Ospedali rimproverati per essere meno collaborativi con la cardiochirurgia pediatrica |  ADESSO

Ospedali rimproverati per essere meno collaborativi con la cardiochirurgia pediatrica | ADESSO

Nonostante la tensione che circonda la sopravvivenza dei reparti di cardiochirurgia pediatrica, gli ospedali devono continuare a lavorare bene insieme. Questo dire giovedì l’Ispettorato per la salute e l’assistenza ai giovani.

L’Ispettorato rileva che i quattro ospedali condividono tra loro meno conoscenze rispetto a prima. Anche i cardiochirurghi ancora in formazione sono meno scambiati.

Gli ospedali forniscono sempre cure di qualità e sicure, sottolinea l’ispezione. Ma la collaborazione è cambiata. “Questi colli di bottiglia sono legati a tensioni reciproche sul futuro focus di questa cura”.

Si prevede che alla fine due dipartimenti di cardiochirurgia pediatrica rimarranno nei Paesi Bassi. Attualmente, Erasmus MC a Rotterdam, UMC Groningen e UMC Utrecht hanno un tale dipartimento e c’è una partnership in quest’area tra LUMC e Amsterdam UMC. Il ministro Ernst Kuipers (Sanità pubblica) sta attualmente indagando sui due siti che potrebbero mantenere il dipartimento.

Secondo l’ispezione, nel frattempo gli ospedali dovrebbero continuare a fare del loro meglio per collaborare. Devono inoltre prepararsi al trasferimento o alla ripresa delle cure nel campo della cardiochirurgia pediatrica.

READ  Meta finalmente disconnette il progetto del data center in Zeewolde

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *