Un turco è risultato positivo al coronavirus per 14 mesi

©REUTERS

Muzaffer Kayasan è il triste detentore del record della corona. In 14 mesi è stato sottoposto a 78 test corona. Erano tutti positivi senza eccezioni. È quindi in quarantena da oltre un anno.

Quando Muzaffer Kayasan fu infettato per la prima volta, si ammalò così tanto che la gente temeva per la sua vita. Dopotutto, l’uomo è anche in cura per la leucemia. Questo sconvolge gravemente il suo sistema immunitario.

Nonostante il cancro e il coronavirus, l’uomo rimane ottimista ed è ancora soddisfatto, afferma il suo medico.

Muzaffer ha trascorso nove mesi in ospedale ed è a casa da cinque mesi. Lì è messo in quarantena nel suo appartamento appena fuori Istanbul.

Poiché il sistema immunitario di Muzaffer è compromesso, è estremamente sensibile a tutto. Non gli era nemmeno permesso di baciare sua nipote Azra per tutto il tempo. La vede solo dietro una porta a vetri.

(leggi di più sotto le foto)

©REUTERS

©REUTERS

“Giocherò con te quando starò meglio”, dice quando lei viene a trovarlo e gli parla con un telefono giocattolo.

Secondo uno studio pubblicato lo scorso anno sul New England Journal of Medicine, i pazienti affetti da coronavirus con altre malattie come alcuni tipi di cancro sono a rischio a lungo termine di infezione da sindrome respiratoria acuta grave.

©REUTERS

A causa dei test positivi, Kayasan non è idoneo per un vaccino. Le linee guida della corona turca affermano che i pazienti che sono risultati positivi devono prima attendere fino a quando non si sono completamente ripresi prima di poter ricevere il vaccino.

READ  Il neutrino nel ghiaccio rivoluziona l'astrofisica: dal buco nero all'Antartide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.