Ora può vederli volare!

Ora può vederli volare!

Sommario dell’articolo

Un importante scienziato dell’OMS ammette in un’intervista di addio il grave errore di non riconoscere che il virus passa attraverso l’aria. Questo mi dà sentimenti molto contrastanti.

Leggi l’articolo completo: Ora può vederli volare!

momento della lettura: 4 minuti

Lo scienziato dell’OMS si rammarica dell’errore

Il medico indiano che guida la scienza all’OMS dal 2019 lo ha fatto intervistato come parte del suo ritiro. Questo è intitolato:

Ora può vederli volare!  - 52976

In questa intervista, gli viene chiesto quale sia stato il suo più grande errore come capo della scienza presso l’OMS. Era il fatto che non avevano detto che il virus era nell’aria? Dan è la sua risposta.

“Avremmo dovuto farlo molto prima, sulla base delle prove disponibili, e ci ha fatto male. Si potrebbe dire che la critica dell’OMS è ingiusta, perché abbiamo parlato di ventilazione e mascherine. Ma non abbiamo mai detto chiaramente “è un virus che passa per l’aria”. Mi dispiace così tanto che non l’abbiamo fatto molto, molto prima.

Poi spiega perché è successo. Preso da vecchi dogmi e ambiguità sulla propria posizione, stabilita nel 2019.

Sentimenti molto contrastanti

Devo dirti che guardo questa intervista con sentimenti molto contrastanti. È un bene che ora lo riconosca. E dubito che in Olanda persone come Van Dissel, Koopmans e Bonten diranno mai una cosa del genere in un’intervista. Seguiranno la linea “L’abbiamo sempre detto, perché guarda lì e c’era già la parola ‘ventilazione’.

Ma ciò che mi fa male e mi fa arrabbiare di nuovo è quanto sia grave il danno perché le persone non sapevano già nell’aprile 2020 che il virus si stava diffondendo nell’aria. Il 2 aprile 2020 ho scritto questo articolo.

READ  Publieksavond Gezondheid in Land van Cuijk op 9 febbraio

Ora può vederli volare!  - 52993

E nelle settimane successive tanti altri articoli su questo argomento. Quanto è stato importante riconoscere che la diffusione del virus era aerea e negare che una parte significativa delle misure fosse inefficace/non necessaria e che non siano state prese misure significative per proteggere i più vulnerabili. Non per niente ho fatto del mio meglio per attirare l’attenzione su queste conclusioni. Renditi conto di cosa avrebbe significato se le persone avessero riconosciuto nell’aprile 2020 ciò che ho pubblicato allora:

  • Le strutture di assistenza avevano una politica di buona ventilazione e molta aria fresca. Le visite dei familiari sarebbero state possibili. E ai residenti era stato permesso di uscire.
  • Le restrizioni esterne potrebbero essere revocate.
  • Non appena il tempo è migliorato (da maggio), tutte le restrizioni potrebbero essere revocate.
  • L’istruzione avrebbe potuto essere ripresa.
  • Le attività sportive potrebbero riprendere.
  • Festival e altre attività per i giovani avrebbero potuto svolgersi in estate.

Non solo non è stato fatto, ma non è stato fatto nulla con il mio Piano di ventilazione delta (giugno 2020) e fino all’inizio del 2022 abbiamo ricevuto regolarmente nuove misure drastiche con il ridicolo confinamento della fine del 2021 in apoteosi.

Tuttavia, nell’aprile 2020, sono riuscito a malapena a raccontare questa storia attraverso i media mainstream. Fortunatamente almeno un paio di volte all’OP1, ma la risposta a questo è stata triste. Come potevo saperlo meglio “come semplice sondaggista” della fila di esperti di RIVM, OMT e altri che apparentemente avevano studiato per questo.

Quando mi è stato permesso di tenere un dibattito con il Prof. Voss ha risposto il responsabile della comunicazione della federazione dei medici un articolo in cui mi chiamava “antiscienziato”. Era come se anche i cardinali papali all’inizio del XVII secolo si fossero espressi contro Galileo quando disse che la terra girava intorno al sole. Ciò che ho proposto non era consentito, perché andava contro il dogma sostenuto da OMS e RIVM. Gli scienziati (specialmente i fisici) che hanno sostenuto la mia stessa opinione sono stati nella migliore delle ipotesi ignorati, ma preferibilmente ridicolizzati. Obbedientemente seguito dai media. Da lì, sembra che il virus Covid-19 nel marzo 2020 abbia avuto una variante speciale del Long Covid per i media: ne ha gravemente compromesso la capacità critica.

READ  È così che viaggi e rimani in salute

Hanno imparato qualcosa?

Solo perché questo funzionario uscente dell’OMS lo dice pubblicamente non significa che altri in alto ufficio saranno disposti ad ammettere pubblicamente di aver sbagliato. Come già detto, non vedo ancora Van Dissel farlo nei Paesi Bassi.

In una discussione sul riconoscimento aereo, Rosanne Hertzberger ha scritto questo tweet divertente/triste:

Ora può vederli volare!  - 52994

E temo che anche lei abbia ragione.

Nella mia direzione, non ho notato alcun riconoscimento da parte delle persone coinvolte o dei media che avevo ragione nell’aprile 2020 e che non lo erano da molto tempo e hanno seguito con troppa obbedienza RIVM e OMT.

Ciò che trovo molto più importante, tuttavia, non è se gli esperti nei Paesi Bassi parlino o meno, ma molto di più cosa fanno effettivamente con la conclusione che si sbagliavano e che ciò ha avuto conseguenze importanti. Cercheranno di prevenirlo in futuro e quali misure hanno adottato?

Non sono così ottimista su questo punto. La resistenza a valutare davvero le cose mi rende sospettoso della volontà di imparare dal passato. Su molti argomenti noti che le persone continuano ad operare sulla base di dogmi invece di lavorare con dati, analisi e dibattiti aperti. Con il quale si squalifica con grande facilità coloro che non si manifestano come “sì-sì”.

Le persone si sono allontanate molto da ciò che è la scienza, quando fanno appello alla scienza…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *