I mercati azionari aprono la settimana con vigore, Milano “ignora” il Pil, Parigi spinta da fusioni e acquisizioni

Un serviziogiorno di mercato

Gli indici europei sono anche portati dai nuovi record stabiliti venerdì dall’S & P500 e dal Nasdaq. Come la decisione di Warren Buffett di investire in società commerciali giapponesi

di Eleonora Micheli e Andrea Fontana

(13695)

Gli indici europei sono anche portati dai nuovi record stabiliti venerdì dall’S & P500 e dal Nasdaq. Come la decisione di Warren Buffett di investire in società commerciali giapponesi

4 ‘letto

Le borse europee aprono la settimana con il segno più, incoraggiate dalla performance registrata venerdì 28 agosto scorso da Wall Street, dove gli indici Nasdaq e S & P500 hanno aggiornato nuovi record. Anche il Dow Jones è salito, annullando così tutte le perdite dell’anno. Nel frattempo, i futures hanno mostrato un inizio ancora positivo per il mercato estero dove le aspettative sono alte per i frazionamenti azionari di Apple e Tesla (rispettivamente 4×1 e 5×1). Il frazionamento azionario di Apple, tuttavia, sta anche determinando cambiamenti nel Dow Jones, con ExxonMobil, Pfizer e Raytheon sostituiti da Salesforce.com, Amgen e Honeywell per riflettere meglio l’economia degli Stati Uniti. Lunedì 31 agosto anche Tokyo ha fatto bene, con un aumento di oltre l’1%, nonostante l’enigma sulla successione del primo ministro Shinzo Abe dopo le dimissioni a sorpresa della scorsa settimana. Ma in Giappone, la produzione industriale sarebbe aumentata dell’8% a luglio su base mensile, registrando un incremento ben al di sopra delle aspettative. Più Warren Buffett, con il suo Berkshire Hathaway, ha superato la quota del 5% in cinque importanti società commerciali giapponesi e apre la possibilità di aumentare al 9,9% in ciascuno di essi. Le cinque società coinvolte sono Itochu, Marubeni, Mitsubishi Corp, Mitsui & Co e Sumitomo Corp. Il finanziere ha costruito le sue posizioni in un periodo di circa 12 mesi, spendendo probabilmente oltre 6 miliardi di dollari, sebbene l’importo esatto non sia stato reso noto. In Cina, invece, i dati sull’andamento del settore dei servizi hanno registrato buoni risultati, ma i dati sull’attività manifatturiera hanno deluso, poiché l’indice delle PMI è sceso in agosto dopo sei mesi consecutivi di crescita. L’indice si è attestato a 51 punti contro i 51,1 del mese precedente. Tuttavia, un indice superiore a 50 punti è sinonimo di espansione.

READ  Coronavirus, la paura del blocco affonda i mercati azionari, l'economia trema - Economia

Gli indici del Vecchio Continente sono partiti con un forte rialzo per poi rallentare a metà seduta, grazie al nervosismo provocato dall’andamento dei contagi in Europa e nel mondo. Parigi È il migliore, che beneficia dello sprint di Suez, dopo che Veolia è scesa in campo, offrendo a Engie l’acquisizione della sua quota. Un approccio che, in caso di successo, richiederà il successivo lancio di un’OPA e la creazione di un mega gruppo per il trattamento delle acque e dei rifiuti con un fatturato di circa 40 miliardi di euro.

Milano, dopo un aumento dell’1%, ha rallentato, riflettendo la debolezza dei finanziari. il diffusione e abbastanza stabile nella zona dei 150 punti, nonostante la revisione Istat della stima per il secondo trimestre 2020 per il peggiore, quello più colpito dalla pandemia. In dettaglio nel periodo da aprile a giugno l’economia italiana si è ridotta del 12,8% rispetto al trimestre precedente e del 17,7% rispetto al secondo trimestre del 2019. La stima preliminare rilasciata il 31 luglio mostrava un calo dell’economia rispettivamente del 12,4% e del -17,3% su base tendenziale. Inoltre l’Istat ha costantemente segnalato che l’inflazione ad agosto ha registrato un aumento dello 0,3% su base mensile e una diminuzione dello 0,5% su base annua (rispetto al -0,4% del mese precedente). In questa fase, l’inflazione acquisita per il 2020 è pari a zero per l’indice generale e + 0,8% per la componente core.

Andamento del mercato azionario FTSE Eb

Caricamento in corso…

Telecom in evidenza nel giorno chiave della rete unica

A Milano gli occhi sono fissi Telecom Italia il giorno chiave per la costituzione di una rete italiana unica. Oggi è in programma il consiglio di amministrazione di Cassa depositi e prestiti e della società di telecomunicazioni. Il consiglio di amministrazione di Tim è inoltre chiamato a dare il via libera alla creazione di FiberCop, società secondaria del network, a cui aderirà il fondo statunitense KKR, con una quota di circa il 37%. Fastweb sarà inoltre presente nella compagine sociale ed eventualmente, in un secondo momento, Tiscali, che ha firmato la scorsa settimana una partnership commerciale con Telecom. La posizione rimane sullo sfondo Enel, che si dice stia negoziando per vendere la sua partecipazione del 50% in Open Fiber al fondo australiano Macquarie.

READ  LVMH fa marcia indietro: salta l'acquisizione di Tiffany da parte del gruppo Arnault - Moda

Mediobanca in evidenza in attesa dei movimenti di del Vecchio

Nonostante il settore finanziario sia misto in Piazza Affari, le azioni di Mediobanca, in attesa dei movimenti di Leonardo Del Vecchio, che la scorsa settimana ha ricevuto il via libera dalla Bce per aumentare il capitale della banca oltre la soglia del 10% e fino al 20%. Rimbalzano ancheDiasorin, dopo la debacle delle ultime sessioni, scatenata dalla notizia che Abbott sta producendo test per il coronavirus estremamente veloci (il risultato è garantito in circa un quarto d’ora) e ad un prezzo bassissimo. Inoltre, l’anglo-francese Novacyt ha annunciato nei giorni scorsi il lancio di un test respiratorio, in grado di distinguere gli agenti responsabili della normale influenza invernale da quelli del Covid-19. Sono ben regolati Fiat Chrysler Automobiles, mentre il Ferrari, risentito anche della delusione per i risultati della Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *