Nafi Thiam parla di soldi e salute dopo la punizione agli Europei indoor

Nafi Thiam parla di soldi e salute dopo la punizione agli Europei indoor

Nell’Ataköy Arena, Nafi Thiam ha potuto raccogliere la sua nona medaglia d’oro sabato. Non ha mai ricevuto un bonus per cinque di quelle medaglie, che ha vinto ai Campionati Europei. Per i suoi titoli olimpici a Rio e Tokyo, ha ricevuto 50.000 euro ciascuno, vale a dire tasse escluse, e World Athletics ha sborsato rispettivamente 60.000 dollari (56.000 euro) e 70.000 dollari (65.000 euro). Eugenio. Tuttavia, European Athletics lascia i suoi atleti al freddo finanziariamente e non concede profitti o bonus record.

“Non avevo idea se ci fossero premi in denaro da vincere”, ha detto Thiam. “Che non ho capito niente, fino ad ora. Ma sai cosa trovo scandaloso? Prezzi dei biglietti olimpici. Sono gli atleti che danno spettacolo e spettacolo, ma non sono sicuro che la mia famiglia possa venire a incoraggiarmi a Parigi. Non solo i biglietti sono terribilmente costosi, ma devi anche aggiungere viaggi e pernottamenti. Mio fratello minore si era iscritto alla lotteria per la vendita dei biglietti, ma per ora vengono offerti solo pacchetti ed è davvero impagabile. Prezzo del cavallo. Ci riproverà più tardi, quando i singoli biglietti saranno messi in vendita. Come atleta olimpico, posso ottenere i biglietti, ma non gratis. Potresti anche pagarlo.

Record mondiali, che vengono premiati durante i Mondiali con bonus che vanno dai 50.000 dollari (47.000 euro) indoor ai 100.000 dollari (97.000 euro) outdoor. Agli Europei: niente. Thiam ha battuto il record mondiale nel pentathlon – e allo stesso tempo il record europeo, in quanto detenuto dall’ucraina Dobrynska – per l’onore. Quanto in alto pensa che il record mondiale sia ora, rispetto a tutti gli altri suoi successi? “Non classifico tutti i miei titoli, medaglie e record. Il mio record mondiale non vale più degli altri miei exploit, perché neanche un titolo olimpico è niente. È soprattutto il massimo che li ho tutti in una volta. Certo, è molto speciale che ora abbia un record mondiale a mio nome: sono felice di aggiungerlo alla mia lista di successi.

READ  Segni speciali di attività vulcanica su Marte

In effetti, il record mondiale di Istanbul non è stato il primo per Thiam. Nel 2013, ha rafforzato il WR nelle juniores, ma poiché non c’erano controlli antidoping a Gand, questo record non poteva essere approvato. “Questo sarà il mio primo disco di una lunga serie? (Ride) Aspetta, ehi. L’ho già detto venerdì: non cambierò radicalmente i miei piani e sparerò in tutte le direzioni a causa di questo disco per follia. È un buon inizio, fermiamoci qui”.

A Istanbul, Thiam sembrava molto rilassato. Non così combattuto come ai Giochi di Tokyo, né così teso come ai Mondiali della scorsa estate a Eugene. Riuscirà finalmente a godersi di nuovo un eptathlon? “Mi sono divertito molto. Anche per questo ho partecipato a questo Europeo indoor e poi ho sempre dato il meglio di me stesso. Te l’ho già spiegato: l’Europeo è servito da banco di prova per quello che è venuto dopo. Non ho potuto esibirmi. Solo perché il mondo esterno si aspetta ancora molto da me o tutti gli occhi sono puntati su di me non significa che non dovrei venire. Michael (Van derplaatsen, il suo allenatore, ndr) ed io siamo sulla stessa lunghezza d’onda: non abbiamo paura di provarci. Fisicamente, mi sentivo anche liberato. Non ho avuto dolore durante il pentathlon, questa è una cosa in meno di cui preoccuparsi. Forse non ci pensi tanto quando vedi gli atleti in pista, ma è importantissimo. La strada per Tokyo è stata fisicamente molto difficile ed Eugene… non sapevo nemmeno se ce l’avrei fatta. Mi sono persino chiesto se non fosse meglio saltare una stagione. Dopo tutto, i problemi fisici stavano diventando cronici. Abbiamo trascorso due o tre mesi in Sud Africa cercando di risolverlo. E poi mi sono sentito di nuovo bene.

READ  Secondo Elon Musk, non c'è vita nel nostro sistema solare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *