La Depressione? Il tuo istinto potrebbe essere il colpevole

Batteri dalla bocca al microscopio elettronico.Immagine Getty Images/Scienza Foto Bilancia

A lungo termine, i risultati offrono possibilità entusiasmanti per trattamenti completamente nuovi per la depressione, afferma la psichiatra e ricercatrice Anja Lok (Amsterdam UMC), coinvolta in entrambi gli studi. “Molti pazienti sono stati aiutati dagli antidepressivi o dalla terapia cognitivo comportamentale, ma non tutti. Speriamo in futuro di poterli curare anche con i probiotici (i batteri “buoni”, ed.) o cibo. O usando l’analisi della flora intestinale per prevedere chi risponde a quale terapia.

Ogni anno, tale 9 percento degli olandesi che soffrono di depressione, secondo i dati del Trimbos Institute. Che la causa debba essere ricercata nell’addome è meno inverosimile di quanto talvolta si creda. Sempre più studi mostrano a vedere l’interazione tra la nostra flora intestinale e la salute. Allo stesso tempo, i suoni sono organizzati critico su studi che affermano un’influenza curativa del cibo sulla depressione.

I microbi anormali possono influenzare il cervello

Per i nuovi studi, pubblicati martedì sulla rivista specializzata Comunicazione Natura, oltre 1.000 residenti di Rotterdam e 3.200 residenti di Amsterdam hanno completato questionari standardizzati sui sintomi depressivi (ma nessuna diagnosi formale). Lo hanno fatto in due grandi studi a lungo termine: lo studio Rotterdam (dell’Erasmus Medical Center) e HELIUS (Amsterdam UMC). I soggetti hanno anche inviato le feci ai laboratori di ricerca.

Lì si è scoperto che tredici ceppi batterici sono più o meno presenti nelle feci di soggetti con sintomi depressivi. Lo ha fatto indipendentemente dall’etnia avevano, qualcosa che non era stato esplorato prima.

I ricercatori scrivono che i microbi anormali possono influenzare il cervello attraverso le sostanze che producono, come il glutammato, il butirrato e la serotonina. Nel nostro cervello, questi svolgono un ruolo importante nella comunicazione tra le cellule cerebrali. Questa comunicazione è spesso interrotta nella malattia mentale.

I batteri produttori di butirrato, tra gli altri, erano sottorappresentati nelle persone con sintomi depressivi. Ciò è in linea con una ricerca belga comparabile del 2019. studia ha scoperto che i batteri del butirrato erano più comuni nella flora intestinale delle persone che erano soddisfatte della loro qualità di vita.

“Non è stata ancora dimostrata una relazione causale tra flora intestinale e depressione”

“La cosa fantastica è che i ricercatori hanno studiato molti soggetti di prova e verificato i loro risultati in un secondo gruppo di partecipanti”, risponde Esther Aarts, professoressa di nutrizione e cognizione alla Radboud University Nijmegen, che non è coinvolta negli studi. “Il campo di ricerca sull’influenza dei batteri intestinali sul nostro cervello è giovane e consiste ancora principalmente in piccoli studi”.

Tuttavia, dai risultati non si può concludere immediatamente che una flora intestinale alterata porti alla depressione, sottolinea. “Non è possibile dimostrare una tale relazione causale con questi tipi di studi. Considero principalmente questi risultati come un punto di partenza per la ricerca futura.

Secondo Aarts, ci sono ancora molte domande senza risposta. Ad esempio, una sostanza come la serotonina non può semplicemente passare dall’intestino al cervello, perché ha uno speciale strato protettivo. “E quello che mi colpisce è che l’influenza della dieta non è stata studiata come fattore esplicativo. Le persone depresse spesso mangiano in modo diverso. E una dieta modificata a sua volta influenza la flora intestinale.

“Non possiamo davvero trarre alcuna conclusione su causa ed effetto”, riconosce lo psichiatra Lok. “Probabilmente c’è un compromesso, proprio come con il sonno. Se non dormi bene, corri un rischio maggiore di depressione; se soffri di depressione, spesso perdi il sonno. Per testare più direttamente le relazioni causali, ha pianificato, tra le altre cose, uno studio in cui ai pazienti depressi viene somministrato butirrato.

READ  Come la guerra in Ucraina provoca morti indirette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *