grande, ad esempio, allora puoi lasciare andare le aree meno utilizzate. Quindi, nel complesso, è necessaria meno acqua di risciacquo.

READ  Record di Pentecoste | ANWB

“L’Olanda deve tornare a essere una spugna uscita dal setaccio, ecco come riassume la lettera”, afferma Van Waveren. “Ci sono tutti i tipi di grandi scelte mirate a questo. La cosa fantastica è che gli agricoltori e gli enti idrici ci lavorano da molto tempo. Questo può essere fatto molto semplicemente, mettendo una tavola in un fosso. Ci stiamo ora muovendo verso un nuovo equilibrio per tutto il Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *