La scrittrice Rosita Steenbeek con Viva l’Umanità a EO

La scrittrice Rosita Steenbeek con Viva l’Umanità a EO

La scrittrice Rosita Steenbeek ha creato il nuovo programma EO Viva l’Umanità. Viva l’Umanità Viva l’umanità, parla del mondo dei rifugiati e dei migranti in Europa. Questo spettacolo può essere visto dal giorno di Natale, domenica 25 dicembre 2022, alle 22:35 su EO su NPO2.

Il libro è recente Dreamland Italia: da Aleppo a Torino apparso.

Rifugiati

Non tutti i profughi possono contare su un’accoglienza ospitale come gli ucraini che fuggono. Ai confini dell’Europa ci sono i respingimenti, c’è lo sfruttamento, il traffico di esseri umani e gli abusi. Ma c’è anche un altro lato. Persone di ONG, chiese e politici che intervengono e aiutano e giornalisti che denunciano l’ingiustizia. La scrittrice Rosita Steenbeek racconta in Viva l’Umanità! la loro storia. La serie è stata diretta dal regista Wilberry Jakobs, che in precedenza ha anche diretto le serie Sign of the Times e #Dorhout per EO.

Guarda anche: Gioco di ombre

Lunga vita all’Umanità!

In questa serie, che inizia il giorno di Natale, lo spettatore viaggia in vari luoghi e paesi d’Europa. In Italia si fa vedere il lavoro dei vodesi e si vede il sindaco di Camini, contento dei nuovi arrivati. In Grecia, Atene è centrale. Ingeborg Beugel parla di respingimenti, criminalizzazione degli aiuti e restrizione della libertà di stampa.

Inoltre, in Viva l’Umanità! ha mostrato il lavoro dei protestanti valdesi e del cattolico di Sant’Egidio su un “passaggio sicuro”, che le organizzazioni hanno realizzato insieme per i profughi che si avventurano nella pericolosa traversata dal Libano all’Europa. È anche morso, Professore di Diritto della Cittadinanza e della Migrazione alla Radboud University e Membro del Parlamento Europeo per GroenLinks. Chiede il rispetto dei diritti umani e dello stato di diritto.

Più avanti in questo articolo, potrai approfondire i contenuti per puntata di Viva l’Umanità!

Rosita Steenbeek

Rosita Steenbeek è una scrittrice e opinionista che vive a Roma. Il suo libro uscirà insieme alla serie TV in quattro parti Dreamland Italy, da Aleppo a Torino presso la casa editrice Prometheus. Viaggia lì attraverso l’Italia e vede come la situazione dei rifugiati e dei migranti stia diventando più dura, ma anche come stia sorgendo resistenza, tra gli altri, dai valdesi, una minoranza protestante un tempo pesantemente perseguitata, che fanno molti sforzi per accogliere i rifugiati e aiutarli a stabilirsi nelle loro case.

READ  Vaccino Covid, 153.000 dosi somministrate a insegnanti e Ata. Area dati per regione. AGGIORNARE

Lunga vita all’Umanità! guardare

Lunga vita all’Umanità! da vedere dal giorno di Natale, domenica 25 dicembre 2022, alle 22:35 presso EO su NPO2. Gli episodi possono anche essere visualizzati tramite NPO Start e NPO Plus. Se usi un Connessione VPN, è anche possibile scaricare Viva l’Umanità! vista dall’estero.

Ecco il contenuto per episodio:

Italia

Sulla costa meridionale dell’Italia, la Calabria è un punto di approdo per rifugiati e migranti che entrano nel paese attraverso la Libia, la Turchia e il Libano. Saranno sopravvissuti all’inferno libico e alla dura traversata, ma le condizioni sono spesso pessime anche in Calabria. Lo sfruttamento, le cattive condizioni di vita e di lavoro e gli attacchi sono il loro destino. Lo svantaggio delle storie dell’orrore dell’inferno libico è che anche l’umanità è rispettata. A Rosarno, Francesco della Speranza Mediterranea, fondata dai protestanti vodesi, fa di tutto per cambiare gli abusi e offrire loro una casa. Il sindaco di Camini accoglie a braccia aperte anche i nuovi arrivati, afgani, africani e siriani. Niente affatto perché il suo vecchio villaggio è di nuovo vivo e rinvigorito.

Episodio 1 Viva l’Umanità! : Italia. Domenica 25 dicembre Natale 22:35 su NPO 2

Grecia

Dal suo posto di lavoro ad Atene, la giornalista olandese Ingeborg Beugel segue da anni ciò che accade in Grecia. Critica e impegnata, racconta i respingimenti, la criminalizzazione degli aiuti e le restrizioni alla libertà di stampa. Ha affrontato il primo ministro Mitsotakis e il primo ministro Rutte con una semplice domanda: “Quando smetterai di mentire sui respingimenti?” Da Onlus Radio 1 al Consiglio delle Chiese in visita di lavoro in Grecia, condivide ovunque il suo sapere e denuncia le ingiustizie. Ad Atene, l’afghano Fridoon sta cercando di ricostruirsi una vita, così come il giovane siriano Ali e sua moglie Haida. I residenti dei campi profughi, aiutati dal movimento civile antirazzista Keerfa, stanno prendendo in mano la situazione e scendono in piazza per manifestare a favore dei diritti umani e di una politica di asilo equa.

READ  La città canadese di Lytton, dove all'inizio di questa settimana è stata registrata una temperatura record di 49,6°C, è stata distrutta da un enorme incendio

Episodio 2 Viva l’Umanità! : Grecia. Domenica 1 gennaio alle 22:45 su NPO 2

passaggio sicuro

Troppo spesso sentiamo la richiesta di un rifugio nella nostra stessa regione. Ma di gran lunga la maggior parte dei ricevimenti si sta già svolgendo nei paesi vicini. Il Libano, ad esempio, ospita non meno di 1,5 milioni di rifugiati siriani, mentre il paese stesso ha solo sei milioni di abitanti, il che esercita una forte pressione sugli insediamenti. A causa della grave crisi economica e dei disordini sociali, le condizioni di vita dei profughi sono diventate insostenibili. Il Libano sta ora deportando i rifugiati in Siria e le persone stanno nuovamente tentando di fuggire su imbarcazioni pericolose per raggiungere l’Europa. Per alcuni esiste un “passaggio sicuro” attraverso un corridoio umanitario. È stato istituito da organizzazioni ecclesiastiche in Italia, inclusi i protestanti valdesi e il cattolico Sant’Egidio. Daniel e Ilyas, due fratelli siriani e Jihad e Safiya con le loro tre figlie vengono seguiti dal Libano verso un nuovo inizio in Italia, dove vengono accolti e guidati nella loro integrazione dalle comunità e dai singoli cittadini.

Episodio 3 Viva l’Umanità! : Passaggio sicuro dal Libano all’Italia. Domenica 15 gennaio alle 22:40 su NPO 2

Anima venduta?

Da anni si parla di una politica di asilo migliore e più equa in Europa. Ma invece della solidarietà europea, staccionate e muri stanno comparendo ai confini dell’Europa. I respingimenti fanno ora parte della politica. morso, Professore di Diritto della Cittadinanza e della Migrazione alla Radboud University e Membro del Parlamento Europeo per GroenLinks, conosce a fondo il mondo dei rifugiati. Ma trova altrettanto facilmente il suo posto nel biotopo della politica e della burocrazia di Bruxelles. Dalla Bosnia a Ter Apel, visita i profughi per vedere meglio sul posto, chiede il rispetto dei diritti umani e dello stato di diritto.

READ  "Il Barcellona trova milioni di dollari in Italia"

Episodio 4 Viva l’Umanità! : L’UE ha venduto la sua anima? Domenica 22 gennaio alle 22:40 su NPO 2

Rimani informato sulle ultime novità? Seguici su instagramvenire a Gruppo Facebook e iscriviti al nostro notiziario.


Sostieni VlaamsKijken?
Per rendere possibile VlaamsKijken, lavoriamo con Google Ads e link di affiliazione (se ordini tramite tale link, riceveremo una piccola commissione dal rispettivo negozio online). Se vuoi supportare VlaamsKijken in questo modo, acquista dai nostri partner come bol.com, coolblue e Amazon.nl (Come affiliato Amazon guadagno dagli acquisti idonei – vale anche per la prova Video Amazon Prime e il Canali video). Riceviamo anche una piccola commissione tramite link a VPN Paesi Bassi (che usiamo noi stessi per facilitare la visione televisiva dall’altra parte del confine).

25 dicembre 2022 /

Consigli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *