Soffri di un cattivo odore proveniente dall’ombelico?  Questo è ciò che devi sapere al riguardo

Soffri di un cattivo odore proveniente dall’ombelico? Questo è ciò che devi sapere al riguardo

Ecco cosa vuoi sapere su un cattivo odore dal tuo ombelico.

Quando uno strano odore fuoriesce dal tuo ombelico, non devi preoccuparti subito. Proprio come sul resto della pelle, anche le cellule morte della pelle cadono dentro e intorno all’ombelico. Poiché l’ombelico è un buco, può esserci un accumulo di cellule morte della pelle, sudore e vari tipi di sporco. Se non vedi arrossamenti dentro e intorno all’ombelico e non c’è dolore o secrezione, non c’è bisogno di preoccuparsi.

Buono a sapersi: alcune persone sono naturalmente più soggette a un accumulo di sporco e quindi a un cattivo odore proveniente dall’ombelico. Ha a che fare con la forma: se l’ombelico è un po’ più profondo, il rischio di cattivi odori è maggiore.

Tuttavia, un cattivo odore dall’ombelico può anche essere un segno di un problema di fondo. Pensa ad esempio a una scarsa igiene, un’infezione, una condizione della pelle o una cisti. Ti guideremo attraverso questi quattro problemi.

Il problema più comune che causa un cattivo odore di ombelico è la scarsa igiene. Molte persone dimenticano di pulire regolarmente l’ombelico, il che porta a un accumulo di sporco. Questo non è sempre ben visibile: si tratta di cellule della pelle, batteri e sebo, che sono difficili da vedere. Quindi, anche se non vedi nulla di strano nel tuo ombelico, è importante lavarlo.

In linea di principio, puoi rimuovere molto sporco con una doccia e un lavaggio. Quando il tuo ombelico è un po’ più profondo, è saggio pulirlo di più. Inumidisci un batuffolo di cotone con acqua e sapone e pulisci delicatamente l’ombelico. Assicurati di asciugarlo bene in seguito per evitare qualsiasi infezione.

READ  "Mi sentivo come se mi stessero piangendo dentro": le restrizioni COVID in Cina influiscono sulla salute mentale dei giovani

Un altro motivo per un ombelico puzzolente è un’infezione. Puoi contrarre una tale infezione a causa di una crescita eccessiva di batteri o lieviti nell’ombelico. candidosi è, ad esempio, un lievito che preferisce accumularsi in un ambiente buio, caldo e umido. Quindi il tuo ombelico è il posto perfetto per coltivare questo lievito.

Se di recente hai subito un intervento chirurgico per un’ernia ombelicale, ad esempio, l’area all’interno e intorno all’ombelico potrebbe infiammarsi più rapidamente. Quando hai un’infezione, l’ombelico è rosso, infiammato e caldo al tatto. Inoltre, il pus può fuoriuscire dall’ombelico, possono formarsi croste o l’ombelico diventa squamoso. Soffri di questi problemi? Quindi contatta il tuo medico.

Alcune condizioni della pelle possono causare infiammazioni e ulteriore accumulo di batteri nell’ombelico. Si consideri, ad esempio, la psoriasi, una malattia autoimmune in cui la pelle diventa squamosa e arrossata. Di conseguenza, i fiocchi cadono più velocemente nell’ombelico. Ma l’eczema può anche causare eruzioni cutanee, arrossamenti e desquamazione che in seguito possono causare problemi all’ombelico.

Se soffri di uno qualsiasi di questi sintomi e un ombelico puzzolente, è importante contattare il medico o un dermatologo. È quindi possibile determinare qual è il problema e quale trattamento potrebbe aiutare.

Un’altra possibile causa di un ombelico puzzolente è una ciste. Ad esempio, una cisti delle ghiandole sebacee è un nodulo sottocutaneo che deriva da un follicolo pilifero ostruito. La cisti può infiammarsi e scoppiare, dopodiché una sostanza gialla densa e maleodorante fuoriesce.

In linea di principio, una ciste cutanea superficiale non può far male e non è necessario trattarla a meno che non si infetti o ti dia fastidio. In questo caso, un dermatologo può rimuovere la cisti.

READ  Ricercatori: chi impara a gestire lo stress ha prestazioni migliori

primavera | Womenshealth.comLibellulapersone e salute

Canale LisaGetty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *