Shirley (49) è delusa dal fatto che sua figlia non allatti al seno

Shirley (49) è delusa dal fatto che sua figlia non allatti al seno

“Ho sfamato le mie tre figlie da solo. Il primogenito ha anche un anno e mezzo, i due più piccoli si sono dati dietro a una velocità vertiginosa ed è così che ho potuto dare il mio latte per appena un anno. Ma hanno ingerito tutti i nutrienti di Madre Natura abbastanza a lungo. Molto importante, poiché condizioni come l’eczema, l’intolleranza alimentare e l’asma esistono su entrambi i lati della nostra famiglia.

Oserei anche dire che le nostre figlie ne hanno sofferto poco, anche a causa del mio latte. Ma anche che mio nipote Jay si sarebbe lamentato molto meno se mia figlia non fosse stata così vanitosa e testarda. Considera il suo aspetto e la conservazione della sua bella scollatura più importanti di qualsiasi beneficio per la salute dei suoi figli.

sostituto del latte

Dal momento in cui Alexandra è rimasta incinta di Jay, l’ho incoraggiata ad allattare. Secondo gli studi, esiste un legame tra il sistema immunitario di un bambino e il rischio di eczema. Ma Alessandra ha rifiutato. È sempre stata una fashion doll e ossessionata dal suo aspetto. A diciotto anni si è sottoposta a liposuzione per allargare i glutei e da allora usa il “baby botox” sulla fronte. Va tutto bene, il suo corpo, la sua vita, ma quando lei e il suo ragazzo hanno optato per i bambini e sono rimaste incinta, ho pensato che fosse ora di assumersi più responsabilità. Alexandra, tuttavia, è rimasta fedele alla sua posizione; il latte artificiale era altrettanto buono. Bello e facile, così tutti potevano dare un biberon, perché pensava che un bambino fosse abbastanza impegnato. Ma soprattutto per il suo ideale di bellezza. I suoi seni sono il suo grande orgoglio. Ha una tazza D naturale ed era terrorizzata all’idea di ritrovarsi con “bustine di tè vuote” – le sue stesse parole – dopo l’allattamento.

Urlando a causa del prurito e del dolore

Jay è nato e io sono diventata una tata super orgogliosa. Viene a casa nostra due volte a settimana e rimane anche il venerdì, così Alexandra e il suo ragazzo Roy possono lavorare, uscire e dormire. È un bambino adorabile e felice. Ma è successo quello che temevo: dopo qualche mese ho visto Jay che si grattava. Sul suo stomaco e sulle braccia c’erano macchie rosse, macchie secche e graffi. Lo riconobbi come l’eczema che le mie figlie avevano avuto in misura molto minore.

Con Jay, è diventato sempre più intenso. Improvvisamente ha anche iniziato a sputare e le sue labbra si sono gonfiate dopo aver mangiato un boccone di frutta. Rimase lì di notte, urlando per il prurito e il dolore. Molto triste e patetico vederlo soffrire. Lo pensava anche mia figlia. Alexandra piangeva spesso perché si sentiva così dispiaciuta per questo piccolo. I medici hanno scoperto un’intolleranza a mele, pere e pesche. Era anche direttamente correlato al suo eczema. Jay è stato bandito da pomacee e drupacee, così come unguenti e bende per le sue macchie. Ha aiutato e fortunatamente ha dormito di nuovo tutta la notte.

occupato

Ma in parte a causa della sua storia, mi aspettavo che mia figlia si avvicinasse a lei in modo diverso con il prossimo figlio, in cima alla lista dei desideri. Ma no. Alexandra è ora fortemente incinta del secondo e non ha intenzione di allattare da sola questo bambino. Si attiene alla sua posizione da bustina di tè e non crede in una relazione causale con l’eczema. Dice che hanno appena avuto sfortuna con Jay. È convinta che questo bambino – una femmina – starà bene. Non vuole nemmeno pensare all’allattamento al seno se il bambino ha lo stesso problema di suo fratello.

Sono disperato. Penso che sia così stupida. Ma cosa possiamo dire di più? Mi ha chiamato ficcanaso diverse volte e non voglio litigare. Capisco che è suo figlio, ma è anche mio nipote. E lo vedo comunque come un piccolo sacrificio da allattare. Ok, le mie “signore” non sono piene come una volta, ma nemmeno completamente esauste. Quindi l’effetto non è così male e gli svantaggi non superano i vantaggi, secondo me. Se necessario, pagherò per l’aumento del seno più tardi!

READ  La famiglia reagisce alla malattia di Madonna: 'Pensavamo che l'avremmo persa' | Celebrità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *