I centri di assistenza residenziale segnalano molti altri “eventi gravi” a Care and Health

I centri di assistenza residenziale segnalano molti altri “eventi gravi” a Care and Health

© ROBIN UTRECHT

I centri di assistenza residenziale hanno già segnalato quest’anno 46 “eventi gravi” all’Agenzia per l’assistenza e la salute. Si tratta di un quintuplicato rispetto ai 9 rapporti dell’intero 2021. Lo emerge dai dati che il viceministro fiammingo del Welfare Benjamin Dalle (CD&V) ha fornito al parlamento fiammingo in risposta a un’interrogazione di Hannes Anaf (Vooruit). Molte segnalazioni sono arrivate dopo un richiamo andato in onda a settembre.

Fonte: BELGA

Dal 1° gennaio 2020 le case di riposo sono tenute a segnalare eventi gravi. Si tratta di eventi “che potrebbero mettere a repentaglio la cura e il sostegno, la salute, la sicurezza, la dignità o l’integrità degli utenti”.

Tuttavia, le case di cura non sempre fanno un rapporto. Ciò è stato dimostrato anche da vari incidenti negli ultimi mesi. A settembre, ai centri è stato nuovamente ricordato di farlo.

Da questo promemoria, 29 case di cura hanno segnalato eventi gravi, portando il totale di quest’anno a 46 rispetto ai 9 del 2021. in commissione.

Per il ministro Dalle nessuna segnalazione è senza conseguenze, anche se non sempre è necessario organizzare un sopralluogo.

L’Agenzia per la salute e l’assistenza sta attualmente valutando le disposizioni per il follow-up di un rapporto di eventi gravi, sulla base dell’esperienza acquisita negli ultimi due anni. L’agenzia prevede inoltre di chiarire ulteriormente il concetto di evento grave e di raggiungere un accordo con l’industria.

Il parlamentare che attacca Hannes Anaf pensa che sia una buona cosa che i centri di assistenza residenziale riferiscano di più all’agenzia e che il promemoria inviato abbia dimostrato di funzionare. Accoglie inoltre con favore l’ulteriore chiarimento dell’agenzia sul concetto di “evento grave”.

READ  l'età dei positivi si abbassa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *