Coronavirus 5 maggio 2021 Emilia-Romagna: oggi bollettino Covid. Dati, infezioni, decessi

Bologna, 5 maggio 2021 – Un leggero aumento i contagio nel Emilia Romagna, dove, tuttavia, il rapporto tra nuovi positivi e test rimane costante e basso. Io sono 561 Quasi (ieri 488) emergente dal bollettino covid oggi, 5 maggio, L’1,9% dei quasi 30mila tamponi processati (1,7% ieri)

Dati nazionali Coronavirus Italy Bulletin Today: dati sulle infezioni da Covid. Regione per numeri di regione

Sfortunatamente, si registrano 17 nuovi decessi, ma la pressione sugli ospedali della regione continua a diminuire: i pazienti ricoverato in ospedale nel terapia intensiva 213 (numero invariato rispetto a ieri), 1.546 negli altri reparti della Covid (-73).

immagine

Ancora oggi i casi di covid registrati in Italia, Io sono 10.385 contro 9116 di ieri, con un numero di campioni non molto superiore a 24 ore fa: 327169 contro 315506, con un tasso di positività che sale al 3,2% (ieri era il 2,9%). È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute. Numero di morto nelle ultime 24 ore legate al coronavirus: lo sono 267 contro i 305 di ieri, per un totale di 122.005 dall’inizio della pandemia.

La pressione sugli ospedali diminuisce ulteriormente: i ricoveri i clienti abituali sono 17.520, in calo di 656 unità rispetto a ieri; pazienti in terapia intensiva sono 2.368, con 142 ingressi di giornata (+6), contro i 2.423 di ieri (-55).

Solo tre regioni registrano più di mille casi: il Lombardia 1157, il Campania 1.447 e il Puglia 1.171.

Dall’inizio dell’epidemia di coronavirus si sono registrati in Emilia-Romagna 372.817 casi positivi. Nelle ultime 24 ore sono stati prelevati 18.034 campioni molecolari, per un totale di 4.469.725, oltre a 11.944 campioni rapidi.

Dei 561 nuovi contagi, 203 sono asintomatici individuati nel contesto delle attività di ricerca e rintracciamento dei contatti regionali. Complessivamente, dei nuovi positivi, 211 erano già isolati al momento in cui è stato eseguito il tampone, 294 sono stati identificati in focolai già noti. L ‘Medio Evo dei nuovi aspetti positivi di oggi sono 36,5 anni.

Dei 203 asintomatici, 135 sono stati identificati attraverso l’attività di ricerca contatti, 9 tramite test per le categorie di rischio introdotte dalla Regione, 2 con screening sierologico, 9 tramite test pre-ricovero. L’indagine epidemiologica è ancora in corso per 48 casi.

READ  Coronavirus, il consiglio di Burioni a Figliuolo: "Siamo in guerra: agisci come Churchill a Dunkurque"

Si può vedere la situazione dell’infezione nelle province Bologna con 121 nuovi casi, seguito da Reggio Emilia (103). poi Ravenna (63), Parma (62), quindi Forlì (44), Modena (39), Ferrara (37), Piacere (32) e Rimini (30). Finalmente, Cesena (20) e il quartiere di Imola (10).

Di Dio 121 nuovi casi di positività in provincia di Bologna, 67 campioni per la presenza di sintomi, 20 sono stati identificati tramite tracciamento dei contatti, 3 tramite test di categoria, mentre l’indagine epidemiologica è in corso per 31.

Delle 121 nuove infezioni, 82 lo sono sporadico e 39 sono inseriti in epidemie. Nessun caso viene importato dall’estero o da altre regioni.

Sfortunatamente, si registrano 17 nuovi decessi: 2 in provincia di Parma (una donna di 91 anni e un uomo di 94 anni); 1 pollice Modenais (un uomo di 72 anni); 8 in provincia di Bologna (4 donne – rispettivamente 71, 84, 87, 95 anni – e 4 uomini, 82, 87, 93 e 99 anni); 1 pollice Ferrara (una donna di 86 anni); 4 in provincia di Ravenna (3 donne, rispettivamente di 66, 83 e 95 anni, e un uomo di 79); 1 in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 89 anni). Nessun decesso nelle province di Piacere, Reggio Emilia e Rimini.

Nel totale, dall’inizio dell’epidemia, ci sono stati 12.957 morti nella regione.

Per quanto riguarda le persone nel loro insieme guarire, sono 587 in più rispetto a ieri e raggiungono 320.778.

io casi positivi, cioè i pazienti effettivi fino ad oggi sono 39.082 (-43 da ieri). Di questi, le persone isolate in casa, o quelle con sintomi lievi che non necessitano di cure ospedaliere o non presentano sintomi, rappresentano un totale di 37.323 (+30), ovvero il 95,5% del numero totale di casi attivi.

I pazienti ricoverato in ospedale nel terapia intensiva sono 213 (numero invariato rispetto a ieri), 1546 pollici altri reparti di Covid (-73).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono distribuiti come segue: 9 a Piacere (numero invariato rispetto a ieri), 15 a Parma (invariato), 25 a Reggio Emilia (-2), 29 bis Modena (-1), 59 bis Bologna (+1), 12 a Imola (+1), 22 bis Ferrara (+1), 12 a Ravenna (-1), 7 a Forlì (+1), 6 a Cesena (invariato) e 17 a Rimini (invariato).

READ  OSIRIS-Rex, test di touchdown tecnico sull'asteroide Bennu

I casi di positività nel territorio dall’inizio dell’epidemia, che fanno riferimento alla provincia in cui è stata fatta la diagnosi, si articolano come segue: 23134 a Piacere (+32 rispetto a ieri, di cui 25 sintomatici), 26507 a Parma (+62, di cui 35 sintomatici), 45.309 anni Reggio Emilia (+103, di cui 71 sintomatici), 63447 a Modena (+39, di cui 29 sintomatici), 79685 a Bologna (+121, di cui 67 sintomatici), 12.355 casi a Imola (+10, di cui 5 sintomatici), 22713 a Ferrara (+37, di cui 13 sintomatici), 29514 a Ravenna (+63, di cui 50 sintomatici), 16214 a Forlì (+44, di cui 36 sintomatici), 18789 a Cesena (+20, di cui 16 sintomatiche) e 35 150 a Rimini (+30, di cui 11 sintomatici).

Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, lo sono stati 6 casi eliminati, di cui 3 positivi al test dell’antigene ma non confermati dal tampone molecolare e altri 3 giudicati non Covid-19.

Durante questo periodo, continua il file campagna di vaccinazione anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale sanitario e CRC, compresi i pazienti ricoverati in case per anziani, la maggior parte dei quali già vaccinati, gli over 80 in assistenza domiciliare e i loro coniugi se hanno 80 anni o più e le persone di 65 anni e più sopra . Da domani, 6 maggio, ulteriore passo in avanti con l’avvio delle prenotazioni per i 60-64enni, nati tra il 1957 e il 1961 compreso.

Alle 15:00 furono dati in totale 1.783.315 dosi; del totale, 601.558 sono seconde dosi, cioè persone che hanno completato il ciclo di vaccinazione.

L ‘Indice Rt in Emilia-Romagna “è ancora sotto 1, è in aumento ma non in modo esponenziale. Siamo ancora sotto il livello di guardia”. Ospedale Covid e servizi di terapia intensiva “migliorano”. In ogni caso, l’area rimarrà molto probabilmente nella zona gialla per almeno un’altra settimana.

Numero di infezioni ogni 100.000 abitanti sono 118,83, quindi “lontani dalla soglia dei 250 casi ogni 100mila e le stanze sono alleggerite”, ricorda ancora Donini, oggi durante una conferenza stampa sulla campagna vaccinale. Certo, i contagi sono in aumento soprattutto tra i più giovani: questo dato, conferma l’assessore, “risente di alcuni focolai in età scolare che si sono verificati nelle ultime due settimane”.

Capitolo varianti Coronavirus in Emilia-Romagna: gli ultimi dati hanno riferito che il ceppo originale è stato soppiantato 93% della variante inglese e il 7% dal Brasile. L’aggiornamento è avvenuto durante la conferenza stampa con l’assessore regionale alla sanità Raffaele Donini.

READ  Test della saliva per scoprire in 12 minuti se sei positivo al Covid e alla carica virale

Il sorveglianza varianti della regione, in connessione con l’Istituto Superiore di Sanità, è stato spiegato, è finito 400 tamponi a settimana, scelto “casuale” come campione, per seguire l’andamento.

falso

immagine

“Penso che un progresso nazionale questo è anche ciò che serve per spianare più rapidamente la strada alla decisione europea annunciata poche settimane fa “, è il commento soddisfatto di Stefano Bonaccini sul pass verde annunciato dal presidente del Consiglio Draghi da metà maggio per viaggi turistici in Italia”. Il lasciapassare verde europeo – spiega Bonaccini – ne abbiamo bisogno ed è utile avere questa vocazione di accolgono turisti da tutto il mondo. Se è difficile viaggiare per il mondo o se puoi viaggiare di meno, almeno puoi viaggiare di più in Europa“E il lasciapassare italiano, per il presidente dell’Emilia-Romagna, in questo senso potrebbe accelerare la decisione europea in questa direzione”. Mi auguro che il pass verde europeo – sottolinea Bonaccini – con regole uniche per tutti gli europei non solo venga annunciato, è già tanto, ma si è fatto. Vogliamo che coloro che sono protetti dagli altri possano entrare, andare dove possibile, anche per aiutare alcuni settori oggi in ginocchio a ripartire il prima possibile “, è l’auspicio. Grazie ai vaccini” l’età media delle persone contagiate dal coronavirus è scesa a 35-40 anni. Perché gli anziani oggi sono quasi tutti vaccinati, sono al sicuro e non infettano gli altri ”.

Ultime notizie Covid

Vaccini, in Emilia-Romagna, le prenotazioni per gli over 60 iniziano dal 6 maggio

Scuola, aumentano i contagi a Bologna. “Le classi in quarantena sono raddoppiate”

Carta verde per l’Italia e l’Europa: come funzionano e come ottenerle

“A metà luglio le morti saranno pressoché nulle. E il coronavirus sarà come l’influenza “

Covid a scuola: 2 classi su 100 in quarantena

Isole senza Covid, Figliuolo prepara un piano vaccinale. Incontro oggi con governo e rappresentanti

Fisiologico al posto del vaccino: i casi sospetti diventano 90

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *