I pazienti gravemente malati attraversano un processo di lutto, come li aiuti?

I pazienti gravemente malati attraversano un processo di lutto, come li aiuti?

Pazienti che devono imparare a convivere con la loro malattia, che piangono la loro perdita di salute. Come puoi gestirlo come infermiera? “Chiediti costantemente cosa è utile per il paziente”, afferma Tanja van Roosmalen, terapeuta del dolore e della perdita. Ne parlerà a Nursing Experience a dicembre.

Tanja van Roosmalen: “Sarebbe bello se gli infermieri potessero continuare a pensare in caso di perdita di salute: cosa è utile per il mio paziente?

I pazienti che sviluppano una malattia grave attraversano un processo di lutto. Devono imparare ad affrontare la perdita di salute. Come puoi, come infermiera, aiutarli in questo? Tanja van Roosmalen è una terapista del dolore e della perdita e sarà uno dei relatori all’esperienza infermieristica a Den Bosch dal 13 al 14 dicembre. Insegna lì il seminario Perdita della salute – Perdita della vita.

Cosa intendi per “perdita di vite umane”?

“Quando le persone pensano al dolore, spesso pensano alla perdita di qualcuno, ma puoi soffrire molte cose, inclusa la perdita della tua salute. Se hai avuto un ictus, per esempio, o ti è stata diagnosticata la sclerosi multipla o l’Alzheimer, la tua vita cambia radicalmente. È una perdita che puoi sperimentare ancora e ancora per tutta la vita in tutti i modi.

Parli di perdita primaria e secondaria, puoi spiegarlo?

“Spesso l’attenzione è al primo posto perdita primaria, quindi malattia o aspetto fisico come un’amputazione di una gamba. E questa perdita fisica influisce su molte altre cose nella vita del paziente, ecco tutto. perdita secondaria. Ad esempio, perde parte della sua identità, del suo lavoro, dei suoi hobby, del suo modo di interagire con il partner o del suo ruolo di genitore. Questo è suddiviso in sottodomini:

  • Fisico: a causa di un ictus unilaterale dopo un ictus, Frances non può più fare lunghe passeggiate, il suo passatempo preferito.
  • Psicologicamente: è spesso imbronciata, non sa più cosa la renda felice.
  • Social: Quindi l’hobby principale di Frances è camminare. La sua cerchia di amici è composta da escursionisti. Ora non può venire e perde qualche contatto con i suoi amici. Non può più svolgere il suo lavoro di agente di polizia locale. Il suo rapporto con il suo partner cambia a causa della sua dipendenza e della sua perdita di energia. La sua famiglia e i suoi amici la trattano come una paziente, non come una pari.
  • Significato: chi sono se non posso più fare tutto questo? Chi sono io senza il mio lavoro e i miei hobby?
READ  ORA CAMBIA TUTTO! Sogni, speranze, paure per un inverno (con la neve) che verrà »ILMETEO.it

Puoi vedere che la perdita secondaria ha un impatto importante e richiede la massima attenzione.

Cosa puoi fare come infermiera?

«Molto semplice in realtà. Puoi chiedere informazioni sulla perdita secondaria, poiché spesso ha conseguenze maggiori per il paziente. Una domanda per Frances potrebbe essere: “Come ci si sente a scoprire che non sai guidare e andare al lavoro?” Non devi dare consigli, ascolta. Riconoscere i sentimenti del paziente riguardo alla perdita. Non devi cercare cose che lo rendano più facile. Questo è un riflesso che spesso hanno gli infermieri.

Dico sempre che come badanti dobbiamo sopportare il nostro disagio, spesso ci concentriamo su soluzioni pratiche, ma in questo caso si tratta solo di esserci per qualcuno che ha tutta la sua attenzione. . È abbastanza.’

Come riconoscere un paziente in lutto per una perdita di salute?

“Può rimanere bloccato nel corpo di qualcuno. I pazienti a volte hanno mal di testa e mal di stomaco, dormono male, ecc. Potrebbe avere a che fare con la perdita.

Questo può essere visibile anche nel comportamento. Alcuni pazienti diventano esigenti. “Non ho suonato per niente, perché ci metti così tanto a venire?” Non hanno più il controllo sulla propria vita, tutto è un disastro e, soprattutto in un ospedale, le persone dipendono dagli altri. Questi pazienti cercano di prendere il controllo della loro situazione.

Non è sempre facile avere a che fare con pazienti esigenti.

«No, lo capisco. Ma può aiutarti come operatore sanitario a riconoscere e riconoscere questi comportamenti come far fronte alla perdita di salute. Ti aiuta a guardare il paziente con una visione più fluida. E poi lo includi inconsciamente nel contatto. Ti senti meno irritato.

READ  La pazza idea degli scienziati di usare la polvere di Marte

Quindi, se hai spazio, puoi sederti con il paziente e chiedere: “Cosa ti fa arrabbiare così tanto. Posso immaginare che sia noioso per te decidere quando cosa succede, che non puoi più determinare cosa vuoi fare.

Spesso i pazienti non sono consapevoli del loro comportamento. Tale conversazione può renderli consapevoli dei sentimenti alla base del loro comportamento. Può essere utile.

Nel seminario fai una distinzione tra trattamento orientato alla perdita e trattamento orientato al recupero in caso di perdita della salute, puoi spiegarlo?

“Come infermiera, devi sempre preoccuparti di ciò che è utile per il paziente. A volte è una conversazione, a volte è un’azione. Di fronte alla perdita della salute, i pazienti navigano tra pensieri focalizzati sulla perdita e pensieri riparatori. Lo mostro in base al modello a doppio processo.

Ad un certo punto un paziente riflette sulla perdita: cosa ho perso, qual è l’impatto sulla mia vita? Come infermiera, devi sederti sulle mani. Basta ascoltare e supportare.

Nella parte riparativa, i pazienti cercano di far fronte alla malattia. Cos’altro posso fare, come posso adattare la mia vita alle possibilità e ai limiti che semplicemente esistono? Come infermiera, devi rimboccarti di più le maniche. Come qualcuno a cui è stato diagnosticato il diabete e ha bisogno di un programma giornaliero. Puoi aiutare con quello.

I pazienti si alternano continuamente tra il cerchio orientato alla perdita e il cerchio orientato al recupero. È pratico riconoscerlo come infermiera. Quindi non preoccuparti se questa paziente di 25 anni, che sembrava aver fatto i conti con la malattia, prova un profondo dolore quando si rende conto che non può avere figli.

READ  Test di accensione fallito per il sistema di lancio della NASA che riporterà l'uomo sulla luna

Gli operatori sanitari spesso chiamano questa una ricaduta, ma non lo è. Il paziente si sposta nel cerchio orientato alla perdita. Ora la nostra sfida non è riportarla nell’altra cerchia il più rapidamente possibile, ad esempio dandole consigli per affrontare il panico. Come sarebbe non dare consigli e solo ascoltare? Questo non è necessariamente sbagliato, ma sarebbe bello se lei, come infermiera, potesse continuare a pensare in caso di perdita della salute: cosa è utile per il mio paziente? Spero che il modello a doppio processo in background possa aiutarti in questo.

Tanja van Roosmalen parlare del Esperienza infermieristica il 13 e 14 dicembre a Den Bosch. Dopo aver frequentato la sua sessione su come affrontare la perdita di salute, hai imparato:
– Che cos’è la “perdita di vite umane” per perdita di salute
– Quali perdite possono esserci sotto la superficie in un paziente
– Come ascoltare il dolore di un paziente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *