Kate Middleton porta un fiore a Sarah “rapita e uccisa dall’agente di Scotland Yard”

Anche, pure Kate Middleton voleva mostrare personalmente la sua vicinanza ai membri della famiglia di Sarah Everard, il giovane direttore marketing ucciso, presunto da un agente di Scotland Yard. UNA omicidio questa inorridito il Gran Bretagna e che ha visto anche il discorso del primo ministro Boris Johnson sui social media. Il 33enne era scomparso a mezz’aria il 3 marzo verso le nove di notte mentre si trovava tra due zone residenziali di Londra. Il corpo è stato ritrovato nei giorni scorsi durante una battuta di caccia in un bosco del Kent nel sud dell’Inghilterra. L’agente di Scotland Yard è stato formalmente accusato di rapimento e omicidio e successivamente arrestato, Wayne Couzens, 48 anni, comparso oggi in tribunale. Negli ultimi due giorni, il poliziotto è stato portato al pronto soccorso in due occasioni per le ferite alla testa che ha riportato nella sua cella.

Parigi, Alisha, 14 anni, trovata morta nella Senna: “L’hanno uccisa due compagni di classe”

La duchessa di Cambridge, che sembrava molto commossa, è stata ritratta mentre rendeva omaggio con un mazzo di fiori in memoria della giovane donna a Clapham Common, a sud di Londra. Middleton, con una scorta minima e anzi molto discreta, si è fermato in preghiera davanti alla sempre crescente esposizione di fiori, cartoncini e candele: un omaggio messo insieme da amici, familiari e concittadini di Sarah. Lo stesso Primo Ministro Johnson ha detto che accenderà una candela in ricordo della giovane donna.

Tra gli altri, l’arrivo della moglie di Principio di William ha ricordato le polemiche sui raduni banditi durante questo periodo Covid: molti hanno protestato contro il divieto di esprimere il proprio dolore per la terribile morte del 33enne. E alla fine, la “fiaccolata” (luci dei telefoni cellulari) è cresciuta di dimensioni imponenti quanto l’orrore dell’omicidio di Sarah.

READ  Coronavirus Today, Bulletin and Covid Inections 30 ottobre. In Emilia Romagna 11 vittime

I francobolli sono Scotland Yard

Un’indagine interna sugli organi disciplinari della polizia britannica è stata annunciata oggi a Scotland Yard, a seguito dell’arresto dell’agente accusato di omicidio nel caso Sarah Everard. La giovane era scomparsa per aria il 3 marzo verso le nove di sera mentre andava tra due quartieri residenziali di Londra, dopo essere andata a trovare un amico. La storia ha inorridito l’intero Regno Unito, ha suscitato paura e allarme nella capitale e ha scatenato proteste diffuse da parte delle donne. La polizia metropolitana, il cui comando negli ultimi anni è stato affidato per la prima volta nella storia ad una donna, Cressida Dick, è al centro delle polemiche per aver ignorato nel recente passato il comportamento sospetto dell’ufficiale ora arrestato: già coinvolto in un presunto episodio di esibizionismo e indecenza pubblica, ma rimase in silenzio a prestare servizio nei ranghi dell’unità di sorveglianza armata d’élite delle potenze londinesi (comprese Downing Street o Westminster), ambasciate e uffici diplomatici.

Droga, arrestato in Brasile il latitante Massimo Iacozza del clan Zizzo

Protesta delle donne

Intanto cresce anche la polemica sulla veglia di solidarietà per le vittime di violenze e abusi e sulla richiesta di libertà di movimento per le donne britanniche e sicurezza nelle strade annunciata per oggi, ma che la polizia ha bandito a causa delle regole ancora in vigore. blocco anti-Covid; i promotori si sono rivolti ai giudici dell’Alta Corte di Londra, mentre in parlamento i parlamentari laburisti dell’opposizione hanno esortato Priti Patel, ministro degli Interni nel governo Tory di Boris Johnson, a prendere posizione in difesa del raduno ea partecipare di persona.

READ  Consultazioni, trattative in corso per il conte. Ma sul tavolo del governo ci sono altri due nomi: Il Tempo

Ultimo aggiornamento: 22:30


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *