L’EMA dà il via libera al secondo booster per le persone con più di 80 anni

L’EMA dà il via libera al secondo booster per le persone con più di 80 anni

L’Agenzia europea per i medicinali EMA e l’Agenzia europea della sanità ECDC hanno dato il via libera a una seconda dose di richiamo per le persone di età pari o superiore a 80 anni.

Per la popolazione adulta generale, non vi è ancora evidenza del valore aggiunto di una seconda dose di richiamo.

Le autorità sanitarie europee basano il loro giudizio sui dati provenienti da Israele. Ciò dimostra che una seconda dose di richiamo (o quarta iniezione corona) quattro mesi dopo la prima iniezione di richiamo aumenta nuovamente il numero di anticorpi a un livello più alto senza causare ulteriori effetti collaterali. Un secondo richiamo fornirebbe anche una protezione aggiuntiva contro un decorso grave della malattia. Tuttavia, non è ancora noto per quanto tempo durerà l’effetto e le prove sono attualmente ancora piuttosto limitate.

Ad oggi, non ci sono prove per la popolazione adulta in generale che la protezione stia diminuendo o che un quarto vaccino offra un valore aggiunto, sottolineano le due organizzazioni.

In Belgio, la Conferenza interministeriale per la sanità pubblica considera normalmente un possibile secondo richiamo dopo le vacanze di Pasqua.

Per la popolazione adulta generale, non vi è ancora evidenza del valore aggiunto di una seconda dose di richiamo. Le autorità sanitarie europee basano il loro giudizio sui dati provenienti da Israele. Ciò dimostra che una seconda dose di richiamo (o quarta iniezione corona) quattro mesi dopo la prima iniezione di richiamo aumenta nuovamente il numero di anticorpi a un livello più alto senza causare ulteriori effetti collaterali. Un secondo richiamo fornirebbe anche una protezione aggiuntiva contro un decorso grave della malattia. Tuttavia, non è ancora noto per quanto tempo durerà l’effetto e le prove sono attualmente ancora piuttosto limitate. Ad oggi, non ci sono prove per la popolazione adulta in generale che la protezione stia diminuendo o che un quarto vaccino offra un valore aggiunto, sottolineano le due organizzazioni. In Belgio, la Conferenza interministeriale per la sanità pubblica considera normalmente un possibile secondo richiamo dopo le vacanze di Pasqua.

READ  Ecco l'opinione del divulgatore Bill Nye sulla negazione scientifica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *