l’inverno è arrivato, un forte calo delle temperature


Aria fredda, neve a bassa quota e maltempo diffuso. Questo è quello che ci aspettiamo dal punto di vista meteorologico per la giornata del 2 dicembre

L’Italia si prepara ad entrare In pieno inverno. Se la giornata del 1 dicembre è stata caratterizzata da un primo significativo abbassamento delle temperature, un nuovo gelido afflusso aggirerà la barriera alpina in serata per dare origine, al di fuori del mattino 2 dicembre a un nuovo vortice ciclonico nel Mar Tirreno. Da notare che per alcuni giorni nelle regioni settentrionali si sono verificate condizioni tipicamente invernali dal punto di vista delle temperature ma questo scenario andrà via via a si estendono in tutta Italia. Quello che ci attende è un’ondata di maltempo caratterizzata da possibili piogge e temporali oltre che da forti venti al centro sud. Al Nord la possibilità di nevicate a bassa quota si fa più concreta con il forte calo di temperatura previsto per le prossime ore, con temperature che in molti luoghi arriveranno a zero o addirittura scompariranno. sotto zero.

Leggi anche: Meteo 1 dicembre: nuovo fronte di ghiaccio sull’Italia, temperature più basse

Previsione 2 dicembre Nord Italia

La depressione minima sul Golfo Ligure arrivata durante il Mercoledì sera 2 dicembre e l’arrivo di aria fredda dal Mare del Nord determinerà generalmente le condizioni invernali nel nord. È previsto un ulteriore e repentino abbassamento della temperatura con possibilità di nevicate di bassa quota soprattutto in Piemonte e Lombardia (a volte anche nella pianura della Valpadana), soprattutto al mattino ed a fine giornata. Le piogge potrebbero interessare il Nord-Est, l’Emilia-Romagna, ilAppennino Ligure e il basso Piemonte. In alcune zone della Lombardia può piovere nel pomeriggio. Temperature massime tra 2 e 6 gradi

READ  Condizioni meteorologiche estreme sull'esopianeta lavico

Meteo 2 dicembre 2020 in centro

Cambio di scenario meteorologico anche al centro sud con maltempo, rischio freddo e neve ad altitudini medio-basse. Al centro il calo termico sarà grande quanto al nord. Le nevicate potrebbero interessare l’Emilia Romagna e l’Appennino Centrale (per l’Appennino solo da 1200 metri). Tempo disturbato con possibilità di rovesci nelle zone tirreniche e temperature in calo con massime comprese tra 6 e 11 gradi.

Tempo nel sud Italia

Rischio di fenomeni intensi su Campania, Sicilia e Lazio. Il tempo peggiorerà notevolmente con rovesci e temporali anche sul Salento e localmente nelle regioni ioniche. I massimi saranno leggermente più alti, tra 14 e 19 gradi.

Allerta arancione per Lazio, Campania, Abruzzo e Molise

Segnaliamo il liberazione dalla protezione civile relativo all’allerta meteo del 1 dicembre: “Sulla base delle previsioni disponibili, la Direzione della Protezione Civile, d’intesa con le Regioni interessate – cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nelle aree interessate – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. Dalle prime ore di domani sono previste piogge sparse o diffuse, anche da acquazzoni o temporali, sul Lazio, nell’estensione della Campania e nei settori occidentali dell’Abruzzo e del Molise, questi fenomeni saranno accompagnati da rovesci intensi, attività elettrica frequente, grandinate locali e forti raffiche di vento “. Sulla base dei fenomeni attesi e in atto, è stata valutata per domani, mercoledì 2 dicembre, un’allerta arancione su buona parte del Lazio, Abruzzo, Molise e Campania. Allarme giallo valutato sui restanti settori delle quattro regioni, in Umbria, su parte della Basilicata e della Sicilia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *