Koophuis probabilmente non dovrebbe comunque essere assegnato a persone sulla lista delle priorità

Koophuis probabilmente non dovrebbe comunque essere assegnato a persone sulla lista delle priorità

Casa in vendita a Voorburg.  Immagine Lina Selg

Casa in vendita a Voorburg.Immagine Lina Selg

Giovedì la Camera dei Rappresentanti ha tenuto “un dibattito ideologico fondamentale” sul fatto che un proprietario di casa possa decidere da solo a chi vendere la sua casa – come avviene attualmente – o se il governo possa influenzare il modo in cui è periodi di grande carenza di alloggi in cui gli alloggi disponibili sono distribuiti tra i richiedenti alloggio.

Se dipende dal ministro dell’edilizia abitativa del CDA, Hugo de Jonge, in queste circostanze eccezionali metterà gli interessi del cercatore di alloggio al di sopra di quelli del venditore di alloggi. La sua nuova legge sugli alloggi afferma che ora i comuni possono “designare” metà di tutti gli alloggi in affitto disponibili e metà di tutti gli alloggi occupati dai proprietari fino a 355.000 euro (questo importo sarà probabilmente più alto) come alloggi a prezzi accessibili.

Secondo il disegno di legge, solo le persone che hanno ricevuto un permesso prioritario dal comune possono vivere in queste abitazioni. Si tratta di persone appartenenti a determinate fasce di reddito, residenti nel proprio comune o persone con una “professione cruciale”, come insegnanti o infermieri.

Danni alla proprietà

I partiti di governo VVD e D66 possono conviverci se metà degli alloggi nuovi e in affitto ora va a gruppi prioritari, ma giovedì si sono opposti con forza ai piani per includere nelle nuove regole anche gli alloggi occupati dai proprietari esistenti. Per i due partiti al potere si tratta di un “attentato al diritto di proprietà”.

“Se hai una casa in vendita – per la quale hai lavorato duramente – potrebbe non essere che il comune possa determinare a chi puoi venderla”, ha detto giovedì il deputato del D66 Faissal Boulakjar durante il dibattito parlamentare sul controverso disegno di legge. legge. “Colpisce la libertà di scelta delle persone”. D66 teme, tra l’altro, che il regolamento possa ostacolare il flusso se si scopre che le persone sono autorizzate a vendere le proprie case solo a gruppi prioritari (a basso reddito).

Il deputato del VVD Peter de Groot ha insistito sul fatto che il disegno di legge può avere un impatto importante sul valore di una casa, poiché il numero di potenziali acquirenti diminuirà. “Supponi di avere sei potenziali acquirenti, ma cinque non soddisfano i requisiti comunali e uno sì. Quindi l’acquirente rimanente ha molto potere sul prezzo che puoi ottenere per la casa.

La legge può essere silurata

La resistenza dei partiti di governo VVD e D66 non è una buona notizia per il ministro De Jonge. Anche se lo scorso autunno il suo disegno di legge si stava dirigendo verso il sostegno di una maggioranza parlamentare, ci saranno dubbi sul fatto che il disegno di legge passerà al voto di martedì prossimo. Oltre a VVD e D66, anche JA21 e il gruppo Van Haga non sono entusiasti. Insieme hanno 64 posti a sedere. Hanno ancora bisogno di 12 seggi per la maggioranza e potrebbero benissimo provenire da Forum, SGP, Volt, BBB e uno dei solisti Omtzigt, Gündogan o Den Haan.

Non sorprende quindi che giovedì sera De Jonge abbia difeso con fervore la sua legge alla Camera. Ha negato che la legge costituisca una grave violazione della legge sulla proprietà, ma ha affermato che “solo la cerchia degli acquirenti può ridursi leggermente” se si scopre che una casa è per “un certo gruppo di reddito”. Da questo piccolo gruppo di offerenti, il venditore può ancora “decidere a chi vendere questa casa e per quale importo”, secondo De Jonge.

Il ministro ha precisato che con il disegno di legge risponde a un desiderio di molti comuni. Spesso hanno a che fare con giovani esordienti che non riescono a trovare un alloggio nel paese in cui sono cresciuti, poiché vengono sempre battuti in una gara d’appalto da cercatori di alloggi più facoltosi di altri comuni.

La prossima settimana dimostrerà se De Jonge è riuscito a convincere la Camera dei Rappresentanti. Poi arriva il Senato, dove il ministro non ha ancora un appoggio sicuro.

READ  Eijsink Hengelo rilevata dal colosso tedesco e ora è la sorella di Makro | Hengelo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *