La prima immagine di Marte dalla sonda Hope degli Emirati Arabi Uniti

Circa una settimana fa sonda Hope di Emirati Arabi Uniti lei è riuscita per adattarsi correttamente in orbita intorno marzo. Un’operazione complessa e piena di incertezze, soprattutto quando l’esperienza dell’agenzia spaziale è limitata. Nonostante tutto, gli Emirati Arabi Uniti hanno potuto festeggiare e recentemente il primo primo piano del pianeta rosso.

Clicca sull’immagine per ingrandirla

La sonda Hope ha scattato la prima immagine di Marte

Con un breve Tweeter tracciamento delle immagini, ilaccount ufficiale dello sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan scrisse “La trasmissione della prima immagine di Marte da parte della sonda spaziale Hope è un momento cruciale nella nostra storia e segna l’adesione degli Emirati Arabi Uniti alle nazioni avanzate coinvolte nell’esplorazione spaziale. Speriamo che questa missione porti a nuove scoperte su Marte. Da cui l’umanità trarrà beneficio “.

Attualmente è un’immagine inaugurale e in futuro arriveranno altre immagini oltre a una raccolta di dati di vario tipo che ci permetteranno di conoscere meglio marzo e la sua struttura. Ricorda che questa missione non include un lander o un rover e quindi rimarrà “solo” in orbita attorno al pianeta rosso.

Eppure è un successo per un’azienda relativamente giovane di questo settore, dove l’esperienza ha un peso enorme. Si ricorda inoltre che questa sonda ha una dimensione di 3 x 7,9 metri mentre la sua massa si assesta sui 1350 kg. L’energia è fornita da grandi pannelli solari che forniscono l’energia necessaria per batterie e sistemi.

Sonda di Marte

Il lancio di sonda Hope è successo l’anno scorso (a luglio) grazie ad un razzo giapponese. Non è stato messo in orbita fino al 10 febbraio 2021. Tra gli strumenti a disposizione dei ricercatori troviamo:

  • Emirates Mars InfraRed Spectrometer (EMIRS): spettrometro a infrarossi per l’analisi dell’atmosfera fino a 50 km di altitudine e per l’analisi delle tempeste di sabbia e della presenza di acqua
  • Emirates eXploration Imager (EXI): per scattare foto ad alta risoluzione
  • Emirates Mars Ultraviolet Spectrometer (EMUS): analisi dell’alta atmosfera per cercare molecole di ossigeno e idrogeno.
READ  TRAPPISTA-1: pianeti fratelli anche nella composizione

Seguici sul nostro Canale Instagram, molte novità in arrivo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *