Recensioni |  Anche i gay stavano ascoltando accuse contro i non binari

Recensioni | Anche i gay stavano ascoltando accuse contro i non binari

Laurens Buijs, professore di scienze sociali all’UvA, che ritiene che la libertà accademica sia sotto pressione all’università, da tempo prende di mira la non binarietà. Ha chiamato questo termine generico per le persone che non si identificano come maschi o femmine “stronzate” in una riunione, ha riferito NRC Lo scorso fine settimana. L’UvA indaga sulle lamentele di Buijs sul clima universitario. Ciò che Buijs ha proclamato sulla non binarietà, tuttavia, deve essere aggiustato.

Il non binario interrompe il sano sviluppo del genere e della sessualità nei giovani, normalizza le idee distaccate dalla scienzaBuijs ha scritto. E: “È tempo di riconoscere che l’ideale neutrale rispetto al genere e non binario si è smarrito nell’emancipazione del genere e della sessualità”, „non binario è una forma di estremismo di sinistra” E “Trovo pericoloso il genere non binario e non lo faciliterei mai come genitore, penso che sia un genitore irresponsabile”.

La sua affermazione della “non esistenza” di persone non binarie (“nella mia esperienza, non c’è posto per i non binari”) è notevole, perché ci sono persone che si identificano come non binarie. Riflettendoci, quindi non nega che esistano i non binari, ma crede che non dovrebbero esistere (si diffonde “all’infinito” e “deve davvero fermarsi”; la non binarietà è „espressione di idee estremiste”).

La disuguaglianza di genere è diminuita

Buijs squalifica i non binari basati sulla “scienza”. Ma la storia mostra perché, sociologicamente parlando, è sorto uno spazio per i non binari. Negli ultimi decenni, il rapporto tra uomini e donne è cambiato radicalmente. La disuguaglianza globale è diminuita, anche se i divari tra i paesi sono significativi (e talvolta c’è una diminuzione, si pensi all’Afghanistan).

READ  "Negazione, ansia, paura. Così gli italiani sperimentano nuove infezioni"

Come ha magnificamente analizzato il sociologo Abram de Swaan nel suo libro contro le donne a partire dal 2019, alcuni uomini si sentono minacciati dalla crescente uguaglianza e si aggrappano alle immagini tradizionali dell’uomo e della donna, in cui le differenze sono enfatizzate. Tuttavia, la tendenza dominante nei paesi occidentali rimane quella secondo cui uomini e donne sono diventati più uguali, con l’interessante effetto che il genere conta molto meno di prima. Tutti possono andare a scuola, al lavoro, al circolo sportivo o in discoteca, siano essi ragazzi o ragazze, uomini o donne. Le scuole separate per ragazzi e ragazze (come MMS) sono scomparse, sono mescolate quasi ovunque nella classe e seguono le stesse materie. Non solo in giovane età molte attività sono diventate miste, ma questo vale sicuramente anche per gli adulti: del resto le donne hanno iniziato a partecipare in maniera massiccia al mercato del lavoro e il genere è ancora un fattore determinante per poche posizioni. .

La neutralità di genere dei servizi igienici, l’indirizzo del “caro viaggiatore” delle ferrovie olandesi: fa parte di un ampio sviluppo nei paesi occidentali in cui le distinzioni di genere contano meno e altre differenze tra le persone sono considerate più importanti. Il movimento delle donne ha svolto un ruolo importante in questa relativizzazione della differenza tra i sessi: chiedendo che uomini e donne abbiano pari opportunità in tutti i campi, ha abbattuto muri e aperto mondi fino ad allora riservati agli uomini. Certo che ci sono ancora reti di vecchi ragazzi ma la direzione storica è innegabile: le differenze tra i sessi stanno diminuendo, e con ciò il sesso sta diventando sempre meno un fattore determinante per le possibilità di una persona nella vita.

Non esistevano, non potevano esistere e non dovevano esistere

Ma è successo di più. Non solo il genere è diventato meno rilevante, ma anche la questione di “quale” genere è emersa nelle discussioni. In un mondo caratterizzato da una maggiore uguaglianza di genere, anche le rigide norme di genere – alla base di questa disuguaglianza – potrebbero essere gradualmente abbandonate. L’allentamento di queste norme ha creato spazio per tutti i tipi di minoranze che non si conformavano alle visioni tradizionali del genere e dell’eterosessualità “naturale”. Sulla scia del movimento delle donne, la norma secondo cui le donne potevano innamorarsi solo degli uomini è stata messa in discussione, proprio come gli uomini si sono dimostrati capaci di amare gli uomini. L’omosessualità non è più una deviazione dalla norma di genere (“un vero uomo ama una donna”) ma diventa una variazione: ci sono tutti i tipi di uomini e ad alcuni piacciono le donne, ad altri piacciono gli uomini. Poco dopo, anche i bisessuali potrebbero uscire allo scoperto. Hanno dimostrato di essere in grado di amare entrambi i sessi, o di innamorarsi di “persone”, il sesso della persona amata non ha necessariamente molta importanza.

READ  È meglio radersi al mattino o alla sera?

Non innamorarsi di un uomo o di una donna ma di un “essere umano” è una forma di non binarietà e fa parte dello sviluppo che sempre più persone non si considerano più appartenenti al mondo. o da qualche parte su una scala intermedia). . Questa ultima relativizzazione del genere è il risultato di un processo in cui i confini netti tra generi e sessi sono scomparsi. Non solo questo ha creato più variazioni di genere e sesso, ma per alcune persone il genere è apparentemente diventato meno importante per la loro identità.

Leggi anche qui: Preoccupazioni dell’UvA per il “risveglio”: “La libertà accademica è in una grave crisi”

Politica, non scienza

La lotta di Buijs contro la non-binarità appare quindi soprattutto politicamente motivata. Buijs ritiene che le persone non binarie siano pericolose per l’emancipazione delle persone LGBT in generale e delle persone transgender in particolare (“Le persone transgender hanno ancora più da temere dall’avanzata del genere non binario perché danneggia la loro emancipazione” ). Ma anche questa affermazione è priva di fondamento empirico. Certamente, i gruppi che si nascondono sotto LGBTQ+ hanno relazioni di genere diverse, ma condividono il fatto di deviare dall’essere umano dominante eterosessuale e cisgender. Resta da vedere se queste minoranze, date le loro differenze, possano formare coalizioni efficaci; affermare che i non binari rappresentano la più grande minaccia per la comunità trans è tuttavia una proposta insostenibile.

Molte delle accuse mosse da Buijs contro i non-binari sono stranamente simili a ciò che i gay hanno sentito prima: non esistevano, o non potevano esistere, e certamente non era permesso esistere; se c’erano, non potevano mostrare la loro esistenza ed erano pericolosi anche per gli altri (come i bambini). Proprio come Buijs ora invoca biologi, psicologi e cavalieri morali per la sua affermazione che i non binari sono “innaturali” e “malsani”, biologi, psicologi e pastori in seguito hanno sostenuto che gli omosessuali sono malati e peccatori.

READ  L'universo primordiale brulicava di galassie: spazio e astronomia

Piuttosto che negare il non binario, è più un atteggiamento scientifico avvicinarsi al non binario con apertura e curiosità. Perché anche in una società in cui il genere è diventato meno rilevante e più diversificato, è particolare oltre il genere andare. E non dimentichiamo che la vita per le persone non binarie e il loro ambiente non è sempre facile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *