RCS perde il lodo arbitrale con Blackstone

MILANO – Brutte notizie per il presidente del Torino Cairo urbano, in qualità di azionista di maggioranza di Rcs Media Group. Il lodo arbitrale di Milano in attesa nega ogni pretesa di RCS nei confronti del Fondo USA Pietra nera, che non dovrà corrispondere alcun compenso (stimato in circa 80 milioni di euro) al gruppo editoriale per la cessione nel 2013 dell’immobile di via Solferino, sede storica del Corriere della Sera. Il Cairo, una volta acquisito il controllo di RCS, aveva infatti contestato il prezzo di vendita dell’immobile fissato a 120 milioni, chiedendo l’annullamento dell’atto.

RCS deve affrontare un processo a New York

Nel frattempo, però, il fondo statunitense aveva raggiunto nel 2018 un accordo con Allianz per la vendita a sua volta dell’immobile 250 milioni di euro, operazione bloccata dalla controversia persa oggi dal Cairo. Il presidente del Torino è in difficoltà perché RCS era talmente convinta di vincere la controversia legale che l’anno scorso ha affermato che non ce n’era.i presupposti per la registrazione dei fondi di rischio“In bilancio. Ma ora se ne deve occupare il gruppo editoriale del Cairo un caso giudiziario a New York che potrebbe costargli fino a 600 milioni di euro: il procedimento, promosso da Blackstone negli Stati Uniti, era stato interrotto in attesa del lodo arbitrale chiuso oggi a Milano e potrà quindi riprendere.

READ  Borsa Italiana, commento della seduta odierna (28 maggio 2021)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *