Amine Bakkali sullo sviluppo dei talenti

Amine Bakkali sullo sviluppo dei talenti

Generale Interessi umani Giovani

“Lasciate che i giovani prendano l’iniziativa”

BODEGRAVEN – Ha solo 26 anni ed è già ospite fisso dei ministeri e del palazzo reale per parlare delle sue ricerche e dare consigli. Amine Bakkali, nata e cresciuta a Bodegraven, stenta a credersi. “Sono già dove speravo di essere tra dieci anni. Il mio sogno era fare la differenza per i giovani di Bodegraven ed espanderla lentamente. È successo diversamente. A proposito, realizzerà di nuovo il sogno, solo poco dopo.

di Elly il Knikker

Amine segue la sua formazione HAVO presso l’Antonius College di Bodegraven e successivamente a Gouda. Una volta alla hbo, ha scelto il corso ‘Management in Healthcare’. Formazione adeguata, a seconda di altre domande. “Se vedo qualcuno seduto da solo, mi avvicino rapidamente a lui per chattare. Sono interessato alle storie che qualcuno ha da raccontare e voglio assicurarmi che quella persona stia bene.

Durante il secondo anno di istruzione professionale superiore, ormai tre anni fa, fa volontariato alla Mind Young Academy, un progetto in cui visita le scuole per attirare l’attenzione sull’importanza della salute mentale. . Il simpatico e motivato Amine si distingue ed è invitato a co-presentare il progetto alla regina Máxima. Da quel momento il suo nome è noto e la visita al palazzo si rivela decisiva per l’inizio della sua carriera.

Salute mentale giovanile

Nel 2021, Amine, che poi si laureerà, riceverà una chiamata che gli chiede se vuole aiutare a creare un programma decennale di salute mentale per i giovani. Il programma non ha ancora un nome e non è ancora chiara l’interpretazione precisa della posizione: il lavoro ideale per una creativa come Amine. “Mi è stato chiesto di diventare quartiermastro. Esaminiamo ciò che è necessario per avere un impatto positivo sulla salute mentale dei giovani. »

READ  Tempeste di neve in Grecia e Turchia, neve direttamente sul mare a Mykonos e Santorini. Foto e video della tempesta Elpis «3B Meteo

Giovani al timone

Amine è molto esplicita sul ruolo che i giovani possono e dovrebbero svolgere. “Penso che sia davvero necessario coinvolgere i giovani nelle questioni che li riguardano. E non voglio dire che scrivi un programma e poi chiedi cosa ne pensano. No, i giovani devono essere al timone fin dall’inizio. Ecco perché, all’inizio di questo nuovo programma, ho invitato molti giovani di età compresa tra i 12 ei 27 anni a venire allo stadio dell’FC Utrecht per parlarne. Insieme a loro è stata determinata la direzione del programma e coniato il nome: MIND Us Sette giovani siedono in un Board of Directors, che è un consiglio di giovani che controlla la direzione di MIND Us e la adegua se necessario.

Influenza e responsabilità

“Tre quarti dei problemi mentali si verificano prima dei 25 anni. Quindi, se riusciamo a prevenire i problemi mentali nei giovani, saremo davanti a tante difficoltà. Ecco perché mi concentro su questa fascia d’età in particolare. Se la salute mentale è negoziabile a questa età, vedi quanto può essere vasta la rete di supporto di un giovane: dagli influencer dei social media agli allenatori del club sportivo locale. Tutti questi gruppi devono essere consapevoli della loro influenza e responsabilità.

Social networks

Belle parole, ma come funziona in pratica? “Va bene, prendi gli influencer su canali come Youtube o Instagram: a proposito, preferiscono definirsi creatori di contenuti. Spesso ricevono DM (messaggi personali) in cui i loro follower trasmettono i loro problemi. In MIND Us, abbiamo creato una sequenza temporale che ti consente per vedere rapidamente dove quella persona può chiedere aiuto. Quindi può essere molto accessibile, come il Kindertelefoon. Seguendo questa sequenza temporale, i creatori di contenuti possono facilmente aiutare di più i giovani. Semplice ma efficace. E non esisteva ancora. Questo calendario , la chiamiamo la tabella di marcia, è stata recentemente distribuita congiuntamente dalla regina Máxima e da me ai creatori di contenuti (vedi immagine).

READ  GRAN BRETAGNA di nuovo in ALLERTA, in aumento INFEZIONI e MORTALITA'. LE RAGIONI e la SITUAZIONE »ILMETEO.it

“Non deve sempre essere un 10”

“La nostra regina ha un grande interesse personale per la salute mentale dei giovani ed è quindi presidente onorario di MIND Us. Parliamo regolarmente con lei dei progressi del piano decennale. Uno dei detti della regina è “non è sempre un 10”. Vorrei ripeterlo. Accettiamo che a volte sia dura, parliamone e ascoltiamolo senza mettere subito nessuno in una scatola. Ventilare il cuore a volte è sufficiente per poter andare avanti.

Bodegraven-Reeuwijk

Amine ha ottenuto più risultati in tre anni di quanto possa essere descritto in questo articolo. Siamo felici di dedicare spazio ai suoi progetti futuri per i giovani di Bodegraven-Reeuwijk. “Sento il bisogno di fare la differenza nella mia comunità. Abbiamo così tanto talento entro i limiti della città! Se parliamo di più tra di noi, possiamo creare un ambiente di vita migliore insieme. Amine è piena di idee, ma sa che i piani sciolti da soli non risolveranno nulla. “Dobbiamo prima collegare le iniziative esistenti”. Con tatto, Amine fornisce una serie di raccomandazioni per migliorare la situazione esistente a Bodegraven-Reeuwijk. “Possiamo supportare il team sociale all’interno del comune lavorando di più insieme. Sarebbe bello se tutti osassero riferirsi l’un l’altro. Si inizia con la chiarezza delle strutture disponibili. In comune siamo sulla strada giusta, ma non ci siamo ancora arrivati. Ad esempio, perché gli animatori giovanili non visitano tutte le squadre del comune una volta a stagione? Consiglio soprattutto di dare ai giovani un posto più importante nel cuore del comune. La posizione del Sole non rende giustizia all’ambizione del comune.

READ  Recensioni | Investi nella prevenzione e si parte dalla voglia di avere figli

Allenatori di calcio

Infine, Amine si rivolge a tutti coloro che lavorano con i giovani. Riassume questo gruppo come “l’allenatore di calcio”. “Renditi conto di quanto sia importante il tuo ruolo di formatore. Sei una parte importante dello sviluppo di un giovane. Sei un esempio. E tu sei qualcuno che può identificare rapidamente i cambiamenti. Ci sono tante agenzie di aiuto a bassa soglia, anche a livello locale, dove i giovani possono essere aiutati. Puoi dare loro la mancia per chiedere aiuto. Puoi evitare così tante difficoltà con questo.

“Il mio sogno è creare un’organizzazione in cui i giovani siano nel posto giusto per eccellere. E avvierò questa organizzazione a Bodegraven-Reeuwijk. Penso che sia un bel comune e mi piacerebbe continuare a viverci. Anche se devo ancora risparmiare un po’ di soldi…”

Bandiera:

“Tre quarti dei problemi mentali si verificano prima dei 25 anni”.

“Non deve sempre essere un 10” – Sua Maestà la Regina Maxima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *