Le palle di criceto non vaccinate si restringono a causa della corona


Nei criceti infettati dal coronavirus, stabilito che i loro testicoli erano piccoli. C’era anche una significativa riduzione del numero di spermatozoi e il livello di testosterone era diminuito. Gli effetti collaterali sono stati osservati solo nel gruppo di criceti non vaccinati.

Questo Ricerca è stato condotto nei mesi scorsi dai ricercatori dell’Università di Hong Kong ed è stato pubblicato venerdì. Ai criceti è stato iniettato il virus Covid-19 attraverso il naso, dopodiché gli animali sono stati uccisi ed esaminati tra 1 e 120 giorni dopo l’infezione. Il calo di sperma e testosterone era già misurabile dalla prima settimana, così come il grave danno ai tessuti intorno ai testicoli. Anche le dimensioni e il peso delle palline di criceto sono diminuiti in modo significativo. Il gruppo di criceti che era stato pre-vaccinato contro il coronavirus non ha mostrato questi effetti collaterali.

“SARS-CoV-2 può causare lesioni testicolari acute e croniche nei criceti ed è coerente con segnalazioni aneddotiche di infiammazione testicolare clinica e carenza di testosterone nei pazienti maschi guariti con COVID-19”, hanno affermato i ricercatori.

I criceti sono ampiamente utilizzati nella ricerca sulle conseguenze dell’infezione da corona, perché i loro corpi reagiscono ai virus che colpiscono le vie respiratorie allo stesso modo di quelli umani. Tuttavia, i ricercatori sottolineano che i confronti diretti tra criceti e umani non possono essere effettuati direttamente, a causa delle differenze biologiche. Tuttavia, la ricerca sui criceti può fornire indizi utili per ulteriori ricerche sugli esseri umani.

In Italia, tra l’altro, sono in corso anche ricerche sui problemi di erezione dovuti al Covid-19. Un primo studio su 100 uomini, un quarto dei quali è stato infettato dalla corona, suggerisce che esiste davvero un legame tra la malattia ai testicoli e il Covid-19.

READ  Variante Omicron, il virologo Silvestri: "Basta con questa isteria collettiva"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *