essere in sovrappeso può portare a danni cerebrali nei bambini

essere in sovrappeso può portare a danni cerebrali nei bambini

Essere grassi non è salutare, soprattutto per i bambini. Ma essere in sovrappeso non fa solo male al corpo, sembra addirittura lasciare tracce distruttive nel cervello.

L’epidemia di obesità sta colpendo duramente gli Stati Uniti. Circa un bambino su cinque è obeso. Nei Paesi Bassi è stato l’anno scorso un mero 16 per cento bambini in sovrappeso. I ricercatori si sono chiesti cosa stesse facendo quel peso in eccesso al loro cervello e hanno condotto uno degli studi più completi studi a lungo termine per mappare lo sviluppo del cervello e la salute del cervello dei bambini obesi. I risultati non sono stati buoni: le scansioni MRI hanno mostrato che i bambini in sovrappeso hanno in media una salute cerebrale peggiore.

Epidemia di obesità
“Sappiamo che l’obesità negli adulti è collegata a una cattiva salute del cervello”, afferma Simone Kaltenhauser, ricercatrice di Yale e scienziata biomedica. “Precedenti ricerche sul cervello nei bambini si sono spesso concentrate su specifici piccoli gruppi o aspetti unici della salute del cervello. Questo studio è stato impostato su una scala molto più ampia, permettendoci di trarre conclusioni più ampie.

Il team di Kaltenhauser ha scansionato quasi 12.000 bambini di nove e 10 anni in vari ospedali statunitensi per ottenere i risultati più rappresentativi possibili. Lo sviluppo cognitivo del cervello dell’adolescente(ABCD). “Questo set di dati è unico perché rappresenta un meraviglioso campione rappresentativo della popolazione americana”, afferma.

Cambiamenti strutturali nel cervello
Dopo aver escluso i bambini con disturbi alimentari, disturbi neurologici e psichiatrici e lesioni cerebrali traumatiche, il gruppo di studio ha incluso 5.169 bambini. Secondo gli z-score del BMI dei bambini – misure del peso relativo aggiustate per età, sesso e altezza del bambino – i tassi di sovrappeso e obesità (gravemente sovrappeso) all’interno del gruppo di studio erano 21 e 17, rispettivamente, 6%.

READ  Amerikaans onderzoek: zet net als bij sigaretten enge foto's op frisdrank en de verkoop neemt af

Per ottenere una buona immagine della salute del cervello del bambino, sono stati esaminati in uno stato di riposo i cambiamenti nel flusso sanguigno al cervello e il grado di connettività tra le regioni neurali del cervello. I ricercatori hanno anche esaminato le anomalie nella quantità di sostanza bianca nel corpo calloso, la connessione principale tra i due emisferi del cervello. Il team si è adattato per età, sesso, razza e stato socioeconomico.

Deterioramento della materia bianca
Sono stati osservati cambiamenti strutturali del cervello nei bambini in sovrappeso e obesi. Così era la materia bianca corpo calloso palesemente influenzato. C’era anche meno materia bianca all’interno degli emisferi cerebrali, nelle strutture che collegano i lobi del cervello. “È sorprendente e inquietante che questi cambiamenti possano essere visti così presto nell’infanzia”, ​​afferma Kaltenhauser. Anche lo strato esterno del cervello, chiamato corteccia cerebrale, era in media più sottile nei bambini obesi. Sebbene la corteccia abbia uno spessore di pochi millimetri, è molto importante per molte delle nostre funzioni cerebrali superiori, come la memoria. L’assottigliamento della corteccia è associato a una riduzione qualitativa e quantitativa di queste funzioni cerebrali superiori.

Corteccia cerebrale più sottile
“Ci aspettavamo una diminuzione dello spessore corticale nei bambini con peso maggiore e punteggio z BMI più elevato perché questo effetto era già stato riscontrato in studi più piccoli dello studio ABCD”, afferma Kaltenhauser. “Ma siamo rimasti sorpresi dal grado di deterioramento della sostanza bianca. Era molto peggio del previsto. L’aumento di peso è stato collegato alla diminuzione della connettività nelle reti cerebrali funzionali in cui sono centrati il ​​controllo cognitivo, la motivazione e il processo decisionale basato sulla ricompensa.

READ  Previsioni del tempo, un'enorme nuvola di sabbia dal Sahara risale il Mediterraneo e l'Europa fino alla Norvegia: inizia una lunga ondata di caldo in tutto il continente [MAPPE]

“L’aumento del BMI e del peso influiscono non solo sulla salute fisica, ma anche sulla salute del cervello”, afferma Kaltenhauser. “Il nostro studio ha dimostrato che il peso più elevato e i punteggi z del BMI nei bambini di nove e 10 anni sono collegati al deterioramento delle macrostrutture, delle microstrutture e della connettività funzionale del cervello del bambino”.

Lo studio ABCD continua
Il professore di Yale e neuroradiologo Sam Payabvash afferma che i risultati dello studio forniscono un’importante spiegazione neurologica per studi precedenti che mostrano che un indice di massa corporea più elevato nei bambini è collegato a scarso funzionamento cognitivo e risultati scolastici peggiori. “Lo studio ABCD a lungo termine ci offre l’opportunità di osservare tutti i cambiamenti che si verificano nei bambini con un peso maggiore e punteggi z di BMI più elevati”, ha affermato il dott. Payabvash. “Dovremo vedere quali saranno gli sviluppi nei prossimi sei-dieci anni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *