Vaccini tradizionali e vaccini a RNA messaggero: quali sono le differenze e come impediscono di contrarre il virus

Si ritiene che i vaccini a RNA messaggero siano più sicuri dei vaccini tradizionali – Ansa /CorriereTv
CONTINUA A LEGGERE ”

L’acido ribonucleico messaggero, o mRNA, è una molecola che trasporta il codice genetico del DNA al meccanismo di produzione delle proteine ​​di una cellula. I vaccini tradizionali contengono piccole quantità di virus indeboliti o forme inattivate di germi portatori di malattie. Formano il corpo a riconoscere proteine ​​specifiche chiamate “antigeni” prodotte dal virus o dai batteri. Questo allenamento prepara il sistema immunitario a rispondere quando incontra il vero virus. Al contrario, i vaccini a RNA messaggero forniscono istruzioni genetiche per costruire questi antigeni direttamente nelle cellule. Il corpo umano stesso viene effettivamente trasformato in una fabbrica di vaccini. L’RNA messaggero del vaccino SARS-CoV-2 viene prodotto in laboratorio. Viene introdotto nella cellula per far sì che produca gli antigeni specifici del coronavirus, le proteine ​​avanzate. Queste proteine ​​ricoprono la superficie e le conferiscono l’aspetto di una corona. Il sistema immunitario vede queste proteine ​​e sviluppa contro di esse “anticorpi” che combattono le infezioni, ma senza esporle al virus stesso. Si ritiene che i vaccini a RNA messaggero siano più sicuri dei vaccini tradizionali. Questo perché non c’è alcuna possibilità che la proteina spike isolata possa portare alla contrazione della malattia. Un altro vantaggio è la velocità: con i vaccini a mRNA è necessaria solo la sequenza antigenica e bastano poche settimane. I vaccini a RNA messaggero inducono anche la produzione di cellule immunitarie, un meccanismo di difesa aggiuntivo oltre agli anticorpi.

READ  in pochi minuti GRANDI DIMENSIONI HAIL! REGIONI A RISCHIO la SERA »ILMETEO.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *