Quanto sono salutari queste diverse varietà di riso?

Quanto sono salutari queste diverse varietà di riso?

Il riso bianco e il riso integrale sono tipi di riso ben noti. Ma conosci anche il riso rosso o il riso nero? E ci sono molte varietà di questi colori, proprio come il riso normale. Quali sono le differenze tra queste varietà di riso? E quali sono i suoi valori nutrizionali?

riso integrale

Il riso integrale è anche conosciuto come riso integrale o integrale. È ricco di fibre, il che significa che ha un effetto positivo sulla funzione intestinale. Inoltre, il riso integrale contiene importanti nutrienti come carboidrati, proteine, vitamina B e minerali come fosforo e potassio. Il riso integrale è un prodotto integrale. I prodotti integrali possono ridurre il rischio di alcune malattie cardiache e del diabete di tipo 2. Il centro nutrizionale consiglia quindi che se il riso fa parte della vostra dieta, è meglio sostituirlo con riso integrale.

Meno carboidrati

Se hai bisogno o vuoi mangiare pochi carboidrati, il riso integrale è il migliore nel menu. Il riso integrale non ha molta influenza sul livello di zucchero nel sangue, noto anche come indice glicemico. Un punteggio alto sull’indice glicemico, 70 o superiore, significa che il prodotto sta causando un rapido aumento della glicemia. Un punteggio basso di 55 o meno significa che il prodotto sta causando un aumento lento e graduale della glicemia. Ad esempio, il riso integrale ha un indice glicemico di 50, rispetto a un indice di 77 per il riso bianco. È importante notare che i carboidrati non sono gli stessi del glutine. Il riso integrale è un prodotto integrale che contiene carboidrati, ma è quindi privo di glutine.

riso bianco

Tutto il riso bianco inizia come riso integrale. La differenza tra riso integrale e riso bianco sta nella rimozione della “pula”. È la buccia non commestibile che circonda il chicco di riso. Con il riso integrale si elimina solo la buccia, mentre con il riso bianco si elimina la buccia, la buccia e i germi. Di conseguenza, il riso bianco ha una durata di conservazione più lunga, ma molti nutrienti preziosi vengono persi. La membrana e i germi contengono molte fibre. Tuttavia, il riso bianco non è necessariamente peggio per la tua salute. Ad esempio, non ci sono antinutrienti nel riso bianco. Queste sono tossine vegetali che fanno sì che il tuo corpo assorba meno bene alcuni nutrienti. Il riso bianco contiene anche meno arsenico. L’arsenico è un metallo tossico che può finire negli alimenti principalmente a causa dell’inquinamento ambientale. Piante come il riso assorbono l’arsenico dal suolo e dall’acqua. Il consumo eccessivo di arsenico a lungo termine può essere dannoso per la salute. A proposito, si ottiene una quantità minima mangiando riso. Questo centro nutrizionale consiglia di lavare prima il riso e di cuocerlo in abbondante acqua.

READ  "Impara la democrazia con la matematica". Chiara Valerio a Huffpost

Lavate il riso

Leggi anche: Lavare il riso prima della cottura o no?

riso rosso

Oltre al riso integrale e al riso bianco, ci sono anche altri colori di riso. Il riso rosso, chiamato anche “angkak” e riso rosso fermentato, è ottenuto dalla fermentazione del riso bianco con lievito Monascus purpureus. Questo conferisce ai chicchi di riso un colore rosso scuro. Il riso rosso è utilizzato principalmente come integratore alimentare nei Paesi Bassi. Può avere un effetto positivo sul cuore e sul colesterolo. Il riso rosso contiene la monacolina K, una statina naturale. Le statine sono farmaci per abbassare il colesterolo. Va notato quanto segue: alcune persone sperimentano effetti collaterali indesiderati come dolori muscolari, disturbi allo stomaco e intestinali durante l’assunzione di statine. Inoltre, i bambini sotto i 18 anni e gli adulti sopra i 70 anni non dovrebbero assumere integratori di riso con lievito rosso, secondo il centro nutrizionale. Nella cucina asiatica, il riso rosso è comunemente usato per insaporire piatti di pesce, piatti a base di soia e salse.

riso nero

Il riso nero deve il suo particolare colore agli “antociani”. Questo colorante si trova anche nel cavolo rosso e nelle foglie autunnali e conferisce un colore viola-nero. Esistono diversi tipi di riso nero. Il riso nero al gelsomino tailandese, il riso nero indonesiano e cinese, ma anche le varietà di riso viola sono varianti del riso nero. Come il riso integrale, il riso nero è un chicco intero e contiene più fibre rispetto alla varietà bianca. Inoltre, il riso nero è ricco di ferro, vitamina E e antiossidanti. Il riso nero diventa appiccicoso dopo la cottura a causa della quantità di amido. Per questo motivo viene spesso utilizzato in dolci come il budino di riso. Il riso nero può anche essere un ottimo sostituto di altri tipi di riso in insalata, bollito o saltato in padella.

READ  Sei una persona molto sensibile? Fai il test – Wel.nl

(Fonte: Nutrition Center, Healthy Eating, Health Net, Culy. Foto: Shutterstock.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *