Preoccupazioni per un’insostenibile epidemia di omikron in Cina

Preoccupazioni per un’insostenibile epidemia di omikron in Cina

Dall’inizio della pandemia, la Cina si è impegnata in una “politica zero covid”: ogni volta che il virus si presenta da qualche parte, interviene immediatamente per spegnere l’epidemia. Ma questa politica non sembra più sostenibile: la popolazione cinese non accetta più misure rigorose. E ora la variante omikron, che è molto più contagiosa di qualsiasi variante precedente, colpisce una popolazione di 1,4 miliardi di persone con bassa immunità. Gli scienziati temono un boom di ricoveri e decessi, e un’esplosione di nuove sottovarianti.

1 Com’è la pandemia in Cina?

La Cina ha riportato 159.000 nuovi casi di corona confermati a settimana il 14 novembre. Questo numero è in calo dopo un picco di 334.000 il 3 ottobre: ​​la Cina sta cercando di contenere la nuova ondata con confinamenti, test e quarantene. L’ondata precedente aveva raggiunto il picco alla fine di maggio con 576.000 casi a settimana.

Grazie alla sua rigorosa politica zero-covid, la Cina ha finora avuto molti meno casi di coronavirus e decessi rispetto a molti altri paesi: con severi blocchi, quarantene e test di massa, il paese ha tenuto sotto controllo il virus. “La cosa difficile ora è trasformare questa politica zero covid in una soluzione praticabile per la società cinese”, spiega Marion Koopmans, virologa presso Erasmus MC. “L’unica cosa da fare è lasciare che l’infezione si diffonda con il minor impatto possibile. Ma è complicato.”

Alcune cose sono state allentate: la Cina ha ora ridotto il periodo di quarantena a tre giorni, ma adotta comunque misure forti se ci sono persone che sono risultate positive. “Con una quarantena così breve perdi di vista il virus. La domanda è se hanno ancora tutto sotto controllo”, afferma Koopmans. “Non sembra esserci una chiara strategia di uscita. È preoccupante.

READ  Notte di San Lorenzo 2021: ora e dove vedere le stelle cadenti - Cosa fare

2 Quali sono le varianti?

Poco si sa delle sottovarianti che circolano in Cina, dice Koopmans, anche l’OMS ne è all’oscuro. Omikron è la variante dominante del coronavirus nel mondo, ma da lì è ora emerso uno sciame di dozzine di sottovariantiognuno dei quali elude la difesa in modo diverso e si muove con crescente facilità.

In Europa e negli Stati Uniti, ad esempio, la sottovariante BQ.1 prende ora il comando da BA.5. Un derivato di questo, BQ1.1, elude tutti gli anticorpi disponibili che abbiamo drogato ai pazienti. Fortunatamente, per la prima volta nella pandemia, questa variante finora non ha portato a una nuova grande ondata in Occidente. Tutte le infezioni, le vaccinazioni, i richiami e le vaccinazioni ripetute rendono sempre più difficile per il virus trovare un nuovo ospite. Ma questo muro dell’immunità non intacca l’omikron in Cina.

3 E la copertura vaccinale?

In Cina il 92% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino, il 90% due, secondo l’agenzia di stampa Associated Press. L’entusiasmo per una vaccinazione era molto più basso tra le persone anziane, intorno al 65%. C’era anche poco interesse per una terza iniezione, un richiamo, perché il virus circolava poco.

Non è chiaro quali vaccini siano stati usati in Cina; in ogni caso CoronaVac, un vaccino a virus inattivato prodotto dalla società cinese Sinovac. I vaccini contro la variante originale del virus Wuhan, come questo vaccino, proteggono molto meno bene dalla malattia e dalla morte per omikron. Inoltre, le immagini sono state distribuite più di un anno fa. Tutto ciò significa che la popolazione cinese ha poca immunità al virus.

READ  Quando si verifica l'infedeltà emotiva?

4 E se Omikron scoppiasse in Cina?

Se il virus circola liberamente in una popolazione di 1,4 miliardi praticamente senza difese, milioni saranno infettati per primi, forse molte migliaia moriranno e la pressione sull’assistenza sanitaria sarà enorme.

Ciò vale anche per un’infezione da omikron, che si moltiplica meno bene nei polmoni e quindi produce un quadro clinico leggermente più lieve rispetto, ad esempio, alla variante delta. A Hong Kong, che aveva anche una politica zero covid, un’ondata di infezione ha travolto il Paese a marzo, è stato rapidamente eretto un ospedale di emergenza. Omikron vi è entrato tramite criceti infetti importati. Ciò ha portato a una grande ondata di infezione con numerosi ricoveri, durante i quali migliaia di residenti sono morti per Covid-19.

I virologi sono molto preoccupati per un’altra conseguenza di un’epidemia insostenibile in Cina. Più velocemente circola un virus e più persone infetta, più è probabile che muti. C’è un alto rischio che un’epidemia che coinvolga più di un miliardo di persone porti a una serie di nuove sotto-varianti. È impossibile prevedere come si comporteranno.

“Se la Cina riesce ancora ad allungare le misure e ad impegnarsi pienamente in una rapida campagna di vaccinazione, potrebbe essere un peccato”, afferma Koopmans. “Ma dobbiamo tenere conto che il vaso di Pandora è stato aperto in Cina. Ciò non ha conseguenze per i Paesi Bassi al momento, ma mi dice che dobbiamo davvero continuare a monitorare l’evoluzione del virus. »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *