Il contadino Jan commenta con entusiasmo la sua salute: “Posso tornare a camminare”

Il contadino Jan commenta con entusiasmo la sua salute: “Posso tornare a camminare”

Dopo tre mesi, Jan è tornata a casa con la sua famiglia. Un sollievo, soprattutto perché sta visibilmente meglio. “Non sono ancora abbastanza grande, ma sono appena salito sulla pala per la prima volta”, dice nell’intervista. Nonostante Jan non abbia ancora molta forza, non vuole arrendersi. L’agricoltore è anche ancora dipendente dai farmaci per combattere il dolore ai nervi causato dalla malattia, ma date le circostanze sta bene. “Sono abituato al lavoro fisico. Solo le mie gambe sono stanche a fine giornata”.

Jan è stato dimesso dal centro di riabilitazione la scorsa settimana. Da allora, la sua guarigione è progredita a passi da gigante. “Venerdì scorso sono venuto dal centro di riabilitazione con un deambulatore, ma c’è molta ghiaia in Danimarca, quindi non funziona. Poi ho iniziato a camminare con le stampelle per ritrovare l’equilibrio. Quando stavo salendo le scale ho dovuto lasciare una stampella in piedi E ad un certo punto, in quel momento, volevo andare verso i bambini che stavano giocando sul trampolino e ho pensato che lo sgabello fosse troppo lontano, quindi ora cammino senza di lui”.

Sua moglie Rianne spera per la salute di Jan, anche se la riabilitazione richiede molta pazienza. Non cambia il fatto che abbia avuto dei momenti di tensione quando le è stata diagnosticata la malattia. “Il paziente medio di Guillain-Barré ha toccato il fondo dopo quattro settimane, ma con Jan era solo dopo sei settimane e poi il vantaggio è stato ottenuto: può avere un secondo trattamento o dovrebbe andare in terapia intensiva? Ma per fortuna il secondo trattamento è andato molto bene beh, a differenza del primo,” dice.

READ  Creare un ambiente di lavoro sano? Quindi segui questi suggerimenti

La sindrome di Guillain-Barré (GBS) è un disturbo dei nervi esterni al sistema nervoso centrale: i nervi motori che corrono dal midollo spinale ai muscoli e i nervi sensoriali che corrono dalla pelle, dalle articolazioni e dai muscoli al midollo spinale. Le persone con Guillain-Barré spesso soffrono di debolezza muscolare, paralisi e disturbi sensoriali come intorpidimento e formicolio. La gravità della malattia varia da sintomi lievi a paralisi completa temporanea, in cui possono essere paralizzati anche i muscoli respiratori e facciali. La maggior parte dei pazienti guarisce.

La coppia ha parlato con entusiasmo della loro avventura danese l’anno scorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *