Perché bisogna parlare di cambiamento climatico: “Mostraci cosa sai fare” |  ADESSO

Perché bisogna parlare di cambiamento climatico: “Mostraci cosa sai fare” | ADESSO

Il cambiamento climatico è “un problema per tutti e per tutto”, afferma Katharine Hayhoe, rinomata climatologa della Texas Tech University. Per chiarire questo punto, dobbiamo comunicare fatti e soluzioni in un modo diverso. “Non è una questione di testa, è una questione di cuore”.

Come climatologo nel conservatore Texas occidentale, Hayhoe si ritrova nella fossa dei leoni. Ma attraverso la sua chiesa, le associazioni di quartiere e i social network, entra effettivamente in conversazione con persone che non sono colpite dalla crisi climatica o che negano la scienza.

Nel suo libro Speranza per la Terra Hayhoe scrive che il divario tra gli scettici del clima e gli attivisti del clima – e tutto il resto – può essere colmato solo parlando tra loro.

Dobbiamo parlare non solo di come il cambiamento climatico influirà e sta già influenzando le nostre vite, ma anche delle soluzioni che esistono per prevenire le peggiori conseguenze del riscaldamento globale.

Scrivi che non ha senso continuare a scaricare i fatti scientifici sul cambiamento climatico su persone che non ci credono. Deve essere stata un’idea dolorosa per uno scienziato.

“Molto doloroso. Noi scienziati crediamo che i fatti ci renderanno liberi. Che le persone intraprenderanno le azioni giuste sulla base dei fatti. Ma noi raccontiamo alla gente i fatti da cinquant’anni e in quei cinquant’anni abbiamo prodotto il 70% del nostro Emissioni di CO2 prodotte. Quindi dobbiamo comunicare in modo diverso. Dobbiamo capire che non è una questione di testa, ma di cuore”.

Soprattutto, dobbiamo parlare delle conseguenze del cambiamento climatico sulle nostre vite, scrive Hayhoe nel suo libro. Non tanto sullo scioglimento delle calotte polari o sul destino delle persone dall’altra parte del mondo, ma su come influisce sul nostro tempo libero, sul nostro lavoro o sul nostro ambiente di vita immediato. Sulle conseguenze di una siccità sempre più grave per gli agricoltori o sulle conseguenze di inverni più miti per gli appassionati di sci.

READ  Coronavirus, i dati - 23.904 nuovi contagi con 351.221 campioni. Il tasso di positività sale al 6,8%. 467 altre vittime

“Il cambiamento climatico influisce sulla nostra salute, sulla sicurezza del nostro ambiente di vita, sull’aria che respiriamo e sull’acqua che beviamo. Influisce su tutti gli aspetti della nostra vita”.

In che modo le conversazioni individuali possono portare agli enormi cambiamenti necessari per combattere il cambiamento climatico?

“Spesso sento le persone dire che il tempo per parlare è finito: ora è il momento di agire. La mia risposta a questa domanda è: come possono le persone agire insieme senza comunicare? Mostrami esempi di grandi cambiamenti avvenuti senza che le persone comunicassero tra loro .

“Guarda come è cambiata la nostra società in passato. Fino alla fine dell’apartheid, come le donne hanno ottenuto il diritto di voto, fino al movimento per i diritti civili negli Stati Uniti. Come sono avvenuti questi cambiamenti? prodotti?”

“Non perché il primo ministro, il presidente, il re o l’amministratore delegato di una grande azienda abbiano deciso che l’apartheid doveva finire. Sono venuti perché persone normali senza molto potere o fama, ma con il coraggio di seguire la propria coscienza hanno chiesto il cambiamento”.

Nell’era dei social, spesso si tratta di bolle: le persone intorno a noi sono già d’accordo con noi. Come raggiungi le persone che pensano in modo diverso al cambiamento climatico?

“Lo sento spesso: ‘Tutti intorno a me sono già preoccupati.’ Sì, certo!Anche negli Stati Uniti, il 70% delle persone è preoccupato per il cambiamento climatico, nel mondo l’86% dei giovani è preoccupato.La differenza è che quasi nessuno è attivamente coinvolto nel cambiamento climatico, negli Stati Uniti, è solo l’8%. Se continua così, non risolveremo mai il problema”.

READ  Telescopi puntati su Leonard, la cometa di Natale - Space & Astronomy

“Allora perché dobbiamo parlare? Di solito è per mostrare alla gente cosa possiamo fare al riguardo. Facciamo tutti parte di qualcosa di più grande: una scuola o un’università, un circolo velico o un gruppo di persone che portano a spasso il cane insieme. Ma anche da un intero Paese e se usiamo la nostra voce per chiedere il cambiamento, possiamo fare la differenza.

“Diciamo che inizi una conversazione sullo spreco di energia sul lavoro e loro riescano a ridurre il consumo di energia del 15%. Oppure parli in mensa di ridurre gli sprechi alimentari o di offrire prodotti rispettosi del clima. Poi fai un grande cambiamento”.

Il tuo libro si chiama Speranza per la Terra e sottolinei l’importanza di un messaggio di speranza. Ma se esamini gli ultimi rapporti sul clima, ti imbatterai in molte cattive notizie. Allora come fai a mantenere viva la speranza?

“Quando le cose vanno bene, non hai bisogno di speranza. È importante riconoscere che la speranza significa che le cose ora vanno male ed è probabile che peggiori. Ma la speranza riguarda la possibilità di un futuro migliore, per quanto piccolo e incerto possa essere “. essere. possibilità è.”

“Ed è possibile. Perché se smettiamo di usare i combustibili fossili, mettiamo fine anche ai dieci milioni di morti all’anno a causa dell’inquinamento atmosferico. Quindi forniamo energia più conveniente per il mondo mondiale, non solo per i paesi ricchi. Riduciamo gli sprechi alimentari e garantire che ce ne sia abbastanza per tutti Possiamo risolvere così tanti problemi globali con soluzioni climatiche.

“La speranza, quindi, è quella piccola possibilità per un futuro migliore, una piccola luce alla fine del tunnel oscuro in cui ci troviamo in questo momento. Dobbiamo combattere il più duramente possibile perché sappiamo che qualcosa di meglio ci aspetta. “

READ  Cattiva memoria? Dopo solo due secondi, il tuo cervello ti delude

“Ecco perché abbiamo bisogno di speranza, ma di speranza realistica e razionale. Inizia con il dire che il cambiamento climatico è reale. È grave. Ci sta già colpendo oggi. Ma possiamo ancora prevenire le conseguenze peggiori. Lo so perché conosco questo business e guarda agli scenari futuri e so che dipende da noi in quale dei diversi scenari ci ritroveremo. Le nostre scelte determinano il futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *