Il centro di assistenza residenziale è diventato molto più costoso in un anno

Il centro di assistenza residenziale è diventato molto più costoso in un anno

Un soggiorno in una casa di cura e di cura nel Limburgo è diventato più costoso del 4,5% in un anno. E’ quanto emerge da un’indagine dell’agenzia Cura e salute. Tra il 1 maggio 2021 e il 1 maggio 2022, il prezzo medio giornaliero nelle case di riposo fiamminghe è sceso da 60,80 euro a 63,79 euro. Questo aumento è superiore rispetto a una misurazione precedente, ma comunque inferiore all’aumento del costo della vita generale durante questo periodo. Logico, perché un aumento del costo della vita incide sempre con ritardo sui prezzi giornalieri.

In questa misura dei prezzi giornalieri sono stati inclusi un totale di 825 centri di assistenza residenziale con un totale di 83.577 unità abitative. I prezzi giornalieri in questi stabilimenti sono aumentati più che nel precedente periodo 2020-2021, quando l’aumento dei prezzi giornalieri era ancora contenuto all’1,23%, a fronte di un tasso di inflazione dell’1,46%. Ma l’aumento dei prezzi giornalieri nel 2022, al +4,9%, è ben al di sotto dell’aumento del costo della vita nello stesso periodo (+8,97%).

Joris Moonens, portavoce di Care and Health, spiega perché: “La procedura di indicizzazione dei prezzi giornalieri consente a una casa di riposo e alloggio di adeguare i propri prezzi con un certo ritardo all’aumento del costo della vita in un periodo passato. L’effetto del prezzo giornaliero le indicizzazioni al 1° maggio 2022 sono logicamente già superiori a quelle del 2021 a causa dell’aumento dell’inflazione, quindi possiamo aspettarci che i prezzi giornalieri siano ancora adeguati all’aumento del costo della vita.

La crescente longevità porta a un ulteriore aumento dei prezzi giornalieri
Le indicizzazioni sono quindi la principale spiegazione dell’aumento del prezzo giornaliero. Durante il periodo di misurazione precedente, c’erano ancora meno indicizzazioni del solito, forse un effetto della pandemia COVID. Con l’inflazione in forte aumento alla fine del 2021 e soprattutto all’inizio del 2022, molte case di cura sembrano aver iniziato a recuperare terreno: 751 case di cura su 825 hanno indicizzato almeno una volta il loro prezzo giornaliero. Questo è il 50% in più rispetto alla misurazione precedente. 139 di queste 751 case di cura hanno indicizzato il loro prezzo giornaliero una seconda volta durante il periodo di misurazione. Dopotutto, dal 1 marzo 2022, gli EHPAD possono indicizzare i loro prezzi giornalieri ogni 6 mesi per non finire nei guai a causa dell’inflazione elevata.

READ  Assolutamente da vedere nei cieli di dicembre, questo non accadeva da 800 anni. Vediamo cos'è "3B Meteo

Queste richieste di indicizzazione sono presentate a Care and Health. Data l’inflazione eccezionalmente elevata e la possibilità di indicizzare il prezzo giornaliero due volte l’anno, Care and Health può ora fornire anche una panoramica delle indicizzazioni richieste dopo maggio 2022 (vedi sito web). Joris Moonens: “Dal nostro punto di misurazione del 1 maggio 2022 e alla fine dello scorso anno, abbiamo rilevato che 651 case di cura hanno già applicato un’indicizzazione aggiuntiva. 36 case di cura hanno già indicizzato due volte. Queste indicizzazioni dopo la nostra misurazione si riferiscono a una media aumento giornaliero dei prezzi del 5,9%, che è più o meno in linea con l’aumento del costo della vita (CPI) del 5,5% nello stesso periodo dell’assistenza residenziale che non era stata indicizzata dal 2019 e che ora sta recuperando terreno.

Aumento dei salari e dei costi energetici
Le indicizzazioni sono necessarie per i centri di assistenza residenziale per assorbire l’aumento dei costi del lavoro, dei costi energetici, dei fornitori di servizi e altri costi. I prezzi giornalieri non sono ovviamente l’unica fonte di reddito per una struttura di assistenza residenziale. Ricevono anche vari rimborsi per le loro cure e servizi attraverso Care and Health. Queste indennità sono tutte adeguate all’aumento del costo della vita, ogni volta nel mese successivo al superamento dell’indice pivot. Ad esempio, le Fiandre versano un’indennità di base per l’assistenza in un centro di assistenza residenziale per ogni giorno in cui un residente rimane in un centro di assistenza residenziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *