Puglia: una passeggiata nel tacco d’Italia

Puglia: una passeggiata nel tacco d’Italia

La Puglia (Puglia in italiano) è meglio conosciuta per i suoi stravaganti e davvero fotogenici trulli: case bianche rotonde con tetti conici. Nel paese di Alberobello ce ne sono più di mille.

Per secoli hanno funzionato come rifugi per i poveri. Li hanno costruiti impilando liberamente i mattoni l’uno sull’altro in modo che potessero essere smontati in un attimo quando l’ispettore delle tasse è venuto a ritirare i suoi soldi.

L’articolo continua dopo l’annuncio

La maggior parte dei trulli è stata ampiamente ristrutturata e rinforzata, ma nella bellissima Valle d’Itria si possono ancora trovare esempi autentici. Nel bel paesaggio aperto ricco di ulivi e mandorli, sporgono qua e là sopra gli alberi e gli arbusti.

Il sole autunnale splende brillante e con una temperatura intorno ai venti rende il clima piacevole per le passeggiate. Muri in pietra secolari che costeggiano i campi bruno-rossastri fungono da sede durante la pausa pranzo. Le lucertole apprezzano anche i raggi del sole.

Sulla strada

La nostra prima passeggiata è sull’altopiano delle Murge, una zona selvaggia e scarsamente popolata della Puglia centrale. Con un’altitudine fino a quasi 700 metri, il Parco Nazionale dell’Alta Murgia è la parte più alta dell’altopiano.

Mentre i terreni della zona bassa e più a sud si prestano bene alla coltivazione dell’olivo, i terreni poveri dell’Alta Murgia sono rimasti intatti. Tutto cresce ancora sulla terra rossa, argillosa, la cosiddetta terra rossa. Pini, macchia mediterranea, mandorli, fichi e nespoli, cactus, uva e more, origano selvatico, timo, finocchio e acetosa, santoreggia e menta selvatica. È un mare infinito di odori e sapori.

Castello di Federico

Abbiamo già le nostre vedute del castello sulla collina successiva. Castel del Monte è una struttura ottagonale del XIII secolo con una torre ottagonale ad ogni angolo.

Ci sono otto sale riunioni su ogni piano. La gente dubita della funzione originaria del castello, ma potrebbe essere che l’imperatore Federico II, che ne commissionò la costruzione, volesse semplicemente creare qualcosa di unico. Per i suoi numerosi talenti, questo Frederik era chiamato “Stupor Mundi” (“colui che stupisce il mondo”). Parlava correntemente l’arabo ed era in anticipo sui tempi con le moderne strutture sanitarie che aveva costruito.

READ  L'Irlanda è il primo paese dell'Unione europea a imporre un nuovo blocco

Pulo d’Altamura

Il Pulo di Altamura è una voragine di mezzo chilometro di diametro e profonda settanta metri. Camminando lungo il bordo, è possibile vedere l’acqua piovana con roccia calcarea fratturata, ma per il resto impenetrabile, così come l’Altopiano delle Murge. I corsi d’acqua sotterranei hanno formato innumerevoli buche e grotte.

Ne è pieno anche il lato nord quasi perpendicolare della voragine; grotte naturali ritenute abitate in epoca preistorica. Visitiamo il museo archeologico in parte dedicato al cosiddetto uomo di Altamura. Questo sfortunato Neanderthal cadde in una voragine circa 150.000 anni fa, sospettano gli scienziati. Il suo cranio, fuso in pietra calcarea, è stato ritrovato nella grotta di Lamalunga nel 1993.

set cinematografico

Matera è una città speciale ricca di antiche abitazioni rupestri, i cosiddetti sassi. Fino alla metà del secolo scorso questi erano abitati da intere famiglie con il loro bestiame. Fino a quando non è stato bandito a causa delle condizioni spaventose.

Pochi decenni dopo, il centro storico fu scoperto come set cinematografico. Ad esempio, Matera compare in La passione di Cristo di Mel Gibson e nel nuovo film di James Bond No Time to Die. Passeggiare per Matera è un piacere. Per una vista fenomenale della città, attraversiamo il profondo burrone al tramonto.

Il sentiero scende a zigzag. In lontananza il mare azzurro. È solo ora che mi rendo conto che abbiamo trascorso gli ultimi giorni su un altopiano. Attraverso il piatto Salento – la parte più meridionale della Puglia e quindi il vero tacco dello stivale italiano – ci dirigeremo verso Otranto, nell’estremo sud-est del paese.

READ  Volkswagen Italia ha un nome sfortunato su Instagram

Una graziosa cittadina con un pittoresco centro storico ricco di strade piacevoli, negozi affascinanti e una cattedrale famosa per il suo enorme pavimento a mosaico. Ma ciò che colpisce particolarmente sono le colossali mura difensive e la vista mozzafiato sul porto, la baia poco profonda con il mare cristallino e l’invitante passeggiata.

Da Otranto ci incamminiamo verso il coloratissimo Laghetto di Bauxite, poco più a sud, che è stato creato perché la bauxite è stata estratta qui per trent’anni fino al 1976. La combinazione di terra rossa, acqua Canne verde brillante e ondeggianti gialle sono una gioia per gli occhi .

raccolta delle olive

E poi c’è il mare blu brillante e la costa rocciosa frastagliata. Piano piano ritorniamo sugli scogli al porto di Otranto. Guardando indietro possiamo scorgere in lontananza il promontorio di Otranto, con in cima il faro di Punta Palascìa, la punta più orientale d’Italia. Guardando al futuro, stanno vagamente emergendo i contorni delle vette più alte dell’Albania.

Passiamo davanti a una vecchia torre di avvistamento poiché ne trovi molte su questa costa. In forma dimezzata, l’iconica Torre del Serpe si erge ancora alta. Nel nostro ultimo giorno, camminiamo attraverso gli uliveti costruiti su pendii ripidi, dove le persone sono impegnate nella raccolta. Le olive vengono semplicemente pettinate dall’albero con un lungo rastrello. Sono raccolti in reti verdi e arancioni poste a terra intorno agli alberi.

Nel 2013 il batterio distruttivo xylella fastidiosa è emerso nel Salento. Un disastro per la regione, principale produttore italiano di olio d’oliva. Per fortuna c’è una speranza all’orizzonte in Puglia: questo autunno le olive verranno raccolte per la prima volta da alberi resistenti. Questo ulivi nodoso, spesso secolare, dimostra ancora una volta che può resistere alla prova del tempo con grazia.

READ  Covid, Kluge (OMS): "In Paesi come Italia e Grecia ci avviciniamo al picco"

MATERA DI NOTTE

Passare la notte in una grotta? Che può. Hotel Sassic è stato creato durante la ristrutturazione di alcune case rupestri medievali su diversi livelli e ognuna con il proprio carattere. Vista panoramica mozzafiato e posizione tranquilla in zona pedonale. Prezzi da 74€ a 144€.

ALTAMURA

Bed and breakfast Malandri si trova in un palazzo del 16° secolo nel cuore del centro storico, a due passi dalla cattedrale. Appartamenti di lusso e belle camere, tutte splendidamente arredate e dotate di pavimenti in cotto e mobili in legno. Altamura dista circa 19 km da Matera. Prezzi a partire da 65€.

Il lussuoso hotel benessere Basilica (quattro stelle) dista 800 metri dal centro storico di Otranto. Prezzi a partire da 165€.

RISTORANTI DI MATERA

Al Falco Grillaio. Specialità locali nel centro storico.

ALTAMURA

Tre Archi. Piatti della tradizione con prodotti freschi del territorio. trearchi.it

ALBEROBELLO

La caffetteria. Piccolo e comodo. Si consiglia la prenotazione.

OTRANTO

Arbor Vitae. Bella terrazza!

CAMMINARE

Parco Nazionale dell’Alta Murgia in provincia di Bari è di 677 km2.

4 Ciclismo ed escursionismo organizza escursioni in giornata leggera.

Le vacanze a piedi in Puglia sono offerte da SNP.

Foto (c) Getty Images. Questo rapporto è già stato presentato nel nuovo speciale Happy In Shape

Vuoi ricevere le ultime notizie nella tua casella di posta ogni settimana? Il meglio di Nouveau.nl, Máxima e cultura per belle donne con stile. sottoscrivi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *