La Virtus batte Treviso e torna in semifinale dopo 14 anni

Per la prima volta dal 2007, la Virtus Bologna torna alla semifinale dei Playoff LBA: la squadra di Djordjevic arretra di doppia cifra nel primo tempo ed è ancora a -12 a 15 ‘dal termine, ma riesce a recuperare la coraggiosa squadra di Menetti per qualificarsi al turno successivo, dove affronterà Happy Casa Brindisi.

Primo tempo divertente, equilibrato ed efficiente nei primi 15 minuti, con Vu Nere avanti 6 sul 39-33. A questo punto, però, i padroni di casa sono scatenati e soprattutto David Logan: il Treviso chiude il primo tempo con un parziale di 28-7, in cui il 38enne mette a segno tre triplette consecutive.

Uscendo dagli spogliatoi, la Virtus cambia registro con un controtaglio di 22-7 che vale il gancio a 68, con Treviso che chiude in vantaggio di 30’70 -68. La finale è in volata: Treviso avanti 5 a 38 ‘ma la Virtus risponde con un pesantissimo 8-0 (da 87-82 a 87-90). De ‘Longhi però non molla e Imbrò mette a segno le punizioni che valgono i tempi supplementari visto l’errore di Teodosic sulla sirena al 40’.

Ulteriore, invece, che si apre con la sesta tripla di Pajola della serata e in cui la Virtus conduce per 5 ‘, siglando la qualificazione con una tripla su corner di Belinelli.

Pajola chiude con 25 punti, 7 assist e 6/7 d’arco; 17 + 5 + 7 per Teodosic, 11 per Markovic e 10 punti ciascuno per Ricci (9 rimbalzi ma 2/7 su 3), Belinelli e Gamble. 25 (con 6 assist e 6 falli subiti) punti anche di Logan, 19 di Russell e 16 di Mekowulu per un Treviso che chiude di testa altissima.

READ  "Il mio gesto è per ...", esclama Antonella Elia "Sei patetico"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *