Il gabinetto spagnolo approva la legge che protegge l’aborto

Il gabinetto spagnolo approva la legge che protegge l’aborto

MADRID – Martedì ha giudicato ufficio in Spagna ha approvato una nuova legge per proteggere l’aborto nel sistema sanitario pubblico. I minori di 16 e 17 anni possono abortire senza il consenso dei genitori. Dopo l’approvazione, la legge sarà presentata alla camera bassa spagnola per avviare l’iter parlamentare.

Il Consiglio dei ministri ha approvato il progetto di “legge sull’aborto” che mira a tutelare il diritto all’aborto nel sistema sanitario pubblico. Vengono inoltre presi in esame altri aspetti sessuali e riproduttivi della salute delle donne, come l’indennità di malattia dovuta a mestruazioni molto dolorose da parte della “Seguridad Social” (fondo di assicurazione sanitaria). Il ministro per la Parità di trattamento, Irene Montero, vede in ciò una prova che l’attuale coalizione è “femminista” e “garantisce i diritti di tutte le donne” in tempo di crisi, contro la linea del Partido Popular, che proprio “la rompe”.

“Quando il PSOE (Partito dei Lavoratori) e Podemos (sinistra politica) governano, espandiamo il Diritti delle donne quando ne ha più bisogno. Tutte le donne devono sapere che avranno più diritti e che questo Paese femminista sta facendo una svolta”, ha dichiarato la ministra durante la conferenza stampa avvenuta dopo il consiglio dei ministri. Ha spiegato tutti i dettagli della proposta di legge sulla salute sessuale e riproduttiva , che dovrebbe, tra l’altro, facilitare l’interruzione volontaria della gravidanza. Il passo successivo è passare il conto alla camera bassa.

Montero afferma che tutti i nonni sapranno che i loro nipoti cresceranno con più diritti e ringrazia il movimento femminista e il primo ministro dell’Uguaglianza, Bibiana Aído, per le misure adottate a difesa dei diritti delle donne. Sottolinea che la nuova legge non solo garantirà l’interruzione volontaria della gravidanza, ma amplierà anche i diritti sessuali dell’intera popolazione, come l’accesso all’educazione sessuale per bambini e adolescenti.

READ  Come i gol di Tessa Wullaert possono avvicinare i Red Flames al Mondiale | fiamme rosse

“Questo governo vuole garantire che tutti i bambini e gli adolescenti conoscano i loro diritti e il loro corpo e che sappiano quali possono essere le loro relazioni sessuali ed emotive”, ha affermato il ministro.

Lo schema della legge, già varato il 17 maggio, rompe con il necessario consenso del padre, affinché le ragazze di 16 e 17 anni possano interrompere la gravidanza su base volontaria.

In un’intervista a Radiocable, Irene Montero ha anche indicato che la Spagna sarà il secondo Paese al mondo (dopo la Scozia) ad affrontare la “povertà mestruale”, perché la nuova legge renderà gratuita la distribuzione dei prodotti igiene intima nelle scuole, carceri ed edifici governativi.

“Ci sono molte donne in Spagna che non possono scegliere i prodotti che vorrebbero. È un provvedimento molto importante, anche perché il tema delle mestruazioni sarà presente nel dibattito pubblico e cesserà di essere un tabù e uno stigma, così da poter parlare apertamente di questa parte della nostra salute”, ha affermato Montero.

Con la nuova legge il sistema sanitario sarà una “rete di riferimento” per gli aborti e ci sarà una lista di iscrizione per i medici con obiezione morale, proprio come con la legge sull’eutanasia. Anche i medici che si registrano qui non possono eseguire aborti nel settore privato.

La legge sottolinea che i centri dove le donne possono abortire devono essere il più vicino possibile al loro luogo di residenza e che l’aborto può avvenire secondo il metodo di loro scelta (chirurgico o farmaceutico) e la legge abolisce anche i tre giorni di riflessione. Particolare attenzione viene inoltre riservata alle cure nel periodo postpartum e cura di fornire una consulenza integrata e specializzata nei processi di interruzione della gravidanza.

READ  La teoria di Erikson e il ruolo dell'insegnante nello sviluppo psicosociale degli studenti

Infine, la legge prevede anche il diritto al congedo per malattia retribuito in caso di periodi molto dolorosi. Il pagamento sarà organizzato dal Fondo spagnolo di assicurazione sanitaria. Il referto del malato è organizzato dal primo giorno del ciclo mestruale e dura il tempo necessario per la donna in questione. Questa è una delle misure che ha generato più dibattito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *