Con il pilota Vierspan Hans Heus de Laag-Soeren alla Coppa del Mondo in Italia

LAAG-SOEREN/EERBEEK – Heus viaggerà presto con la sua squadra e cinque cavalli nella capitale italiana dove il campionato si svolgerà dal 21 al 25 settembre. Il team Geldersch Vierspan di Laag-Soeren gareggerà lì con i 40 migliori piloti del mondo.

Il pilota a quattro uomini e miglior pilota Hans Heus è stato selezionato dall’allenatore della nazionale olandese Ad Aarts per il prestigioso Campionato Mondiale di Guida a Quattro Vie a Pratoni del Vivaro, nella splendida cornice collinare della capitale italiana Roma.

(Il testo continua sotto la foto)

Nella morsa del virus del cavallo

Hans Heus, cresciuto a Velp, è stato attivo negli sport equestri sin dalla tenera età. Da ragazzo è stato preso dal virus del cavallo, così che poteva essere trovato quasi ogni giorno al centro ippico Midden-Heuven a Rheden. Come stalliere gli fu permesso di entrare nel bosco con Frans Welling, tra gli altri, che all’inizio aveva una coppia di cavalli. Successivamente è andato anche con il leggendario Daan Modderman e Gert Kraay de Velp. Il virus è stato piantato per non scomparire mai. Allo stesso tempo, Heus ha incontrato anche sua moglie Anne-Marie Elings, che era anche molto attiva negli sport equestri. Insieme sono attivi anche in molti altri aspetti dello sport equestre oltre allo sport di guida.

Preferenza di guida

Nei primi anni, Hans e Anne-Marie cavalcarono Velp oltre ad essere guidati, anche a cavallo, il cosiddetto underman. La preferenza per la guida rimase e dopo la guida in solitario arrivò presto un secondo cavallo. È stato scelto il tandem, il che significa che i cavalli non corrono fianco a fianco ma uno dietro l’altro nella squadra. Non vediamo più spesso questo ramo di questo sport, ma ha acceso l’amore per la guida a quattro mani. Nello sport in tandem, Heus è riuscito a vincere il titolo nazionale di tandem nel 1994, dopo aver gareggiato per un anno in varie competizioni a Deurne nel Brabante.

Dopo essersi trasferito in una casa al confine tra Laag-Soeren ed Eerbeek, dove c’era spazio per diverse stalle, è stata avviata la prima quattro carrozze. Cavalcare un cavallo a quattro mani è spesso considerato la classe più alta nello sport di carrozza. Non solo per lo spettacolo, ma soprattutto per la difficoltà di poter dirigere e controllare i quattro cavalli.

Lo sport competitivo è al centro di Heus, ma molto tempo viene investito anche in altre attività legate all’equitazione. Dalla guida del Santo o Babbo Natale alla guida di un’originale diligenza, di un tram trainato da cavalli o di una carrozza nuziale. Queste attività non solo offrono varietà, ma consentono anche di continuare a praticare sport agonistico a questo livello elevato. Nel tempo libero, la coppia può sempre essere trovata con qualcuno o qualcosa che si occupa di sport equestri.

READ  Green pass "obbligatorio" in Italia, ecco i problemi da risolvere - Cronaca

(Il testo continua sotto la foto)

Con il pilota Vierspan Hans Heus de Laag-Soeren alla Coppa del Mondo in Italia

Componenti dello sport agonistico

Le competizioni iniziano sempre con un’ispezione veterinaria. Si possono iscrivere cinque cavalli per ogni competizione in modo da arrivare ai quattro migliori cavalli per evento. Dopo questa ispezione dei cinque cavalli (i cavalli devono tutti “capace di competere” la competizione inizia con una prova di dressage. In questa parte, il conduttore mostra di avere una buona padronanza dei cavalli, di aver padroneggiato le diverse parti della prova e di poter far muovere i cavalli nel modo migliore e uniforme possibile.

Il giorno successivo si svolge la sempre spettacolare maratona. Sette o otto diversi ostacoli disposti poi devono essere superati il ​​più velocemente possibile, in un ordine prestabilito dal cancello A al cancello F. All’interno del percorso, un tempo minimo e massimo è determinato in anticipo. Al termine della competizione è previsto un corso di abilità alla guida. Un percorso composto da almeno trenta passaggi costituiti da pedine su cui poggia una biglia. L’armamento deve attraversare tutti i passaggi nel tempo assegnato senza che le palle cadano. I punti saranno distribuiti per tutti questi giochi in modo che il vincitore finale della competizione possa essere determinato alla fine della terza giornata.

Le diverse parti rendono lo sport estremamente versatile, ma indicano anche la difficoltà dello sport. Un giorno la squadra di quattro in mano dovrà eseguire una bella e corretta prova di dressage e il giorno successivo il più velocemente possibile attraverso ostacoli speciali.

(Il testo continua sotto la foto)

Con il pilota Vierspan Hans Heus de Laag-Soeren alla Coppa del Mondo in Italia

Team di professionisti con l’aiuto di amici

Inutile dire che ciò richiede un’incredibile quantità di pratica e abilità da parte del conducente e dei suoi cavalli. Oltre agli sport equestri, Anne-Marie Heus-Elings e Hans Heus hanno anche lavori a tempo pieno. L’addestramento e la supervisione dei cavalli avviene quindi nel tempo libero. Con l’aiuto di tanti amici, Heus ha costruito nel tempo una squadra che non solo è pronta durante le gare, ma supporta anche gli allenamenti, si prende cura delle stalle, alletta, striglia i cavalli, monta i cavalli e si occupa della manutenzione dei finimenti, delle macchine e camion. . Per poter apparire al via delle grandi competizioni (inter)nazionali, servono tante cose.

READ  I sindacati chiedono 4 ore di sciopero per i lavoratori Ryanair in Italia

Certo, questo sport top non può più fare a meno del supporto di sponsor e persone che hanno a cuore la squadra. Fortunatamente, la squadra ha molto ‘Buona volontà’ costruito, sia dentro che fuori lo sport, permettendo alla squadra di mantenere la sua affiliazione ai vertici. La cosa speciale di Heus e del suo team G4 è che sono in effetti una delle poche squadre non professionistiche in questa competizione più alta del motorsport e con il loro status sono state in grado di qualificarsi di nuovo per il prossimo campionato mondiale.

Questa sarà la terza partecipazione al campionato del mondo per il team Geldersch Vierspan. Dopo il 2008 a Beest e il 2016 a Breda, dove diversi olandesi hanno potuto prendere parte a una gara olandese, sei anni dopo, è stata la volta dell’italiano Pratoni del Vivaro a prendere parte al mondo FEI a quattro mani. Il team Geldersch Vierspan potrà essere seguito nei prossimi giorni tramite il sito web, Facebook e Instagram. Insieme in viaggio per Roma.

Incubo

L’ultimo mondiale si è svolto a Breda nel 2016. Una partita vissuta con molta emozione e sentimenti contrastanti per la squadra. Il giorno in questione nella primavera del 2016 è stato definito il giorno più buio nella vita di guida del pilota di Soeren. Quando il vicino ha lanciato l’allarme lunedì mattina presto, le stalle erano in fiamme. Con l’aiuto dei vigili del fuoco, Heus riesce a far uscire vivi la maggior parte dei cavalli dalle stalle. Questo incubo segnerebbe il momento in cui molti si arrendono. Il team Heus, invece, ha iniziato a lavorare con molti amici su una squadra di cavalli da competizione, con la quale il team Geldersch Vierspan è ora in viaggio verso l’Italia. Nelle ultime settimane, ovviamente, si è fatto molto esercizio e si è svolta un’ultima partita a Baborówko, in Polonia, dove “i puntini sulle i” sono stati riuniti con l’allenatore della nazionale Ad Aarts.

(Il testo continua sotto la foto)

Con il pilota Vierspan Hans Heus de Laag-Soeren alla Coppa del Mondo in Italia

Parla con l’allenatore nazionale

Si è parlato della partecipazione del team Geldersch Vierspan al mondiale e si è discussa nel dettaglio anche della scelta di portare Heus e la sua squadra.

Come ha detto il tecnico della nazionale:

“È fantastico che Hans possa venire in Italia. C’è ovviamente una sorta di divisione nello sport ad alte prestazioni. Un certo numero di corridori sono coinvolti nello sport a tempo pieno e alcuni di loro hanno anche un lavoro. Quindi è bello vedere che Hans e il suo team sono in grado di rimanere in contatto con l’apice dello sport equestre.

“L’anno scorso, Hans si è presentato a quasi tutte le competizioni. Vediamo una prestazione costantemente buona e Hans riesce ripetutamente a schierare una selezione di cavalli fisicamente in forma.

Alla nuova competizione in Polonia, Heus è stato nuovamente presente a una grande competizione in cui le condizioni e l’idoneità dei cavalli sono state nuovamente testate e dimostrate. Un buon momento per mettere i puntini sulla “i” durante questo genere di partite, oltre al consueto allenamento federale, in preparazione alla Roma.

READ  Conte risponde alle critiche, ma avrebbe preferito un'Inter peggiore. Eriksen, marchio Scudetto?

Annunci pubblicitari: “Ogni anno ci sono almeno tre allenamenti presso il Centro Sportivo Nazionale Ermelo. Purtroppo non è possibile offrire formazioni più centrali con il budget attuale, ma è per questo che questi tipi di momenti sono molto preziosi. La cosa grandiosa di Hans è che non gioca a nascondino e continua a crescere sempre a modo suo. Il suo approccio calmo e coerente parla a suo favore. Auguro anche a questo top rider tanto successo nei giorni a venire. »

Amanti dei cavalli purosangue

Oltre al fatto che Heus ha formato e guidato per anni molte persone nello sport della guida come istruttore, è stato membro del consiglio di amministrazione di Manege De Spreng a Laag-Soeren per più di 25 anni, membro del consiglio dei direttori dell’organizzazione nazionale del KHNS, presidente del club delle carrozze e organizzatore di varie gite in carrozza. Anche la moglie Anne-Marie lavora ed è attiva nello sport equestre da oltre quarant’anni, in cui tiene numerosi corsi di formazione come istruttrice certificata e offre supporto a vari piloti.

(Il testo continua sotto la foto)

Con il pilota Vierspan Hans Heus de Laag-Soeren alla Coppa del Mondo in Italia

Windsor Royal Horse Show

La recente morte della regina Elisabetta II segna la fine di un periodo speciale per molti, di cui anche il team di Geldersch Vierspan conserva affettuosi ricordi. Per anni il team Heus ha fatto parte del team olandese al Royal Windsor Horse Show, uno spettacolo equestre annuale nei giardini del Castello di Windsor. Come parte di questa squadra, l’anno scorso Heus ha ricevuto il terzo Queen’s Prize. Nonostante la sua età avanzata, anche la regina Elisabetta era presente a questo evento speciale nel giorno del suo compleanno quest’anno.

Le notizie facile da seguire da rheden.nieuws.nl? Metti mi piace alla nostra pagina Facebook, seguici su Twitter Dove LinkedIn e Instagram o ricevi la nostra newsletter gratuita giornaliera o settimanale. Pubblicizza a rheden.nieuws.nl chiamare: Dolf Verschuren per prezzi e opzioni 06 – 4025 3846.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.