Scoperta delle immagini della telecamera della scomparsa Natacha (28), ambasciatore belga in viaggio verso il luogo della scomparsa

In Perù, la polizia ha scoperto filmati che mostrano Natacha de Crombrugghe (28). Si tratta dell’arrivo della giovane a Cabanaconde, dove ha trascorso la notte in una locanda prima di intraprendere un’escursione. Da allora è scomparsa. L’ambasciatore belga in Perù, Mark Van de Vreken, ha intanto visitato la scena.

Natacha de Crombrugghe è scomparsa da tre settimane. La donna di Bruxelles ha intrapreso un’escursione nella gola del Colca lunedì 24 gennaio e da allora non si ha più notizie. Il proprietario della locanda dove Natacha ha trascorso la notte prima della sua scomparsa ha detto che l’avvocato intendeva tornare cinque giorni dopo. “Ha chiesto se poteva lasciare il suo zaino qui”, ha detto la donna.

Tuttavia, l’ostello in questione, La Estancia, non è stato il primo posto in cui Natacha ha bussato. All’inizio della giornata, ha cercato di organizzare una notte al Pachamama Hotel, ma non ha potuto rimanere lì a causa di lavori di ristrutturazione. La polizia ha esaminato i filmati delle telecamere di sicurezza di questo hotel, che mostrano in realtà Natacha che entra nell’hotel il 23 gennaio. Appena dieci minuti dopo, esce fuori, cercando un altro posto. Le immagini mostrano chiaramente che Natacha è uscita da sola e sta portando il suo grande zaino blu.

Secondo quanto riferito, Natacha in seguito ha bussato alla porta dell’hotel Mirko House, dove non è stata nemmeno in grado di cercare rifugio a causa delle infezioni da Covid-19. Fu lì che le fu consigliato di andare a La Estancia, dove finalmente riuscì a trovare una stanza.

(leggi di più sotto la foto)

© RPP

Ambasciatore belga in loco

READ  Una vita più sana? Guarda il tuo lavoro.

L’ambasciatore belga in Perù, Mark Van de Vreken, è ora a Cabanaconde. “La nostra ambasciata mantiene i contatti con le autorità locali, i servizi di polizia e i soccorritori. Un team di guide professionali sta continuando la ricerca”, ha affermato Marie Cherchari, portavoce di FPS per gli affari esteri. “Le forze di polizia e le autorità giudiziarie belghe e peruviane stanno lavorando insieme e il console onorario belga sul campo ha attivato la rete ei contatti con le altre postazioni europee sul campo”.

I genitori del belga scomparso, da una settimana in Perù, sono accompagnati da un membro dell’ambasciata belga.

90% cercato

Natacha de Crombrugghe è scomparsa dal 24 gennaio. Quel giorno, secondo quanto riferito, ha lasciato una locanda nel villaggio di Cabanaconde per un’escursione attraverso il Canyon del Colca, una gola profonda ed espansiva nel sud del paese. Secondo Noticias del Perú y el Mundo, circa 75 agenti stanno attualmente cercando la donna. Agenti specializzati provenivano anche da altre regioni che hanno più esperienza in aree difficili da raggiungere e paesaggi montani.

I soccorritori, intanto, hanno perquisito invano il 90% dei sentieri escursionistici che si estendono nella parte occidentale della Valle del Colca, tra Cabanaconde e il villaggio di Sangalle, riporta il sito di notizie Infobae. Sangalle, soprannominata “l’oasi”, funge da rifugio per gli escursionisti. Prima di lasciare l’ostello, la giovane avrebbe indicato di volerci andare, ha riferito l’agenzia di stampa peruviana Andina.

La Procura federale del nostro Paese deciderà presto se anche gli agenti belgi verranno inviati nella regione per continuare la ricerca sul posto.

©AFP

©AFP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *