Rettore Ginnasio Comunale: “La salute mentale degli studenti dopo il corona richiede competenze diverse”

Rettore Ginnasio Comunale: “La salute mentale degli studenti dopo il corona richiede competenze diverse”

Uno dei punti deboli dell’istruzione dopo il periodo della corona è l’impatto che ha avuto sui bambini, come rivelato in un’intervista al rettore dello Stedelijk Gymnasium di Haarlem, Jan Henk van der Werff. “Abbiamo notato che i nostri studenti stanno soffrendo molto per le conseguenze della pandemia di corona”, dice nel programma radiofonico Haarlem oggi in Harlem 105.

“Parlo per me, ma forse l’abbiamo sottovalutato un po'”, dice Van der Werff.
È noto che il periodo corona, con le misure e i confinamenti, ha avuto un enorme impatto sugli studenti in vari campi. L’idea che i ritardi nell’apprendimento potessero essere corretti fornendo più ore di insegnamento alla fine si è rivelata piacevole per gli studenti, ma non si è rivelata la più grande necessità.

Ascolta di nuovo l’intervista completa qui sotto. Il testo continua sotto il video

Nell’ultimo anno, Van der Werff ha iniziato a dare un’occhiata più da vicino alle abilità cognitive con cui gli studenti potrebbero utilizzare il supporto. “Dobbiamo concentrarci molto di più su cose come concentrazione, buona pianificazione e motivazione, piuttosto che ‘più greco’ o ‘più matematica'”, dice. “Abbiamo davvero bisogno di creare una situazione in cui i bambini riacquistino il piacere dell’apprendimento e la loro capacità di apprendere”.

Van der Werff pensa di poter e di dover fare di più per migliorare il benessere sociale ed emotivo degli studenti. “È anche più difficile da fare, spesso è anche determinato individualmente. Fortunatamente abbiamo le risorse all’interno della scuola per farlo bene”, ha detto il rettore. Tuttavia, dice che c’è ancora molto lavoro da fare per iniziare con questo.

READ  il BURIAN sta arrivando! Stiamo definitivamente chiarendo QUANDO accadrà. Adesso c'è la DATA »ILMETEO.it

supporto esterno

Van der Werff, che ha servito come rettore allo Stedelijk Gymnasium per tre anni esatti quest’estate, pensa che sia meglio trovare un modo per aiutare gli studenti con il “pacchetto personale” di cui hanno bisogno e implementarlo correttamente. . È anche per questo motivo che si è deciso di coinvolgere anche il supporto esterno. “Queste sono cose che sono più importanti delle conoscenze che abbiamo come scuola, ed è per questo che coinvolgiamo parti esterne”.

In vista del prossimo anno scolastico, vengono prese in considerazione le nuove varianti della corona e l’aumento dei dati sulle infezioni, inoltre non si possono escludere i blocchi. “Non c’è da sperare, ma non lo sappiamo. Potrebbe esserci un altro periodo di apprendimento a distanza e studenti e insegnanti dovrebbero essere preparati per questo”, afferma Van der Werff.

Abilità metacognitive

“Ecco perché il curriculum è personalizzato nelle prime classi e abbiamo messo in evidenza le abilità che corrispondono all’apprendimento online”. Si riferisce a un programma con cui i tutor aiutano gli studenti che si concentra sulle abilità metacognitive: conoscenze e abilità per organizzare, dirigere e controllare il proprio pensiero, azione e apprendimento.

“Corona ha stravolto molto ma è stata anche una sfida per iniziare e affrontare la situazione”

Jan Henk van der Werff, rettore della palestra comunale

A causa di tutte le preoccupazioni per la corona, dimenticherai quasi che ci sono anche una serie di importanti punti salienti da segnalare. Van de Werff è felice di annunciare che sono finalmente iniziati i lavori di ristrutturazione della scuola. Il trasloco è andato liscio e le persone non vedono l’ora che un edificio scolastico venga ricostruito con tutte le strutture necessarie, aria fresca e accessibilità.

READ  PER LE PROSSIME ORE, non solo COVID, nell'aria c'è un altro nemico da non sottovalutare. Dettagli »ILMETEO.it

Vacanza ben meritata

È stato un periodo turbolento durante il quale Van der Werff ha imparato molto. “La corona ha sconvolto molto, ma è stata anche una sfida per iniziare e affrontare la situazione”, conclude il rettore. Il prossimo anno scolastico il direttore riprenderà ben preparato, ma prima è prevista una meritata vacanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *