La scienza ti dice perché se respiri male, sbagli negli affari

La respirazione è essenziale per vivere e senza aria nessun essere vivente potrebbe continuare ad esistere. Tuttavia, non tutti respiriamo allo stesso modo, anzi la maggior parte di noi commette errori di respirazione che, come vedremo, possono essere costosi e non parliamo metaforicamente.

La respirazione è fondamentale nella nostra vita ma molto spesso abbiamo cattive abitudini mentre facciamo questo gesto che finiscono per avere un impatto significativo su tutto l’organismo. Ma soprattutto, la cattiva respirazione finisce per avere un impatto sul cervello. Quando respiriamo male sviluppiamo più facilmente paura ansia paranoia e priviamo il nostro cervello e le risorse cruciali nell’attività di problem solving. In effetti, risolvere un problema è un’attività molto sofisticata e per farlo il cervello ha bisogno di funzionare al meglio. Purtroppo, però, quando siamo stressati e sotto pressione, finiamo per respirare nel peggior modo possibile. Infatti, spesso facciamo respiri brevi che non sono diaframmatici.

Ecco come farlo e perché è importante

In tal modo, stiamo gradualmente lasciando il nostro cervello in debito di ossigeno e costringendolo a funzionare male. È facile quindi innescare un circolo vizioso che ci porta a soffrire, a pensare male, prendere decisioni sbagliate, generare nuovo stress, ecc. In particolare, i ricercatori di In particolare, la Northwestern University Feinberg School of Medicine ha dimostrato che il modo in cui si respira genera una particolare attività elettrica. nel cervello e modifica sia la memoria che le emozioni. In particolare, una delle emozioni più colpite dalla cattiva respirazione è la paura. Quindi la tensione ci fa respirare male, la paura aumenta con l’aumentare della tensione. Il cervello inizia a funzionare male e a prendere decisioni sconsiderate che aumentano lo stress. Un circolo vizioso molto pericoloso. E ti fa male e molto.

READ  Fisica, entusiasmo per il muone e dubbi sulla "risposta inaspettata" all'esperimento - Corriere.it

Leggi anche: Pagamenti, app per tablet e non solo: su WhatsApp cambia tutto

È così che a volte prendiamo decisioni molto sbagliate che difficilmente riconosciamo. Ma qual è il modo corretto di respirare?

Leggi anche: Vediamo se le auto blu stanno diminuendo o aumentando. I numeri non mentono

La respirazione corretta è lenta, profonda e diaframmatica, cioè “di pancia”. In effetti, ci deve sembrare che la pancia si stia gonfiando e non il petto. In questo modo, forniremo al nostro cervello lo strumento principale per funzionare e aiutarci a prendere le decisioni giuste in tutte le aree della nostra vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *