Previsioni meteo per Brescia Lombardia 6 aprile 2021

Le conseguenze dell’inverno, come già nell’aprile di qualche anno fa: le temperature sono scese da tutto il weekend. Ma dall’alba di martedì anche le nuvole minacciose hanno incluso il cielo, e un vento freddo del nord smorza le ultime speranze di chi si aspetta una tarda primavera. Purtroppo non sarà così, almeno per qualche giorno: i meteorologi concordano sul ritorno del freddo entro venerdì, forse oltre. Con il forte calo delle temperature e delle piogge, temporali, gelate mattutine e anche un po ‘di neve, anche a basse quote.

Pericolo di gelo e altro: “Rovesci di neve fino a bassissima quota”

Tra il pomeriggio e la sera di martedì continuiamo a leggere Meteo e radar, “L’instabilità non si placherà nemmeno nelle regioni settentrionali, dove l’arrivo di aria fredda in quota potrebbe favorire lo sviluppo di alcuni temporali sulla pianura padana orientale, associati a rovesci di neve che possono raggiungere quote molto basse a est. Lombardia, Veneto, Friuli, Emilia-Romagna “. L’aria fredda in arrivo è di natura artica,” e in questo momento si sta arrampicando sul versante meridionale delle Alpi “: sono previste gelate tardive“ anche in pianura ”.

In termini di temperature, la provincia di Brescia sarà tra le più colpite dal forte calo di questi giorni. Martedì le massime, con il sole, sono previste fino a 13 gradi: ma già da mercoledì le minime potrebbero scendere sotto lo zero. E fai attenzione al vento. il Centro Meteorologico Lombardo Già per martedì segnala venti molto tesi provenienti da est “prima colpiranno la regione Mantouan / Bresciano per poi proseguire verso ovest nel pomeriggio”.

Nella Bassa arriva il vento: “Raffiche improvvise fino a 60 km / h”

“Attento che l’Oriente sia un codardo: entra all’improvviso, senza bussare. In particolare nella pianura padana centrale, nella bassa Bresciana e nel Cremonese, intorno alle ore 15 ci sarà una situazione di scarsa ventilazione con raffiche improvvise fino a 50-60 km / h ”. La presenza di “correnti d’aria concorrenti”, una da nord e l’altra da est, provocherà movimenti verticali che, per loro stessa natura, potrebbero innescare nubi convettive (e quindi temporali).

READ  quello che vedi e scopri la tua personalità

“Potremo quindi osservare – prosegue il Centro Meteorologico – lo sviluppo di rovesci e temporali sparsi, per la maggior parte brevi e coreografici, prima lungo i settori prealpini-pedemontani di Bresciano e Bergamo, poi estendendosi a sud-ovest del Po Valle. Data l’abbondanza di aria fredda disponibile in quota, è molto probabile che si formino brevi rovesci di graupel (neve tonda), un idrometeore particolarmente curioso costituito da piccole sfere di ghiaccio opaco, da intendersi come palline di polistirolo espanso “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *