Interpera: “Il raccolto di pere in Europa sarà nella media quest’anno”

I principali paesi europei di pere prevedono una resa media per il 2022. Anche la qualità dei frutti nei Paesi Bassi, Belgio, Italia, Francia e Spagna sembra finora buona.

Mercoledì, gli specialisti del paese hanno spiegato come si svolgerà la stagione di crescita e il raccolto previsto. Hanno parlato all’Interpera International Pear Conference di Rotterdam. Non c’erano delegati dalla Germania e dalla Polonia.

Il co-direttore Joop Vernooij di Staay Food Group ritiene che il raccolto di pere nei Paesi Bassi sarà paragonabile a quello del 2020. “La fioritura è stata precoce ma buona, con pochi danni da gelo sulla maggior parte degli appezzamenti”, afferma. . “Ottimo anche l’allegagione. Il numero è sufficiente e la qualità sembra buona. Tuttavia, ci sono danni da grandine in alcuni luoghi del Betuwe”, osserva Vernooij. “Inoltre, le differenze regionali non sono grandi”.

Gelo notturno in Belgio

La prognosi per il vicino Belgio è praticamente la stessa. Tuttavia, il paese ha dovuto affrontare il gelo nella notte tra il 2 e il 3 aprile. In alcuni luoghi la temperatura è scesa a 6 gradi sotto zero. Ciò ha causato molti danni, specialmente sulle pere Conference. Il vantaggio di questa varietà è che può comunque incastonare bene anche se il fiore è danneggiato. In termini di volume, il Belgio prevede di raccogliere un po’ meno rispetto allo scorso anno.

L’Italia è positiva per la vendemmia 2022. L’anno scorso c’è stato un raccolto scarso nel paese dell’Europa meridionale a causa dei danni causati dalle gelate notturne in primavera e successivamente con l’insetto dello scudo. In questa stagione, l’Italia prevede di raccogliere buone pere grazie all’eccellente periodo di fioritura e alla normale allegagione.

READ  Vaccini, via libera ad AstraZeneca per over 65 - Salute

Riduzione della superficie di Abate e Conference

Ci aspettiamo molto dal Kaiser Alexander e dal Doyenné du Comice in particolare. Per inciso, la superficie delle varietà alte Abate e Conference è diminuita. I francesi prevedono un leggero aumento della produzione. L’anno scorso, la Francia ha subito molti danni a causa delle forti gelate primaverili.

La produzione al Nord sarà anche migliore che altrove. L’impatto del gelo notturno all’inizio di aprile 2022 non è eccezionale. La qualità del frutto sembra buona con a volte una pera deforme. La Spagna ha dovuto affrontare un periodo di gelo intenso e prolungato ad aprile. Pertanto, il paese prevede di raccogliere meno pere rispetto allo scorso anno.

Inizialmente gli alberi erano gravemente rachitici, ma a causa delle attuali temperature elevate, i frutti stanno recuperando terreno. I raccoglitori portoghesi sono meno occupati. In Portogallo, le pere sono state danneggiate dall’inverno secco e poi da tanta pioggia e grandine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.