Si arrabbia al bar: cliente arrestato, agenti feriti

Il gestore del bar e, a destra, le schegge di vetro sul bancone

La donna ha chiamato il barista prima di gettare bicchieri e bottiglie per terra. Ha poi attaccato la polizia e ferito due di loro. Adesso è ricoverata in ospedale

PORDENONE. Alba movimentata, domenica 25 luglio al bar Primavera, viale Aquileia. Una donna, per motivi accertati dalla polizia, si arrabbia distruggendo bottiglie e bicchieri e ferisce due agenti di polizia che cercano di calmarla: viene arrestata.

Verso le 5 del mattino, la donna, accompagnata dal figlio e da un amico, è entrata nella stanza dove, in particolare sulla terrazza esterna, una trentina di clienti stavano facendo colazione.

“I tre – racconta Graziella Piccolo, responsabile del turno notturno del locale – hanno ordinato un brindisi e una bibita”. I problemi sono iniziati alla fine della merenda, alla cassa.

“Sono stati richiesti conti separati. Ho chiesto cosa hanno ordinato. L’uomo che era con madre e figlio non ha fatto domande, ha pagato ed è uscito. La donna invece, appena pagato quanto dovuto, si lamentava di aver dovuto aspettare troppo sia per il brindisi che per la cassa e che non era possibile che io non me lo ricordassi. ”.

Dato che, secondo il racconto, la cliente aveva iniziato ad alzare la voce, “le ho chiesto di stare calma. Non c’era niente da fare. “Alla temuta possibilità di chiamare la polizia”, ​​il figlio mi ha esortato a non farlo, perché, secondo lui, la madre non stava bene”.

Ma non è finita così. “Improvvisamente, la donna ha gettato a terra, ferendosi, i bicchieri e le bottiglie che erano sul bancone”. Bicchieri ovunque, sangue sul bancone e sulle sedie. Siccome gli accompagnatori “non sono intervenuti per fermarla”, due clienti si sono avvicinati e hanno portato fuori la donna mentre “chiamavo il 112. Ho dovuto fare due telefonate prima di poter parlare con un operatore”. Ma questo è un altro discorso: “È un sistema che non funziona e ne sono testimone diretto. Quando non c’era un numero unico, la polizia è arrivata immediatamente”.

In ogni caso, pochi minuti dopo sul posto sono intervenute due auto della polizia. Gli agenti sono riusciti a immobilizzare con difficoltà la donna, che si è anche precipitata su di loro, provocandole lievi contusioni.

La donna, una 51enne italiana di origine straniera residente in provincia di Pordenone, è stata portata in questura, dove è stato formalizzato l’arresto per il reato di resistenza, violenza e aggressione a pubblico ufficiale, poi trasferita in città ospedale dove è ricoverato. Ne è stato informato il pubblico ministero di turno. Sono in corso le verifiche sullo stato psico-fisico della donna.

Infine, una considerazione di Graziella Piccolo: “I tre clienti non hanno toccato l’alcol nel nostro ristorante, come mostrano le telecamere. Pertanto, Primavera Bar non è responsabile di quanto accaduto. Se la donna ha problemi che non conosco e che temeva suo figlio, sta a lei evitare reazioni impreviste”.

I proprietari dei locali formalizzeranno una denuncia alla Questura per i danni subiti.

READ  Telescopio spaziale Hubble della NASA: le indagini continuano sul numero del 13 giugno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *