La NASA ha quasi perso il satellite Marte dopo “gravi problemi” | ADESSO

L’agenzia spaziale della NASA ha perso i contatti con il suo satellite MAVEN in orbita attorno a Marte alla fine di febbraio. Dopo mesi, tutto funziona di nuovo bene, ma il satellite è stato quasi perso, ha affermato la ricercatrice della NASA Shannon Curry. spazio.com

Alla fine di febbraio, MAVEN ha riscontrato problemi con gli strumenti che misurano l’orientamento del satellite. Di conseguenza, non è stato possibile registrare la rotazione dell’aeromobile e non è stato possibile regolare la traiettoria in caso di deviazioni.

A causa dei problemi, MAVEN è entrato in una modalità sicura che lo ha mantenuto addormentato. Nel frattempo, un team di sviluppatori stava lavorando sulla Terra su un nuovo sistema che avrebbe consentito al satellite di navigare in un modo diverso.

Il team stava lavorando da tempo su un nuovo software di navigazione, che utilizza le stelle come punti di riferimento. Il sistema doveva essere pronto in ottobre, ma a causa di mesi di sviluppo prima del previsto, è stato possibile caricarlo prima sul satellite. Di conseguenza, è stato possibile ripristinare MAVEN a fine maggio.

Secondo Curry, la transizione del satellite in modalità provvisoria non è stata catastrofica. “Ma siamo andati molto vicini alla perdita del satellite”. Definisce i problemi di MAVEN “molto seri e spaventosi”.

MAVEN sta per Mars Atmosphere and Volatile Evolution ed è in orbita attorno a Marte dal 2014. Il veicolo spaziale studia l’atmosfera marziana e funge da stazione di passaggio per la comunicazione tra la Terra e i rover su Marte.

READ  Covid, il ministero è d'accordo sul test della saliva. Sasso: "Ottima soluzione per diplomati"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.