Il nuovo mercato della salute mentale aiuta i dipendenti a rimanere mentalmente in forma

Il nuovo mercato della salute mentale aiuta i dipendenti a rimanere mentalmente in forma

A causa della ristrettezza del mercato del lavoro, l’employer branding è ora più importante che mai. I datori di lavoro vogliono soddisfare il crescente bisogno di supporto sociale ed emotivo per il proprio personale. In precedenza era stato offerto un abbonamento a una palestra, ora è possibile aiutare i dipendenti a rimanere mentalmente in forma. Il 76% dei lavoratori nei Paesi Bassi pensa che sia importante investire nella propria salute mentale e che l’assistenza sia più efficace se il dipendente sceglie lui stesso il terapeuta. OOPKOP è un mercato della salute mentale preventiva, progettato per consentire ai datori di lavoro di dare facilmente ai propri dipendenti la libertà di lavorare sulla propria salute mentale. E per questo c’è entusiasmo: tra pochi mesi più di 25 aziende offriranno già il marketplace ai propri dipendenti.

Risparmiare sui costi con una migliore salute mentale

A causa del difficile equilibrio tra lavoro e vita privata, i datori di lavoro devono fare i conti con richieste mutevoli. La maggioranza dei dipendenti nei Paesi Bassi pensa che sia importante investire nella propria salute mentale. Il fatto che 1,2 milioni di olandesi oggi soffrano di denunce di burnout dimostra che questa esigenza dovrebbe essere presa sul serio. Un terzo dell’assenteismo nel nostro Paese è dovuto all’affaticamento mentale, molto costoso per i datori di lavoro. Per la prima volta, i ricercatori hanno recentemente calcolato quanto denaro può essere risparmiato*. Migliorare la salute mentale di un milione di adulti del 5% potrebbe far risparmiare 144 milioni di dollari.

propria scelta

Per prevenire i reclami di burnout, i datori di lavoro spesso assegnano un business coach permanente ai propri dipendenti. Un bene, ma questo coach non è adatto a tutti e le persone preferiscono scegliere un praticante adatto alla richiesta di aiuto. Inoltre, non tutti i dipendenti si sentono sicuri e liberi di indicare che hanno bisogno di cure psicologiche. Ad esempio, le persone temono che possa influire sul loro lavoro.

READ  240.000 olandesi sono stati vittime di bullismo nel 2021

mercato della salute mentale

I dipendenti che si sentono bene con se stessi se ne vanno meno rapidamente, sono meno assenti e sono più produttivi. OOPKOP riunisce professionisti certificati di alta qualità con copertura nazionale. L’offerta è ampia con almeno 125 operatori sanitari affiliati e spazia dal coaching e dalla leadership personale alla meditazione e al respiro. I datori di lavoro possono lasciare che i loro dipendenti scelgano la cura mentale preventiva, sapendo che il trattamento alla fine va a beneficio di tutti.

Alleggerire le risorse umane con una gamma diversificata

È molto lavoro per i professionisti delle risorse umane creare la migliore corrispondenza a livello individuale. La loro offerta è quindi spesso limitata a uno psicologo oa un coach. Ma parlare non è la forma migliore per tutti, ad esempio alcune persone traggono maggiori benefici dal lavoro fisico. Per un processo efficiente con risultati misurabili, OOPKOP avvia il processo con un bilancio mentale e una consulenza in cui, insieme a un consulente senior, esaminiamo l’offerta che meglio soddisfa la richiesta di aiuto. OOPKOP alleggerisce così un dipartimento delle risorse umane e fornisce un supporto personalizzato.

*Scheda informativa “Interventi e politiche efficaci per la salute mentale e la prevenzione” di RIVM, Trimbos Institute e GGD GHOR Nederland.

A proposito di OOOPKOP

OOPKOP è africano e significa “mente aperta”. OOPKOP riunisce fornitori di servizi di salute mentale di qualità in un mercato accessibile. Sviluppato per aiutare i dipendenti a rimanere mentalmente in forma con la migliore offerta e consigli personalizzati. Individuali, anonimi e dal risultato misurabile grazie a un check-in mentale periodico ogni 3 mesi. https://www.oopkop.nl/

Questo articolo è un post inviato e non è responsabilità degli editori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *