È interstellare?  Gli scienziati scoprono un vero “pianeta acquatico”

È interstellare? Gli scienziati scoprono un vero “pianeta acquatico”

Per molto tempo è esistito solo in film come Interstellare, ma ora sembra la realtà. Gli scienziati ritengono di aver scoperto un pianeta interamente ricoperto di acqua liquida. Gli scienziati hanno fantasticato a lungo sull’esistenza di questo tipo di pianeta, che credono possa esistere teoricamente. Ma per molto tempo non ci sono state prove tangibili di ciò. Finora, sembra.

Il pianeta ha caratteristiche più eccezionali. Ad esempio, un anno durerebbe solo 11 giorni. Anche il pianeta dell’acqua, in termini astronomici, non è così lontano dalla Terra: si trova a una distanza di 100 anni luce. In confronto, il centro della Via Lattea dista 26.000 anni luce.

TOI-1452 b, come viene chiamato il pianeta, è “uno dei migliori candidati per essere un pianeta oceanico”. Questo è secondo il capo scienziato Charles Cadieux dell’Università di Montreal. in un comunicato stampadopo la ricerca sul pianeta pubblicata la scorsa settimana in Il giornale astronomico.

pianeta, oceano, acqua, pianeta dell'acqua, pianeta dell'oceano, nasa, ricerca, cielo
Ecco come sarebbe il pianeta. Fonte: Università di Montreal

In teoria, la vita potrebbe essere su un pianeta acquatico

Dal 2018, gli scienziati dell’agenzia spaziale NASA sono alla ricerca di pianeti al di fuori del nostro sistema solare dove la vita è possibile. Gli scienziati sono assistiti dal Transiting Exoplanet Survey Satellite (TESS). Per inciso, la NASA sta facendo più ricerche, per esempio agli UFO.

Con il telescopio TESS, la NASA mira a esaminare 200.000 delle stelle più luminose vicino al sole alla ricerca di pianeti vitali. Migliaia di pianeti sono già stati scoperti grazie ad esso. Ne esistono di tutte le forme e dimensioni: dai pianeti a forma di palloni da rugby ai pianeti completamente ricoperti di lava.

E ora c’è una nuova scoperta, quella del presunto pianeta acquatico TOI-1452 b. E notevole: su questo pianeta un “anno” dura solo 11 giorni. Questo è il tempo necessario al corpo celeste per ruotare attorno al proprio sole. Inoltre, in teoria, la vita sarebbe possibile.

Discovery ricorda il pianeta nel film Interstellar

La scoperta ricorda molto la scena del film di Christopher Nolan Interstellare. In questo film (nota: avviso spoiler), il team di astronauti visita un pianeta acquatico con un oceano poco profondo apparentemente infinito, fino a quando un’enorme onda di marea si dirige verso di loro. Su questo pianeta, il tempo passa anche molto più velocemente in termini “terrestri”. Dopo che gli astronauti sono tornati sulla Terra, anche la figlia del protagonista Cooper (interpretato da Matthew McConaughey) è anziana.

Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche, si ritiene che il scoperto di recente pianeta è il 70% più grande della Terra e cinque volte più pesante. I calcoli basati sulla presunta densità mostrano che il probabile oceano sul pianeta si estende anche più in profondità che qui sulla Terra.

Inoltre, i ricercatori riferiscono che il pianeta acquatico si trova in una buona zona della sua stella. Cioè, la temperatura è moderata. Non c’è altro modo, altrimenti l’acqua liquida evaporerebbe o si congelerebbe rapidamente. Attraverso questa moderazione, la vita potrebbe anche essere possibile.

Scoperta qualsiasi parvenza del primo pianeta acquatico

Ma affinché sia ​​effettivamente così, il famoso telescopio James Webb deve essere acceso, affermano i ricercatori. Dobbiamo capire meglio il pianeta. In ogni caso, un vantaggio è che il pianeta si trova in un’area che il telescopio Webb può osservare tutto l’anno.

I ricercatori sono ansiosi di saperne di più sull’acqua del pianeta. Potrebbe davvero essere questo il primo mondo acquatico veramente scoperto? Ad ogni modo, sembra.

Un oggetto misterioso si schianta sulla luna, ma nessuno sa a chi appartenga

Hai visto un errore? Mandaci una email. Ti siamo grati.

Risposta all’articolo:

È interstellare? Gli scienziati scoprono un vero “pianeta acquatico”

READ  "Il 70% dei pazienti con corona grave non si è ancora completamente ripreso dopo un anno" All'estero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *