Siccità in Italia: i parrucchieri possono lavarsi i capelli solo una volta

Castenaso, vicino a Bologna, ha una popolazione di 16.000 abitanti e attualmente sta attraversando una grave siccità, come nel caso di molti altri luoghi in Italia. Il sindaco Carlo Gubellini osservava tristemente i dieci parrucchieri del paese che aprivano i rubinetti per i loro clienti.

“Migliaia di litri”

Da sabato i parrucchieri potranno lavare i capelli delle loro clienti solo una volta. I parrucchieri a Castenaso sono chiusi la domenica e il lunedì, quindi secondo Gubellini i parrucchieri hanno tempo per prepararsi alla misura.

Il sindaco ha calcolato che si consumano 13 litri di acqua ogni minuto che si apre un rubinetto. Secondo Gubellini, i parrucchieri consumerebbero circa 20 litri ogni volta che si lavavano due volte. Troppi, pensa. “Se guardiamo a cosa succede in un giorno, parliamo di migliaia di litri”, ha detto Gubellini. Corriere della Sera

La misura dovrebbe rimanere in vigore fino a settembre. I parrucchieri che si lavano ancora due volte saranno multati fino a 500 euro.

‘Ridicolo’

Secondo Gubellini, il suo nuovo provvedimento è sempre ben accolto dai parrucchieri del suo paese. “Il feedback è positivo”, ha detto. Tuttavia, non tutti sono contenti del piano. “È un po’ ridicolo”, dice un parrucchiere del villaggio. “Alcuni dei prodotti che utilizziamo, o nel caso di alcuni tipi di capelli, richiedono due lavaggi”.

Il sindaco Gubellini afferma che la situazione nel suo paese è grave. Se la siccità durerà ancora più a lungo, gli agricoltori potrebbero già avere troppa poca acqua per irrigare i loro raccolti entro il prossimo mese.

READ  Crisi in Italia per le 'ingerenze' di von der Leyen nelle elezioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.