Sintomi neurologici persistenti di lunga covid

Le persone che hanno contratto covid in una forma lieve o asintomatica possono anche sviluppare sintomi di lungo covid (qui abbiamo spiegato cos’è e come si manifesta). Per la prima volta, uno studio si sta concentrando sui disturbi neurologici della sindrome post-covid in persone che hanno avuto un’infezione “lieve” abbastanza gestibile da poter essere curata a casa. Il quadro che emerge è quello di individui spesso giovani e di grande successo nel proprio lavoro che continuano, anche per diversi mesi, con problemi cognitivi e dell’umore. Quasi come se il lungo covid lo fosse più debilitante della malattia iniziale.

Che tipo di disturbi? Scienziati del Northwestern Memorial Hospital di Chicago, una clinica che fornisce valutazione e assistenza a pazienti con malattie a lungo termine negli Stati Uniti, loro hanno seguito circa 100 persone con covid lungo che avevano riportato sintomi neurologici per almeno sei settimane. L’85% di questi pazienti, sulla carta guarito da un covid, presentava almeno quattro disturbi neurologici attribuibili alla malattia, come nebbia mentale, mal di testa, formicolio, dolore generale, confusione. Secondo gli autori dello studio, molti dei sintomi riportati assomigliano a quelli di una commozione cerebrale oa quelli riportati da pazienti che soffrono degli effetti collaterali neurologici della chemioterapia.

Un lungo treno. Sebbene lo studio abbia seguito un numero abbastanza limitato di pazienti, fa parte di un più ampio dibattito in corso negli Stati Uniti, quello della necessità per capire meglio le cause del lungo covid e fornire cure adeguate a chi ne soffre: un’emergenza sanitaria finora oscurata dalla più pressante esigenza di salvare vite umane.

READ  METEO: come finirà aprile? Le temperature aumenteranno? Pioverà? Farà ancora freddo?

Molti dei pazienti seguiti nello studio presentavano sintomi che continuavano a fluttuare o persistevano per mesi. La maggior parte di loro ha riportato un’intensa fatica e una scarsa lucidità mentale che hanno reso il compito difficile. mantenere una buona qualità della vita. Oltre ai sintomi neurologici, qualcuno aveva ancora dolore al petto, disturbi gastrointestinali, problemi di pressione. Quasi la metà soffriva di ansia o depressione.

Le condizioni tendono a diminuire nel tempo, ma anche in questo caso c’è una grande variabilità: alcune persone recuperano il 95% in pochi mesi, altre dopo 9 mesi stimano di aver recuperato solo il 10%.

Una possibile spiegazione. I sintomi potrebbero essere, almeno per alcune forme di covid lungo, causati da una reazione infiammatoria all’infezione che coinvolge anche il cervello oltre che altri organi del corpo umano. Il fatto che più disturbi neurologici si verifichino contemporaneamente non è sorprendente: è compatibile con la sovrapposizione di funzioni tra diverse regioni del cervello. Fondamentalmente, se è in corso un processo infiammatorio, è probabile che i disturbi cognitivi e dell’umore si manifestino insieme. È difficile che un problema neurologico si manifesti in isolamento.

Allison P. Navis, specialista in malattie neuroinfettive presso il Mount Sinai Health System di New York City, ha detto al New York Times che il 75% dei suoi 200 pazienti con covid soffre di depressione, ansia, irritabilità o altri disturbi dell’umore.

Il tipico paziente. L’età media dei pazienti nello studio Northwestern è di 43 anni, per lo più bianchi, il 70% di sesso femminile. Il 43% soffriva di depressione prima di contrarre il CoViD-19; Il 16% aveva malattie autoimmuni, la stessa percentuale aveva malattie polmonari o soffriva di insonnia anche prima dell’infezione. Ma su numeri così piccoli, non ci sono informazioni statisticamente significative: ad esempio, potrebbe esserci una preponderanza di bianchi e donne perché questa popolazione cerca più spesso (o più spesso possono permetterselo) assistenza medica per condizioni non percepite come urgenti.

READ  La gigantesca foto della Via Lattea da 2,2 Gigapixel scattata in sole 4,5 ore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *