Scuola, raddoppia i posti per gli insegnanti di matematica nella gara sprint. Ma è una corsa contro il tempo – Corriere.it

Buone notizie per i futuri insegnanti ma soprattutto per i nostri ragazzi: raddoppiano i posti in palio per la gara di matematica sprint, da tre a seimila. ioIl governo Draghi ha corretto all’ultimo momento l’oblio, se si trattava di una svista, di professori universitari dimenticati dal decreto Sostegni bis e li ha inclusi, insieme ai loro colleghi delle superiori, nella rapida procedura che verrà utilizzata per inviare in cattedra i nuovi docenti di matematica, fisica e informatica dal 1 settembre, di cui nelle nostre scuole c’è una carenza cronica. Nella versione finale del decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale ai 282 posti per la fisica (concorso classe A020), 1.005 posti per la matematica (A026), 815 posti per la matematica e la fisica (A027) e 903 posti per l’informatica e la tecnologia (A041), tutti e solo per i docenti secondari superiori, i 3.124 posti per insegnanti di matematica e scienze intermedie (A028) che fino all’ultimo non sono stati nemmeno menzionati.

Non solo Stem

I numeri sono sempre gli stessi già previsti dal concorso ordinario lanciato più di un anno fa ma rimasti in sospeso per Covid. In totale, 33.000 posti in palio (per mezzo milione di candidati: tutti questi neolaureati fino ad ora esclusi dalle procedure semplificate riservate ai precari), ma mentre per le altre discipline – tra cui l’italiano che sarebbe necessario anche secondo i risultati di ragazzi e ragazze italiani nei test Invalsi e in questi Ocse-Pisa – bisognerà aspettare ancora un po ‘, per gli insegnanti di matematica, il governo, in linea con il più generale investimento previsto anche dal PNR per la promozione delle cosiddette materie Stem (scienza, tecnologia, ingegneria, tecnologia), ha deciso anticipare dall’estate la procedura semplificata prevista dalla legge Brunetta: prova scritta con più incroci orali da fare quasi subito poiché la classifica dovrà essere pronta a fine luglio.

READ  Covid, i dati: 2.897 positivi e 62 morti. L'incidenza dei contagi è in diminuzione. Dal 21 giugno tutta Italia in zona bianca (esclusa Valle d'Aosta)


Non c’è nulla di male nel provare

Il paper sarà composto da 50 domande a risposta multipla: 40 sui programmi relativi a ciascuna classe di concorso più 5 sull’IT e 5 sull’inglese. La prova si svolgerà su computer e avrà una durata di 100 minuti: se il numero di candidati lo richiede, potrà svolgersi in giorni diversi e quindi su domande differenti ma equivalenti per la valutazione dei candidati. Ogni risposta corretta vale 2 punti, mentre le risposte errate valgono lo stesso di quelle non date: zero. Non essendoci punteggio negativo, in caso di incertezza è sempre meglio saltare e barrare una delle 4 possibili risposte invece di lasciarla vuota. Il punteggio finale massimo è di 100 punti, Bastano 70 punti per superare la prova.

Corsa contro il tempo

L’obiettivo è ottenere i vincitori nel ruolo a partire dal 1 settembre. Per fare ciò, però, sarebbe necessario chiudere la graduatoria entro il 31 luglio, obiettivo tutt’altro che scontato visto che il decreto deve ancora essere rivisto dalle due Camere per essere convertito in legge. Per questo motivo, come incentivo, il governo ha previsto di raddoppiare gli onorari previsti dalla legge per la presidenza e per i membri dei comitati che potranno completare le operazioni in tempo. Si tratta ovviamente di una vera e propria corsa contro il tempo, a tal punto che il testo della Gazzetta già mette per iscritto l’ipotesi di ritardi. I casi sono due: nel primo, quello in cui erano pronte le classifiche il 3 ottobre, il reclutamento avviene nel corso dell’anno., a danno dei supplenti che, nel frattempo, avevano ricoperto i posti vacanti. Tuttavia, in caso di ulteriori ritardi, le iscrizioni al ruolo avverranno a partire da settembre 2022.

READ  Covid, l'ipotesi della variante siciliana: ecco quanto sappiamo finora

26 maggio 2021 (modifica il 26 maggio 2021 | 15:30)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *